Recensione Xiaomi Redmi Note 4X: meglio di Mi5? Il miglior smartphone midrange?

Stiamo per mostrarvi la recensione Xiaomi Redmi Note 4X, il miglior smartphone Android di fascia media in assoluto sotto i 200 euro a detta di molti, e i molti di cui parliamo non sono solo fan di Xiaomi e della MIUI: ci riferiamo agli intenditori. Perchè viene in genere considerato così bene? Perchè, vi anticipiamo, ha prima di tutto caratteristiche tecniche quasi introvabili al prezzo a cui viene venduto. C’è poi da dire che come vedrete ci sono alcuni ambiti eccelle così tanto da superare quasi ogni smartphone in circolazione, top di gamma e iPhone compresi. Sarà anche meglio dello Xiaomi Mi5? Sarà più conveniente del Mi6? Andiamo a scoprirlo nella recensione completa in cui troverete anche tutte le nostre opinioni a riguardo.

Design

Guardando il design di Xiaomi Redmi Note 4X si possono immediatamente notare sensibili miglioramenti stilistici rispetto al predecessore Note 3, i quali danno un maggior tocco di classe ad un’estetica che prima era molto più grezza e anonima. La scocca di questo device è interamente in metallo, ad eccezione delle bande superiore e inferiore in plastica per lasciar passare il segnale dell’antenna. Il retro è leggermente curvo sui bordi e questo gli da molto stile oltre a migliorare l’ergonomia e il grip, anche se c’è da dire che è abbastanza scivoloso (non troppo). Il terminale è però abbastanza sottile (8,45 mm), specie se consideriamo che al suo interno c’è una batteria molto grande. L’assemblaggio è perfetto, zero scricchiolii e imperfezioni. Un altro plus per quanto riguarda il design lo danno le cromature presenti sia vicino le bande dell’antenna che intorno alla fotocamera e al lettore di impronte digitali.

Quest’ultimo ha una sensibilità veramente estrema, basta sfiorarlo col dito e non solo viene percepito, ma viene riconosciuta anche l’impronta digitale e il device si sblocca. Si tratta inoltre di un sensore preciso capace di sbloccare 8-9 volte su 10 anche con l’inserimento di una sola impronta. Tornando al telaio, sulla parte destra troviamo bilanciere del volume e tasto di accensione, mentre a sinistra c’è lo slot dual SIM, di cui uno può essere usato per l’inserimento di memorie micro SD per espandere lo storage fino a 256 GB. Sul lato superiore milita un jack audio da 3,5 mm per le cuffie ed un sensore a infrarossi per usare lo smartphone come telecomando TV (c’è anche un’app preinstallata). Inferiormente abbiamo la porta micro USB per la ricarica e 2 griglie: una per il microfono e una per lo speaker. Infine sulla parte frontale troviamo dei tasti capacitivi Android fuori dallo schermo che sono anche rigorosamente retroilluminati e ben visibili. Non sono solo puntini, ma abbiamo un simbolo per ogni tasto capacitivo.

Display

xiaomi redmi note 4x

Il display di questo smartphone ha sulla carta le specifiche migliori che si possono trovare sulla sua fascia, ed anche nell’utilizzo lascia molto soddisfatti. Il pannello è da 5,5 pollici di diagonale rendendo questo device un comodo phablet per multimedia e produttività. La sua risoluzione è Full HD con 1080 x 1920 pixel, mentre la tecnologia usata è IPS. C’è una curvatura 2.5D sui bordi del display che impreziosisce ancora di più il design. Oltre ad avere un ottimo livello di dettaglio questo smartphone mostra dei colori abbastanza fedeli ed anche un’alta luminosità. I bianchi sono molto soddisfacenti, accettabili i neri, mentre il resto della gamma cromatica è ben bilanciata ma non intensa nelle tonalità, tuttavia con un’ottima distribuzione e adattamento della luminosità. Interessante la presenza della gesture a schermo spento per accenderlo con un semplice doppio tocco (il double tap to wake). L’altoparlante di Xiaomi Redmi Note 4X ha un volume decisamente molto alto rispetto alla media, la qualità del suono è però migliorabile anche se non fa affatto pena.

