Home » Software » Android 11, finalmente arriva la prima Beta: tutte le novità di Google
google android 11

Android 11, finalmente arriva la prima Beta: tutte le novità di Google

di Roberto Naccarella

Con qualche giorno di ritardo rispetto a quanto stabilito inizialmente, Google ha ufficialmente rilasciato la prima Beta di Android 11, la prossima versione del suo sistema operativo. E’ quindi possibile osservare alcune delle novità introdotte da Big G nell’undicesima versione del robottino verde. Niente di rivoluzionario, ma tante migliorie che renderanno Android ancora più efficiente e all’altezza delle esigenze.

Novità di Android 11 beta

La prima caratteristica di spicco è quella che riguarda le notifiche delle app di messaggistica, che vengono messe insieme in una sezione nella parte alta della tendina delle notifiche nel tentativo di creare meno “caos”. Inoltre, con Android 11 l’utente potrà impostare una conversazione come “prioritaria” in modo tale da averla sempre disponibile davanti alle altre. La prima Beta di Android 11 conferma la presenza delle Bubbles, che sono delle sfere fluttuanti comuni in Facebook Messenger che consentono di aprire la conversazione in modo diretto.

Migliorato Voice Access nella sua interfaccia e aggiunti nuovi suggerimenti di testo ed emoji alla tastiera Gboard basati sull’intelligenza artificiale e il Federated Learning. Interessante anche la gestione della domotica, resa molto più semplice con Android 11. Basterà premere a lungo il tasto di accensione per accedere ad un menu attraverso il quale sarà possibile effettuare una serie di operazioni, come l’accensione delle luci, la chiusura delle porte, l’avvio di un elettrodomestico e altro ancora.

Si potrà switchare tra dispositivi audio più facilmente e fornire alle applicazioni dei permessi una-tantum invece che permanenti. E ci sono anche importanti novità per gli sviluppatori, tra cui il wireless ADB debugging e ADB incremental, il Modern Android Development e Jetpack Compose. Al momento la prima Beta di Android 11 è disponibile per i Google Pixel 2 e successivi che hanno avuto le Developer Preview, ma nel giro di poco arriverà anche sugli altri smartphone. Tra questi ci sono OPPO Find X2 e X2 Pro.

Fonte

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti