Video porno e YouTube: i filmati a luci rosse aggirano i blocchi

I video porno stanno invadendo anche YouTube. Sono migliaia i siti web che ospitano contenuti a luci rosse, ma sulla piattaforma di Google è vietato per ovvie ragione pubblicare questi tipi di video. Tuttavia la gente continua ad aggirare questi limiti e a caricare video erotici che si stanno dimostrando difficili da rimuovere per il portale multimediale più visitato del web. E’ stata una azienda californiana che lavora nel mercato del porno a far venire a galla questa cosa.

Stiamo parlando della Dreamroom Productions, la quale ha accusato YouTube di avere tantissimi video porno che sono protetti da copyright e sulla piattaforma non dovrebbero esserci. A questo punto molti si staranno chiedendo: come fanno gli utenti ad aggirare i blocchi riuscendo a caricare materiale porno anche su YouTube? Semplice, li pubblicano come video privati, o meglio come “Non elencati”, in modo tale che non possano essere indicizzati e quindi siano individuabili molto più difficilmente.

YouTube ci può mettere infatti settimane ad individuare video porno caricati in questa maniera, se ci riesce. La Dreamroom Productions non si è limitata all’accusa volta al colosso, ma ha anche suggerito di eliminare la possibilità di pubblicare video privati. Una soluzione alquanto drastica togliere questa feature solo per i video porno dato che viene utilizzata per tanti altri scopi, tuttavia è comunque uno spunto per YouTube al fine di migliorare la situazione.

via

ATTENZIONE! Desideri un prodotto al prezzo più basso del mercato? Corri a scoprire le offerte Amazon di oggi!!!

Michele Ing

Sono Michele Ingelido, un blogger che lavora nel settore tecnologico da anni. Da perito tecnico mi definisco non solo un incurabile fanatico della tecnologia, ma anche un profondo estimatore di tutto ciò che intelligentemente crea innovazione, specie se in modo anticonformista e controcorrente… Un po’ come il Rock ‘n Roll! E-mail for any request: info@tech4d.it