iPhone XS Max esplode improvvisamente in Ohio, ignote le cause del problema

L’iPhone XS Max, uno dei componenti della nuova famiglia di iPhone 2018, è stato protagonista nelle ultime settimane di un evento tutt’altro che piacevole. Il dispositivo, infatti, è letteralmente esploso e solo per cause fortuite il proprietario non ha subito gravi danni fisici. Sicuramente un problema inaspettato che lascia tutti molto sorpresi a maggior ragione considerato che l’iPhone XS Max in questione aveva appena tre settimane di vita.

L’avvenimento è avvenuto in Ohio ad un ignaro possessore di un XS Max evidentemente difettoso che per poco non gli ha causato gravi problemi. Ne veniamo a conoscenza solo adesso perché i primi ad essere informati sono stati gli addetti al supporto di Apple. Ma come si è verificato questo incidente? In base a quanto sostiene il malcapitato, Josh Hillard, l’iPhone XS Max si trovava nella sua tasca dei pantaloni. Ad un certo punto si è accorto che il dispositivo iniziava, senza un’evidente motivazione, a surriscaldarsi in maniera eccessiva.

Insieme a questo surriscaldamento si evidenziava anche una leggera fuoriuscita di un fumo colorato tendente al verde/giallo. Compreso che qualcosa non andava, l’uomo si è, a quanto pare, spogliato dei vestiti e quella che dapprima era stata un’esplosione si era già trasformato in un piccolo incendio. Il tutto con una notevole quantità di fumo che proveniva dallo smartphone e dai pantaloni. Fumo che il proprietario dell’iPhone XS Max è stato costretto ad inalare.

iphone xs esplode

Il risultato? Un dispositivo completamente distrutto e un uomo incredulo di ciò che aveva appena vissuto. Una problematica che ha causato danni fisici (per il bruciare dello smartphone) e morali. Danni che l’uomo ha prontamente richiesto. Per ottenere quanto gli spetta, però, Hillard dovrà intraprendere un’azione legale dal momento che gli è semplicemente stata proposta la sostituzione dello smartphone.

Non è chiaro assolutamente cosa abbia portato l’iPhone XS Max ad autodistruggersi. E non si tratta nemmeno della prima volta che un melafonino prende fuoco. Ricordiamo, infatti, quanto successo tempo fa con un iPhone X. Di certo occorre fare chiarezza!