Hardware

xiaomi redmi note 4x

Xiaomi Redmi Note 4X sul lato hardware ha il massimo che ci si potrebbe aspettare da uno smartphone di fascia media venduto al suo prezzo. Tra i migliori smartphone economici delle migliori marche non troverete mai un reparto hardware paragonabile a questo con lo stesso prezzo. Il processore è un octa core Qualcomm Snapdragon 625 da 2 Ghz ormai famosissimo per offrire oltre a buone prestazioni anche dei consumi a dir poco eccezionali per quanto sono bassi. La memoria RAM della variante da noi provata ammonta a 3 GB, ma c’è anche una versione con 4 GB di RAM. La memoria interna è di 32 GB, espandibile e con slot per doppia scheda SIM come accennato sopra, e c’è anche una versione da 64 GB. Le performance? Per la fascia sono eccelse. Nell’interfaccia la reattività è perenne, e con tutte le singole applicazioni, browser compreso, non si notano rallentamenti e si ha sempre un veloce rendering e swiping nelle pagine. Il device è anche in grado di gestire l’utilizzo di più applicazioni in background senza affaticarsi. Anche nel gaming seppur non con performance da top di gamma si comporta egregiamente. Abbiamo giocato al videogioco Real Racing 3 che è tra i più pesanti, e il device ha sempre mantenuto un buon frame rate che ha garantito una giocabilità di tutto rispetto senza mai calare drasticamente.

Altro importante vantaggio è poi il fatto che le temperature si mantengono sempre basse, anche giocando a videogames pesanti lo smartphone non si surriscalda. Molti sono indecisi sullo scegliere questo device oppure Xiaomi Redmi Note 3 Pro per via del processore esa core Snapdragon 650 di quest’ultimo che è sulla carta più potente. Ebbene, il 650 è effettivamente più potente grazie alla presenza di 2 CPU Cortex A72 e a una scheda video leggermente migliore. Tuttavia il processo produttivo dello SD625 è a 14 nanometri contro i 28 nm del 650, quindi è di molto migliore. Ciò vuol dire che sebbene l’avversario è più potente, il processore di Xiaomi Redmi Note 4X si affatica molto più difficilmente e rimane più costante nelle lunghe sessioni di utilizzo evitando il surriscaldamento. Allo stesso tempo consuma molto di meno la batteria. La ricezione è molto buona ma non c’è la banda 800 che in alcuni luoghi serve per migliorare le prestazioni della connettività 4G LTE con la rete Wind. Ottima anche la qualità audio in capsula in chiamata. Eccezionale il motorino della vibrazione, sembra come se all’interno dello smartphone ci fosse un omino che da colpi precisi ogni volta che deve vibrare, con un feedback sempre definito e mai “zanzaroso”.

Software

Sul software Xiaomi Redmi Note 4X è come se giocasse in casa rispetto alla concorrenza, il sistema operativo è in questo momento Android 6.0.1 Marshmallow personalizzato dalla interfaccia utente MIUI 8 la quale è tra le migliori in assoluto oltre ad essere la più amata. Il device è anche supportato in modo molto consistente in termini di aggiornamenti, quindi non escludiamo che molto a breve arrivi Android 7.0 Nougat. Volendo si possono anche installare varie ROM “beta” come ad esempio la China Developer che viene aggiornata ogni settimana con nuove feature in anteprima. Il firmware di questo dispositivo si discosta molto da Android stock e presenta tantissime funzionalità aggiuntive pur rimanendo ben ottimizzato. L’interfaccia si può personalizzare in modo completo scaricando temi (dallo store ufficiale o di terze parti) e cambiando le famose icone della MIUI anche se sono già bellissime di loro.

L’app Meteo ufficiale di Xiaomi è preinstallata ed è da molti considerata la più precisa in assoluto, lo ha infatti dimostrato diverse volte nelle previsioni del tempo. Altre feature comprendono la possibilità di inserire scorciatoie per le app nella schermata di blocco e sbloccare lo smartphone con una smart cover. Si può inoltre creare su questo smartphone un secondo spazio di app e file, come se si avesse un secondo telefono, e grazie a questa seconda dimensione avrete uno spazio su cui potrete accedere solo voi per nascondere ciò che volete. Si possono perfino clonare app per usarle separatamente. E’ possibile bloccare singole app con codice o impronta digitale, si può attivare una modalità Non disturbare, si può abilitare la Quick Ball per collegamenti rapidi su ogni schermata, avere la modalità a una mano e tante altre piccole funzionalità da scoprire che non elenchiamo tutte per non scrivere un libro. Troverete preinstallata anche un’app di nome Sicurezza che comprende la pulizia di file inutili, il risparmio energetico avanzato della batteria, i limiti di utilizzo dati, un antivirus e tanto altro per la gestione completa del software di Xiaomi Redmi Note 4X.

Xiaomi Redmi Note 4X – Fotocamera

La fotocamera principale di Xiaomi Redmi Note 4X ha una risoluzione di 13 Megapixel, un’apertura f/2.0 ed un flash dual LED a doppia tonalità. Anche sotto questo punto di vista lo smartphone non lascia affatto a desiderare. Pur non trattandosi di un camera phone ma solo di un dispositivo di fascia media le foto vengono meglio della stragrande maggioranza della concorrenza in ogni situazione. Le foto vantano sempre un buon livello di definizione e dei colori bilanciati molto bene. In più la casa produttrice ci ha aggiunto del suo con la MIUI personalizzando anche l’app della fotocamera. Molto comoda infatti la possibilità di poter regolare l’esposizione direttamente dal mirino della messa a fuoco ed anche di poter scattare immediatamente toccando su quest’ultimo. Si possono inoltre applicare effetti in tempo reale alle foto, si possono usare i comandi manuali, ci sono i filtri di bellezza per entrambe le fotocamere ed altre funzionalità per personalizzare al meglio gli scatti. La fotocamera frontale per i selfie è da 5 Megapixel e nonostante la risoluzione non alta tira comunque fuori foto e video più che accettabili.

