Home » Smartphone » Coronavirus: Xiaomi e Apple pagano le conseguenze dell’epidemia
coronavirus diffusione

Coronavirus: Xiaomi e Apple pagano le conseguenze dell’epidemia

di Roberto Naccarella

La situazione sanitaria in Cina sta diventando sempre più seria. La diffusione del Coronavirus sta richiedendo l’impiego di misure straordinarie e anche di decisioni molto severe. Anche la tecnologia deve adeguarsi alla criticità, e in tal senso le stazioni di diagnosi remota che ZTE è riuscita ad attivare con il 5G insieme alla costruzione di nuove infrastrutture 5G negli ospedali da parte di Huawei sono certamente un ottimo contributo.

Al tempo stesso, a causa del Coronavirus alcuni negozi fisici in Cina sono costretti a chiudere, almeno per qualche giorno. La conferma della chiusura dei punti vendita fisici fino al 2 febbraio è stata confermata ufficialmente. La scelta è stata determinata dal fatto che il virus 2019-nCoV si trasmette molto facilmente da un individuo all’altro, esattamente come l’influenza. Ecco perchè si tende ad evitare che più persone siano presenti contemporaneamente nello stesso luogo, una situazione che ovviamente faciliterebbe il contagio.

Anche per questo, sembra che Xiaomi stia seriamente pensando di cancellare l’evento di presentazione del Mi 10, sebbene non ci siano ancora conferme ufficiali. Il tipster Xiaomishka rivela che il gigante di Pechino potrebbe presentare i suoi prossimi smartphone in diretta streaming. Infine, secondo quanto riportato da Bloomberg, il Coronavirus potrebbe creare grossi problemi anche ad Apple, che sta lavorando al prossimo iPhone economico: sono emersi casi di contagio nelle vicinanze delle fabbriche dei fornitori Foxconn (Zhengzhou) e Pegatron (Shanghai).

Via: Bloomberg

Oggi è Cyber Monday! Scopri le ultime offerte tecnologia su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti