Shazam comprata da Apple: l’app per riconoscere le canzoni è valsa 400 milioni di dollari

Apple ha comprato ufficialmente Shazam, l’applicazione più famosa e usata al mondo per riconoscere le canzoni (ma anche film, serie TV ed altro) semplicemente mettendo uno smartphone, un tablet o altri dispositivi dotati di microfono vicino alla fonte di riproduzione. Il gigante di Cupertino secondo le indiscrezioni pagherebbe intorno ai 400 milioni di dollari per questa acquisizione, il che non è molto come potrebbe sembrare, dato che nel 2015 il valore dell’app era di circa un miliardo di dollari.

Esatto, un miliardo, proprio come il numero di download che sono stati superati l’anno scorso da Shazam. Con questa acquisizione, l’app potrebbe portare davvero molto nelle mani di Apple. Attualmente l’applicazione è già integrata in Siri, l’assistente vocale della mela che si trova su iPhone, iPad e macOS, e la mela era probabilmente la principale fonte di guadagno dell’app. Questo perchè quando riconosceva la musica, l’app forniva agli utenti un link in rilievo per ascoltarla e scaricarla su iTunes e Apple Music (oltre che su Spotify ed altri servizi di streaming musicali).

Posti dai quali, se la gente acquistava, veniva rilasciata una commissione. Con l’acquisizione di Shazam, la mela non dovrebbe più pagare commissioni a terzi. Stando a quanto dichiarato da Apple, la casa produttrice statunitense ha in serbo progetti molto interessanti che riguardano questa applicazione, e secondo speculazioni tra questi potrebbe entrare anche la realtà aumentata. Non ci resta che attendere per saperne di più.

Michele Ing

Sono Michele Ingelido, un blogger che lavora nel settore tecnologico da anni. Da perito tecnico mi definisco non solo un incurabile fanatico della tecnologia, ma anche un profondo estimatore di tutto ciò che intelligentemente crea innovazione, specie se in modo anticonformista e controcorrente… Un po’ come il Rock ‘n Roll! E-mail for any request: info@tech4d.it