Home » Software » Amazon lotta contro la contraffazione e porta Alexa in ambito medico
garanzia amazon

Amazon lotta contro la contraffazione e porta Alexa in ambito medico

di Michele Ingelido

Amazon ha introdotto un’importante novità in Italia che incentiverà la lotta alla contraffazione: stiamo parlando del servizio Transparency, che darà modo ai brand di associare un codice univoco ai propri prodotti. Grazie a tale codice sarà possibile verificare l’autenticità di ciascuna unità del prodotto ed avere una tracciabilità completa. Lo potranno fare sia i brand che gli stessi clienti, ma anche Amazon stessa prima di effettuare la spedizione ai clienti.

La soluzione è stata definita dal colosso dell’e-commerce semplice e scalabile e l’azienda sostiene che la possibilità di verificare l’autenticità dei prodotti lungo la filiera di distribuzione grazie a Trasparency impedirà che i prodotti contraffatti possano arrivare al cliente finale. Negli USA questo servizio è già presente da tempo e conta più di 4000 marchi, con il risultato che sono stati bloccati più di 250.000 prodotti contraffatti.

Intanto la Corte di Giustizia dell’UE ha stabilito che Amazon non è tenuta obbligatoriamente a dare ai clienti un numero per l’assistenza telefonica, rigettando quanto richiesto dal governo tedesco in riguardo. Amazon si sta impegnando anche sul fronte medico: in Gran Bretagna, infatti, il suo assistente vocale Alexa inizierà a dare consigli sulle malattie più comuni.

La soluzione nasce dopo un accordo con il National Health System ed è dedicata specialmente agli anziani e a chi ha problemi di vista, per diminuire il carico su medici e pronto soccorso. Alexa risponderà alle domande degli utenti riguardanti la salute attingendo dal sito dell’Nhs per permettere a questi ultimi di tenere sotto controllo la propria salute più facilmente. L’Nhs sta lavorando per estendere il servizio anche agli smart speaker non dotati di Alexa.

fonte: Engadget

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti