Smartphone, crescono solo i cinesi: Samsung in calo, Huawei vola

Negli ultimi tempi è emerso che anche il settore degli smartphone sta attraversando un momento di “flessione”. Non siamo di fronte a dati fortemente negativi come nel caso dei tablet, ma le indagini di mercato che riguardano l’anno che sta per concludersi evidenziano come non ci sia stata nessuna crescita rispetto al 2017. Lo stesso discorso vale anche per il terzo trimestre 2018: gli unici brand che sembrano continuare ad aumentare vendite e fatturato sono quelli cinesi.

Se andiamo a guardare i nuovi dati forniti dalla società di analisi Gartner, notiamo subito come le uniche a crescere rispetto all’anno precedente sono aziende come Huawei, Xiaomi e OPPO, tutte società che si battono per la leadership mondiale insieme a colossi come Samsung e Apple. In testa alla classifica, infatti, troviamo sempre il gigante di Seul, ma il segno “meno” è evidente: il market share di Samsung è passato dal 22,3% all’attuale 18,9%.

Mentre il colosso sudcoreano scende, le aziende cinesi salgono. In particolare Huawei, che ha ormai raggiunto il 13,4% di share e si è ormai insediata come unica antagonista di Samsung, dato che Apple sembra essersi arenata (11,8%, identico al 2017). Huawei, nel Q3 2018, ha venduto qualcosa come 52,2 milioni di dispositivi, facendo così registrare una crescita del 43% rispetto allo stesso periodo del 2017: un risultato straordinario, dovuto anche all’ottimo riscontro dei telefoni del suo sub-brand Honor.

fonte: Gartner

Roberto Naccarella

Giornalista pubblicista, 32 anni, ho sempre avuto una grande passione: scrivere. Mi piace lo sport, seguo la politica, amo la musica. Diffido di ogni forma di elitarismo. Sono nato il giorno di San Patrizio e mi sento un pò irlandese.