Batteria

La batteria è il vero pregio, ciò su cui è stato puntato praticamente tutto di questo device, che sotto questo ambito può essere definito un top di gamma. Lo Xiaomi Redmi Note 4X è uno dei migliori smartphone al mondo per quanto riguarda l’autonomia, tra quelli di ultima generazione solo Lenovo P2 è all’altezza. E’ una fonte di energia inesauribile, dura tantissimo in qualsiasi scenario, dallo standby all’uso stress. Nei nostri test lo abbiamo tenuto prima 2 giornate in standby, poi lo abbiamo utilizzato e lo abbiamo scaricato fino al 21%. Il risultato è stato incredibile: la batteria, che ha una capacità di 4100 mAh, ha registrato oltre 10 ore di schermo acceso utilizzando meno dell’80% della carica, mentre scaricando completamente la batteria si riescono addirittura a superare le 12 ore di display acceso.

E questo contando che è rimasto anche 2 giorni in standby (per una durata totale di oltre 6 giorni). Quando il display è stato acceso gli utilizzi sono stati di ogni tipo, dalla navigazione alla riproduzione video, passando per i videogiochi, nello specifico Real Racing 3. Un risultato a dir poco strabiliante che non ha pari. E non abbiamo nemmeno usato le opzioni di risparmio energetico che offre la MIUI, le quali offrono la possibilità di monitorare i processi in background, disattivare la sincronizzazione ed altro. Il tutto è notevole specie se pensiamo che si tratta di un device con schermo Full HD IPS, e dimostra un’ottimizzazione perfetta di un processore dai consumi quasi inesistenti che è lo SD625. Con un uso intenso Xiaomi Redmi Note 4X può regalarvi un giorno e mezzo o anche due giorni di autonomia.

Prezzo

Il prezzo di questo smartphone? Imbattibile, sono in molti coloro che considerano Xiaomi Redmi Note 4X il miglior smartphone di fascia media per rapporto qualità prezzo ed hanno tutte le ragioni per farlo. E’ uno dei dispositivi più convenienti e lo si può trovare nella sua variante base (ossia quella a cui è dedicata questa recensione da 3/32 GB) a circa 150 euro. Se è migliore di Xiaomi Mi5? A nostro parere sì. Nello specifico, per quanto riguarda le prestazioni il Mi5 rende meglio senza ombra di dubbio, ma solo sotto carichi pesanti, e nella variante base con lo Snapdragon 820 underclockato a 1,8 Ghz la differenza è ancora più minima nell’uso quotidiano. Tuttavia il Note 4X si dimostra migliore sotto altri aspetti che fanno pendere verso di lui il nostro ago della bilancia.

Primo fra tutti è l’autonomia della batteria su cui lo supera di gran lunga. Poi abbiamo una qualità costruttiva che sebbene ostenti meno eleganza del Mi5 è infinitamente più robusta e resistente. Lo schermo inoltre è più ampio (anche se qui è questione di gusti perchè potreste preferire uno smartphone compatto) ed il prezzo è anche inferiore. Si può definire un best buy? Sì. Se volete acquistarlo abbiamo per voi un link da negozio affidabile con il prezzo più basso del web: accertatevi di selezionare la spedizione standard, poi Italy Express al momento dell’acquisto per azzerare completamente ogni eventuale costo doganale e spesa aggiuntiva per la spedizione. Vi lasciamo il link per acquistarlo da GearBest: Xiaomi Redmi Note4X 4G Phablet – HK Warehouse Gray

ATTENZIONE: per i clienti Wind e Tre che hanno bisogno della banda 20 per navigare in 4G LTE in alcune zone, questo stesso smartphone è disponibile anche in una versione con la suddetta banda a 800 Mhz. L’unica differenza è il nome che è leggermente diverso: Xiaomi Redmi Note 4 Global! Lo potete acquistare al seguente link su GearBest: Xiaomi Redmi Note 4 4G Phablet – Global Version 3GB RAM 32GB ROM Black

Michele Ingelido

Sono Michele Ingelido, un blogger che lavora nel settore tecnologico da anni. Da perito tecnico mi definisco non solo un incurabile fanatico della tecnologia, ma anche un profondo estimatore di tutto ciò che intelligentemente crea innovazione, specie se in modo anticonformista e controcorrente… Un po’ come il Rock ‘n Roll! E-mail for any request: info@tech4d.it