Home » Gadget » TicWatch Pro X è ufficiale: Wear OS, doppio display e Snapdragon 4100
ticwatch pro x

TicWatch Pro X è ufficiale: Wear OS, doppio display e Snapdragon 4100

di Roberto Naccarella

TicWatch Pro X è il nuovo smartwatch presentato da Mobvoi che si inserisce nella fascia alta del mercato. Tra le specifiche tecniche di questo nuovo prodotto spicca soprattutto il processore Snapdragon Wear 4100, ma non si può non sottolineare la presenza del doppio display che avevamo già visto sul predecessore Pro 3 e negli altri modelli lanciati in precedenza da Mobvoi.

Durante l’utilizzo attivo, lo smartwatch permette la visualizzazione dei contenuti tramite il display AMOLED da 1,39 pollici. Se invece lo smartwatch non viene utilizzato entra in gioco il display secondario, ovvero lo schermo LCD Film Super Twisted Nematic, con una trasparenza tale da consentire comunque la piena visibilità del pannello AMOLED. Il nuovo prodotto è caratterizzato da due modalità in termini di autonomia: una di queste garantisce un funzionamento di 4 giorni tramite il pannello principale, l’altra arriva addirittura fino ai 45 giorni tramite lo schermo in bianco e nero. 

Come accennato, il TicWatch Pro X può contare su un importante chip Snapdragon Wear 4100 con processo produttivo a 12 nm, formato da una CPU octa-core con frequenza di 1,7 GHz e una GPU Adreno 504, che si abbina ad 1 GB di RAM e 8 GB di memoria interna. Il sistema operativo è WearOS, mentre la certificazione IP68 assicura l’elevata resistenza all’acqua del device.

Sono presenti a bordo tutti i principali sensori (tra cui frequenza cardiaca e SpO2) e 20 modalità per il monitoraggio dello sport, tra cui nuoto, camminata e ciclismo. Presenti, infine, la connettività 4G e il supporto alla eSIM. Il prezzo di TicWatch Pro X in Cina è di 1.999 Yuan, pari a circa 266 euro: non ci resta che attendere informazioni sulla sua eventuale disponibilità anche in Europa. 

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti