Home » Smartphone » Samsung Galaxy S10, problemi di affidabilità per il sensore biometrico ultrasonico
samsung galaxy s10

Samsung Galaxy S10, problemi di affidabilità per il sensore biometrico ultrasonico

di Patrizia Maimone

Era metà febbraio quando i sudcoreani di Samsung lanciavano sul mercato i propri top di gamma. Si tratta dell’intera serie di Galaxy S10, composta da ben 4 dispositivi dalle specifiche molto più che interessanti. Sono diverse le caratteristiche che, sin dal momento dell’ufficializzazione, hanno reso unico il Galaxy S10. Tra queste si colloca il tanto atteso sensore biometrico ultrasonico in-display. Si tratta, secondo quanto affermato da Samsung, di uno scanner per impronte digitali dalla grande accuratezza e molto efficiente e sicuro.

Da alcuni test appena effettuati, però, sembra che questo elemento abbia seri problemi di affidabilità. Vale la pena dare un’occhiata! Durante il test, la cui esecuzione è stata testimoniata da un video, il sensore biometrico ultrasonico è stato messo alla prova. Se, come normale che sia, allo sblocco con l’impronta memorizzata le risposte del sensore sono molto veloci, è altrettanto vero che è bastata una stampa tridimensionale per ingannarlo.

Il Samsung Galaxy S10, dunque, è stato facilmente sbloccato utilizzando una semplice stampa. Naturalmente la stampa tridimensionale è stata ottimizzata al massimo prima di essere utilizzata. Ciò non toglie, però, che sia stata sufficiente per sbloccare il Galaxy S10. Ecco, dunque, che le discussioni sulla tanto discussa inattaccabilità del sensore ultrasonico in-display del Galaxy S10 non si sono fatte attendere.

Una stampa tridimensionale di un’impronta digitale non è sicuramente alla portata di tutti quanti dato che l’iter per realizzarla è davvero molto complesso. Aspettiamo di vedere come Samsung reagirà a quest’inconveniente. Vi invitiamo a rimanere connessi per non perdere i prossimi aggiornamenti in merito.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti