Intel Compute Card: un PC Windows grande come una carta di credito

Intel al CES 2017 stupisce con la presentazione della Intel Compute Card. Si tratta di uno standard unico che permetta di avere in una card dalle dimensioni di una carta di credito gli elementi caratteristici di un computer. Al suo interno, infatti, troviamo SoC Intel (non sappiamo ancora quali ma gira nell’aria un nome: Kaby Lake, ultima generazione di Intel), memoria RAM e connettività wireless.

L’idea di Intel è di separare l’intelligenza di vari dispositivi come computer ed elettrodomestici all in one, televisori intelligenti, frigoriferi, schermi di segnaletica, in modo tale che tutti i suoi partner produttori di dispositivi non devono fare altro che inserire una porta per la Intel card. Insomma, Intel ha scelto la strada della semplificazione realizzando qualcosa che ancora non era mai stato fatto prima, una card dalle dimensioni ridotte (misura 3.7 x 2.2 pollici) che svolge il ruolo di computer che si può estrarre, sostituire e reinserire in ogni oggetto predisposto. Con la Intel Compute Card, si può semplicemente estrarre la vecchia carta e sostituire con una nuova invece di dover comprare l’intero dispositivo.

Per quanto riguarda i Partner che stanno collaborando a questo progetto con Intel, sono Dell, HP, Lenovo, Sharp, Seneca Data, InFocus, DTx, TabletKiosk, e Pasuntech. L’azienda produttrice ha annunciato che rivelerà altre informazioni su disponibilità e prezzi della Intel Compute Card nel mese di giugno del 2017.

Via

 

Lia Placido

Magneticamente attratta da tutto ciò che è innovazione senza mezzi termini. Amo il nuovo, la scoperta, l’apparentemente inspiegabile.