iPhone e produzione in USA: partner Apple non interessati

Apple attualmente produce i propri iPhone (e non solo) in Cina. Ovviamente questo è dovuto a molteplici fattori, in primis un costo estremamente ridotto della manodopera. Nella produzione di milioni e milioni di dispositivi all’anno questo si traduce in un vistoso guadagno per le aziende, ecco perché il made in China è sempre più sfruttato.

Donald Trump vuole riportare la produzione degli iPhone negli Stati Uniti

Il nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America ha le idee ben chiare su quello che vuole fare, in particolare sembra aver preso un puntino con Apple. La sia intenzione è riportare la produzione dei dispositivi Apple in madre patria. Produrre iPhone ed altri prodotti negli Stati Uniti sarebbe super costoso, ma Donald Trump ha parlato di alcuni incentivi che potrebbero convincere Tim Cook.

L’azienda ha quindi chiesto anche ai suoi fornitori se fossero propensi ad effettuare questi spostamenti. Per Apple infatti produrre iPhone ed altri device in Cina è importante perché tutti i fornitori dei vari componenti sono praticamente vicinissimi. Se l’azienda Californiana fosse l’unica ad effettuare lo spostamento ci sarebbero vari ritardi nell’approvigionamento di materiali. A quanto pare però la maggior parte dei fornitori non è interessata alla vicenda e vuole rimanere ben salda in Cina.

Fonte

Tommaso Sacco

Tommaso, 25 anni da Caserta, Appassionato di tecnologia e videogames