Home » News » Donald Trump e immigrazione: 97 colossi tecnologici da Silicon Valley contro il decreto
trump

Donald Trump e immigrazione: 97 colossi tecnologici da Silicon Valley contro il decreto

di Michele Ingelido

Sono ben 97 le aziende, tra le più famose nel campo della tecnologia, che si sono opposte al decreto anti immigrazione di Donald Trump. Gran parte di esse provengono dalla Silicon Valley, ma ce ne sono anche da altre parti degli Stati Uniti d’America. L’opposizione all’ordine esecutivo arriva proprio dopo lo stop temporaneo di esso da parte di un giudice, che probabilmente manderà il caso in mano alla Corte Suprema degli USA. Il documento è stato firmato da nomi decisamente molto importanti.

Tra gli oppositori del provvedimento di Donald Trump troviamo Apple, Airbnb, Autodesk, Dropbox, eBay, Facebook, Foursquare, Github, Google, IndieGoGo, Intel, Kickstarter, Linkedin, Mozilla, Netflix, PayPal, Reddit, Twitter, Wikimedia, Yelp e Uber. I motivi? Non è difficile comprenderli: le aziende della Silicon Valley e non credono che impedendo l’immigrazione potrebbe apportare danni economici perchè parte del loro personale proviene da tante nazioni straniere.

[scribd id=338536443 key=key-V8hNBMWa9YK1zn9BzpFT mode=scroll]

Spesso si trovano nei team anche persone che non hanno il passaporto americano, e ciò potrebbe creare gravi difficoltà nell’ambito del lavoro. Non ci sono però tutti i colossi più importanti al mondo tra i 97 dentro e fuori la Silicon Valley che hanno firmato il documento contro il decreto anti immigrazione di Donald Trump. Mancano pezzi importanti come ad esempio Amazon, IBM, Oracle, Tesla e SpaceX, anche se potrebbero comunque sostenere in seguito la faccenda. E voi che ne pensate delle manovre protezionistiche del presidente USA?

Oggi è BLACK FRIDAY! Scopri le ultime offerte tecnologia su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti