Samsung Galaxy Note 7: non tutti sono tornati indietro

Samsung Galaxy Note 7 è stato uno dei fallimenti più importanti da parte di Samsung, un prodotto che aspettavamo da anni qui in Europa che è stato messo sul mercato e poi è stato eliminato subito per un problema che sappiamo benissimo essere riguardante le batterie.

Ad un mese da questo parte dal ritiro di tutti i Samsung Galaxy Note 7 il colosso coreano ha iniziato a darci per lo meno qualche dato su quella che è la situazione attuale del ritiro dei Samsung Galaxy Note 7.

La questione è a buon punto, il colosso coreano ha recuperato l’85% dei Note 7 che erano in circolazione e sicuramente è una buona percentuale paragonata soprattutto al milione di device in vendita. C’è ne sono altri in giro, e parecchi anche ma Samsung ha più o meno trovato una soluzione: lancerà un aggiornamento da fare in modo obbligatorio che potrebbe far avere meno probabilità di esplosione alla batteria del Note 7 nel frattempo che questi ultimi device tornino indietro. C’è anche da specificare che moltissimi clienti che sono stati chiamati per portare indietro il loro Note 7 hanno scelto di non abbandonare Samsung e quindi di ricevere un S7 Edge in cambio del Note. Da oggi in poi ci sarà già l’update per i Samsung Galaxy Note 7 di T-mobile.

Via

Oliviero Santolo

Un giovane appassionato collaboratore di Tech4D.it che fornisce il suo supporto al sito tramite la redazione di articoli riguardanti la tecnologia.