Home » News » Chromebook, arrivano le app Android e il supporto a Google Play
chromebook

Chromebook, arrivano le app Android e il supporto a Google Play

di Roberta Betti

Il 2017 potrebbe essere finalmente l’anno in cui i noti laptop Google con Chrome OS riusciranno a lasciare il segno? E’ una domanda più che legittima, dal momento che in un prossimo futuro i Chromebook supporteranno sia le app Android che Play Store, riducendo forse l’alone di scetticismo che molti utenti hanno provato nei confronti della serie di notebook.

L’update Chromebook viene ufficializzato nonostante Google abbia aperto da tempo alle app Android sulla gamma di dispositivi. Malgrado non tutte le case produttrici abbiano colto l’opportunità di rendere compatibili i notebook con la popolare piattaforma di Big G. La notizia è riportata dal sito Chromium ufficiale: tutti i device prodotti nel 2017 avranno la tanto agognata compatibilità.

La pagina relativa all’update ci offre già una panoramica relativa ai modelli già pronti a questa importante transizione. La lista è ovviamente destinata ad allungarsi nel corso dell’anno, ma già da ora possiamo menzionare alcuni dispositivi pronti al cambiamento: Asus Chromebook Flip, Acer Chromebook R11 / C738T / CB5-132T e Google Chromebook Pixel (2015).

L’impegno di Google relativo all’aggiornamento dei Chromebook verrà considerato in base ai seguenti fattori: tipo di processore, GPU integrata nei notebook e driver in esecuzione. I laptop in attesa sono già numerosi, tuttavia Acer ed ASUS sono tra i brand che vedranno riservarsi uno spazio speciale in merito all’aggiornamento: ben 10 laptop (per Acer) e 7 notebook (per ASUS) riceveranno l’update prima che mai. Una mossa che potrà senz’altro portare il pubblico generalista, abituato a confrontarsi con Android, a sviluppare più fiducia nei confronti di questa soluzione hardware fortemente basata sul cloud: il 2017 sarà davvero l’anno dei laptop Google?

Via

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti