Apple: risolto in parte il dilemma degli spam sul Calendario iOS

Apple ha divulgato una nuova funzione per fronteggiare al dilemma dello spam sulla sua app Calendario, sulla quale è ormai noto che da un po di tempo, girano inviti non richiesti con link che riportano a siti spesso ingannevoli e fraudolenti. La correzione per ora è a disposizione sulla sola versione di Calendario mediante il sito iCloud.com e concede di determinare come non desiderato un determinato invito o un opzione. A breve, la stessa opzione dovrebbe essere disponibile anche per macOS Sierra e iOS 10, in modo da estinguere definitivamente il dilemma

Nel momento in cui arriva un invito mediante Apple iCloud per Calendario o per Foto, sull’apparecchio appare una notifica ed è possibile scegliere se di accettare o meno. Nel caso dello spam, l’invito contiene un avviso pubblicitario di qualche tipo. Il problema è che se si declina l’invito, chi lo ha inviato riceve una notifica e può così scoprire se l’account iCloud del ricevente è operativo o meno. Scoperto ciò lo spammer potrebbe procedere con l’invio di infiniti altri inviti, generando nuove notifiche e rendendo dunque difficile il controllo dello spam.

Se non si adopera iCloud.com si può attorniare il dilemma generando un nuovo calendario, dedicato di proposito allo spam. Per creare il calendario per lo spam, dall’applicazione Apple si seleziona“Calendari”, poi “Modifica” e dalla schermata che emerge “Aggiungi calendario”, cui assegnare un nome per distinguerlo facilmente. Poi si seleziona “Fine” per completare la creazione. A questo punto si determina l’invito sgradito come evento da inserire in “SPAM”. Infine si procede eliminando tutti i messaggi indesiderati, in modo che il mittente non abbia il potere di scoprire se il proprio account sia attivo.

via

Lia Placido

Magneticamente attratta da tutto ciò che è innovazione senza mezzi termini. Amo il nuovo, la scoperta, l’apparentemente inspiegabile.