Home » News » Xiaomi Surge S1, il primo chipset ufficiale prodotto dal brand cinese
xiaomi surge s1

Xiaomi Surge S1, il primo chipset ufficiale prodotto dal brand cinese

di Roberta Betti

Dopo tante speculazioni, ed il nome provvisorio di “Pinecone” a racchiudere i segreti del nuovo chipset di Xiaomi, anche il brand cinese ha rivelato ufficialmente Xiaomi Surge S1, primo processore ufficialmente creato per supportare i propri smartphone Android medio-gamma, con risultati che si preannunciano estremamente positivi.

Xiaomi Surge S1 nasce dopo oltre 16 mesi di continuo sviluppo e ricerca sull’architettura del chipset, e secondo i primi benchmark di cui si è data dimostrazione durante la presentazione ufficiale, il system on a chip sembra avere qualità molto interessanti, tali da superare Qualcomm Snapdragon 625, spesso richiesto dai produttori di smartphone Android medio-gamma.

Xiaomi Surge S1 è stato costruito sfruttando la tecnologia a 28 nanometri HPC (High Performance Computing, spesso utilizzata nella creazione di chipset adatti al calcolo parallelo). Il SoC è costituito da un’architettura octa-core composta da 4 ARM Cortex-A53 con frequenza a 1,4 GHz, e 4 core ARM Cortex-A53 a 2,2 GHz. Il tutto, affidato ad una GPU a 4 core ARM Mali-T860.

Le performance del chipset si estendono anche al perfezionamento delle tecnologie per la comunicazione VoLTE, ed ovviamente anche per il comparto fotografico, che consentirà di ottenere immagini in condizioni di “rumore” inferiore anche in caso di scatti effettuati in condizioni di bassa illuminazione: tutto questo, grazie al dual ISP, che enfatizza la nitidezza degli scatti.

Xiaomi Surge S1 è diventato ufficialmente il primo chipset ad essere utilizzato sul nuovo Xiaomi Mi 5c, smartphone Android Nougat destinato principalmente ad un’utenza fotografica e multimediale. Si tratta senz’altro di un buon esordio per il brand cinese, che farà probabilmente seguire altri processori mobile a S1 una volta constatata la loro efficienza.

Via

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti