Home » Smartphone » Xiaomi Mi 11X e 11X Pro in uscita il 23 aprile, ma in Italia ci sono già
xiaomi mi 11i

Xiaomi Mi 11X e 11X Pro in uscita il 23 aprile, ma in Italia ci sono già

di Roberto Naccarella

Il 23 aprile sarà un’altra giornata importante per Xiaomi. L’azienda cinese ha presentato diversi prodotti nelle ultime settimane ma sembra proprio intenzionata ad arricchire ulteriormente il suo catalogo di smartphone. Per quella data è infatti previsto il lancio in India di due nuovi dispositivi di fascia alta, ovvero Mi 11X e 11X Pro, con la presentazione di un terzo telefono, il Mi 11 Ultra nella versione destinata al mercato indiano.

Ma si tratta davvero di due nuovi smartphone? Non esattamente. Anche stavolta il gigante cinese ha voluto riproporre due smartphone già lanciati sul mercato, semplicemente cambiando nome per lanciarli sul mercato indiano. Xiaomi Mi 11X è già noto in Cina come Redmi K40 e in Italia come POCO F3, mentre la variante Pro si è già fatta conoscere in Cina come Redmi K40 Pro +, mentre in Italia è il Mi 11i, presentato nel grande evento di fine Marzo insieme al suddetto 11 Ultra. I due dispositivi sono alimentati rispettivamente dai processori Snapdragon 870 e 888, e sono per questo dei modelli con hardware top di gamma. In Europa e in Italia sono stati annunciati con prezzi rispettivamente di 369 e 649 euro.

xiaomi mi 11x uscita

Niente di particolarmente nuovo, quindi, anche se c’è comunque un certo interesse per capire se la società con sede a Pechino non avrà operato qualche piccolo cambiamento con questi nuovi prodotti. Nel frattempo, trapelano indiscrezioni anche su Mi Smart Band 6, che potrebbe essere anch’esso presentato nell’evento del 23 aprile. Ma anche in questo caso nulla di nuovo, considerando che per l’Europa è già stato presentato sempre a fine Marzo. Alcune fonti riportano anche la possibilità che Xiaomi lanci il Mi Watch Lite lo stesso giorno (rebrand di Redmi Watch, ndr).

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti