Home » Software » OnePlus 3 e 3T, arriva una nuova Open Beta OxygenOS: le novità
oneplus 3

OnePlus 3 e 3T, arriva una nuova Open Beta OxygenOS: le novità

di Roberta Betti

OnePlus 3 e 3T continuano ad essere tra gli smartphone Android più apprezzati al mondo, che non manca mai di dedicare a entrambi i dispositivi aggiornamenti puntuali e pronti a chiudere tempestivamente i bug che possono compromettere l’esperienza d’uso. La nuova OxygenOS Open Beta non fa eccezione, e diventa finalmente disponibile per gli utenti di 3 e 3T via aggiornamento OTA o flash manuale.

Gli aggiornamenti che ci dobbiamo aspettare da OxygenOS Open Beta riguardano diversi aspetti dell’uso di OnePlus 3: si parte dal nuovo indicatore per il battery saving, trasformato in una semplice notifica (fino ad oggi status bar). Diventa inoltre più precisa la stima del traffico dati utilizzato, in modo da avere un panorama più veritiero sul volume dei consumi di rete durante la navigazione.

OxygenOS Open Beta per OnePlus 3/3T aggiunge inoltre un look più accattivante per quanto riguarda i widget, in particolare per quello dedicato al meteo, tra i più consultati dalla community OxygenOS nonostante la presenza di app dedicate a questa funzione in maniera più specifica. Chi utilizza spesso lo smartphone per screen capture troverà infine molto utile la possibilità di catturare immagini dinamiche, come le GIF, oppure addirittura i video in playback, in modo da non limitarsi ad un semplice screenshot statico.

Vengono inoltre risolti i problemi relativi ai crash delle app di terze parti, mai da sottovalutare in un sistema aperto come OxygenOS; alla connettività Bluetooth e alla ricezione dei dati relativi alle previsioni del tempo. Come già detto in apertura, la nuova Open Beta potrà essere ricevuta con aggiornamento OTA se abbiamo già la precedente versione installata: per chi invece ne fosse sprovvisto, è comunque possibile flasharla manualmente.

via

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti