Home » Recensioni » Recensione Unihertz TickTock: l’orologio con lo smartphone intorno
unihertz ticktock

Recensione Unihertz TickTock: l’orologio con lo smartphone intorno

di Michele Ingelido

Unihertz è il produttore di smartphone rugged più innovativo del momento. Attraverso delle campagne di raccolta fondi ha rilasciato diversi smartphone con delle caratteristiche mai viste prima e allo stesso tempo con design corazzati in grado di resistere egregiamente a urti, cadute e intemperie. La sua ultima fatica si chiama Unihertz TickTock e lo riteniamo decisamente il dispositivo più innovativo che ha realizzato.

Non si tratta solo di un semplice smartphone rugged, ma è un dispositivo che integra anche uno smartwatch. Ciò apre le porte ad interessanti scenari di utilizzo che non si limitano solamente ad avere un orologio sempre a portata di mano: in questa recensione di Unihertz TickTock andiamo ad esaminarlo da vicino per scoprire perchè può essere un dispositivo incredibilmente utile al giorno d’oggi, specialmente nella fascia economica di cui fa parte.

Unihertz TickTock: la recensione completa

Design e costruzione

unihertz ticktock

Come accennato Unihertz TickTock è uno smartphone rugged. Ciò vuol dire che è stato appositamente corazzato per essere resistentissimo e sopravvivere agli urti e alle cadute. In quanto dispositivo rugged, questo cellulare ha delle dimensioni maggiori rispetto alla norma appunto per contenere tutte le protezioni necessarie. Ciò non vuol dire che il suo design non sia curato, anzi, lo è davvero molto. Il device è costituito da bordi gommati su un telaio in alluminio e da un retro realizzato con un’elegante texture in stile fibra di carbonio.

La sua struttura è realizzata in modo tale che non possa essere scalfito dagli urti senza però rinunciare ad un certo stile estetico. Sul retro ha un display secondario che come vedrete di seguito ha molteplice utilità. Unihertz TickTock è dotato della certificazione IP68 che attesta la sua impermeabilità e resistenza alla polvere: può essere immerso fino a 1,5 metri di profondità per un massimo di 30 minuti. Ha una porta USB con apposito tappo per non far entrare liquidi e anche qualora si bagnasse a livello software c’è una funzionalità per il rilevamento dell’umidità.

Sul lato sinistro del dispositivo si trovano, oltre al carrello per la SIM, anche due tasti programmabili a piacimento. A destra abbiamo invece il bilanciere del volume e il tasto di accensione che ospita il lettore di impronte digitali. Sulla parte posteriore le fotocamere e il display secondario, mentre sul bordo superiore c’è spazio per un sensore a infrarossi che serve a usare lo smartphone come telecomando per la TV. Inferiormente abbiamo una porta USB-C e frontalmente un display con notch a goccia e, udite udite… un LED di notifica!

Nella confezione dello smartphone ci sono oltre al dispositivo e alla manualistica anche un caricatore, un cavo USB-C, un adattatore da USB-C a 3,5 mm (per aggiungere un jack audio), una pellicola protettiva per il display ed una custodia protettiva (sebbene essendo un rugged phone potrebbe non essere necessaria).

Display

Il lato display è sicuramente il più interessante di questo dispositivo. Partendo dallo schermo tradizionale, su Unihertz TickTock è un LCD con diagonale di 6,5 pollici e risoluzione Full HD+. Sebbene non siamo di fronte a un AMOLED si tratta di uno schermo dalla buona resa, senza lode né infamia, che riesce a garantire una buona riproduzione dei colori e un livello di dettaglio ottimale. Da lodare la reattività del touch screen che non perde un tocco.

Tuttavia ciò che è maggiormente interessante è quel mini display circolare sulla parte posteriore. Uno schermo che come può saltare subito all’occhio funge da orologio e può essere personalizzato con le watch face proprio come avviene con gli smartwatch. Come sfondo di quel piccolo display si possono anche impostare immagini a piacimento. Tuttavia quello schermo ha anche altri utilizzi.

Prima di tutto può essere utilizzato come inquadratore per scattare i selfie con la fotocamera principale, ottenendo così degli scatti di molto superiori rispetto a quelli tirati fuori dalle selfie cam. Lo schermo secondario può essere utilizzato anche per visualizzare rapidamente le notifiche che arrivano sullo smartphone.

Vi si possono inoltre visualizzare il calendario, il contapassi, la carica della batteria e le chiamate. Sullo schermo secondario si possono inoltre gestire la sveglia e la riproduzione musicale. Questi non sono nemmeno tutti gli utilizzi che è possibile fare dello schermo secondario, i quali aumenteranno con l’arrivo di nuovi aggiornamenti. Ma li riteniamo già abbastanza per rendere molto utile questo schermo secondario.

Hardware

Unihertz TickTock ha un hardware da ottimo medio gamma. E’ alimentato da un processore MediaTek Dimensity 700 supportato da 8 GB di memoria RAM e 128 GB di spazio di archiviazione. Le prestazioni possono essere più che sufficienti per qualsiasi tipo di utente, dato che questo device può eseguire qualsiasi app e comportarsi bene anche in multi-tasking.

Abbiamo notato una buona fluidità, degna dei midrange odierni. Non è adatto al gaming più avanzato in assoluto, ma riesce comunque a garantire risultati degni anche nei giochi. Unihertz TickTock supporta la connettività 5G per entrambe le schede che si possono inserire nel suo slot dual SIM e la sua memoria interna si può anche espandere tramite micro SD.

E’ dotato non solo di GPS, ma anche di NFC per i pagamenti da mobile. Ha la radio FM, un sensore a infrarossi per usarlo come telecomando, il Bluetooth 5.1, il Wi-Fi dual band e un reattivo lettore di impronte digitali. Nonostante il robusto design il motorino della vibrazione riesce a farsi sentire. Lo speaker è mono ma ha un audio molto ben definito, anche superiore a molti altoparlanti stereo della fascia media.

Software

unihertz ticktock software

Il sistema operativo installato sullo smartphone è Android 11 e presenta poche personalizzazioni: è quindi una versione vicina ad Android stock che si trova anche sui dispositivi Google Pixel e riduce al minimo i bloatware. Le app di Google sono il motore attorno alle quali ruota l’esperienza di base.

Tra le poche personalizzazioni ci sono la grafica del menu delle impostazioni e le impostazioni per il display secondario e dei tasti programmabili. Sono inoltre presenti alcune funzionalità e app aggiuntive che possono far comodo agli utenti che vogliono usare lo smartphone in condizioni estreme.

Fotocamera

In buone condizioni di luce Unihertz TickTock riesce a scattare foto più che accettabili grazie al suo sensore da 48 Megapixel, con un livello di definizione superiore alla sufficienza e dei colori non sfalsati. Come quasi tutti i medi gamma se le condizioni di luce sono avverse la qualità cala parecchio, ma per fortuna questo device riesce ancora a scattare decentemente.

Nell’app fotocamera sono presenti i comandi Pro e c’è anche la possibilità di scattare in formato RAW, tuttavia oltre a poche aggiunte non ci sono altre opzioni avanzate per lo scatto di foto e non è quindi un camera phone per professionisti. Riesce però a difendersi in modo degno.

E’ invece interessantissimo come selfie phone perchè oltre ad avere una selfie cam da 8 Megapixel consente lo scatto di selfie attraverso il sensore posteriore grazie al display secondario utilizzabile come inquadratore. In quanto ai selfie scattati con il sensore frontale affiancato ad un utile LED di notifica, la qualità raggiunge la sufficienza.

N.B: le foto in galleria sono compresse per ragioni di spazio. Potete visualizzare le foto a piena risoluzione in questa galleria esterna.

Batteria

Con una capacità di ben 6000 mAh, l’autonomia della batteria di questo dispositivo è davvero inesauribile. Se lo utilizzate moderatamente e senza stressarlo troppo potete arrivare anche a 3 giorni di durata con una singola carica. Con un utilizzo intenso è praticamente impossibile scendere sotto il giorno di autonomia.

Chi cerca uno smartphone rugged spesso si trova poco a contatto con i caricatori e quindi la presenza di una batteria così grande e duratura è molto importante. Il terminale supporta anche la ricarica rapida a 30W, per cui non deve spaventarvi la batteria capiente: si ricaricherà comunque abbastanza velocemente.

Specifiche tecniche di Unihertz TickTock

  • Dimensioni e peso: 176 x 85,6 x 14,9 mm / 308 g
  • Display: 6,5″ IPS LCD Full HD+ 1080 x 2340 pixel + display esterno 1,3″ 360 x 360p
  • Processore: MediaTek Dimensity 700
  • Memorie: 8 GB RAM + 128 GB UFS 2.1
  • Software: Android 11
  • Connettività: 5G, Wi-Fi ac dual band, GPS, NFC, radio FM, USB-C, OTG
  • Fotocamera posteriore: 48 Megapixel
  • Fotocamera anteriore: 8 Megapixel
  • Batteria: 6000 mAh con ricarica rapida a 30W

Unihertz TickTock- Conclusione e prezzo

Unihertz TickTock è sicuramente uno smartphone molto innovativo che si distingue da tutta la concorrenza per via di funzionalità uniche. Può risultare utilissimo, se non l’unica alternativa valida, per determinate tipologie di utenti. Grazie al suo schermo posteriore è possibile usufruire di una sorta di “smartwatch nello smartphone” tramite il quale usare il dispositivo minimizzando i consumi di batteria ed anche in modo estremamente agevole.

Si tratta di un dispositivo con pieno supporto al 5G, abbastanza prestante, e con la possibilità di usare la fotocamera posteriore come selfie camera. Ed essendo rugged è incredibilmente resistente, anche a prova di bambino. Sebbene le sue singolari caratteristiche è uno smartphone adatto a tutti e supera la sufficienza sotto ogni punto di vista.

Inoltre, in aggiunta all’orologio sul retro, presenta altri importanti chicche: il LED di notifica, il sensore a infrarossi, la radio FM ormai sparita da tutti gli smartphone, lo slot dual SIM separato dalla micro SD e ben due tasti programmabili. Si può acquistare, anche dall’Italia, ad un prezzo di 399,99 dollari. In occasione del lancio l’azienda ha deciso di proporre un’offerta che prevede 30 dollari di sconto: al netto dello sconto il prezzo scende quindi a 369,99 dollari equivalenti a circa 333 euro.

Unihertz TickTock
  • 8/10
    Design - 8/10
  • 8/10
    Display - 8/10
  • 8/10
    Hardware - 8/10
  • 8/10
    Software - 8/10
  • 7/10
    Fotocamera - 7/10
  • 9/10
    Batteria - 9/10
  • 8/10
    Prezzo - 8/10
8/10

Unihertz TickTock

Unihertz TickTock è uno smartphone che porta una ventata d’aria fresca nella nicchia dei rugged phone con delle funzionalità molto innovative. Ha praticamente uno smartwatch sul retro utilissimo in tanti scenari ed è super resistente a urti, cadute e acqua. Consigliato per tutti coloro che necessitano di un dispositivo corazzato e facile da usare in ogni contesto.


 ✓ PRO
 
  • Ha uno smartwatch sul retro!
  • Ultra resistente
  • Impermeabile
  • 5G
  • Prezzo contenuto
  • Mega batteria
  • Dual SIM + micro SD
  • LED di notifica
  • Tasti programmabili

 

 ✕ CONTRO
 
  • Dimensioni

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti