Home » Smartphone » Xiaomi e Lenovo voltano le spalle alla Russia dopo le pressioni USA
guerra russia ucraina putin

Xiaomi e Lenovo voltano le spalle alla Russia dopo le pressioni USA

di Michele Ingelido

Non solo gli Stati, ma anche le grandi aziende tecnologiche occidentali hanno fatto fronte comune per punire la Russia dopo l’invasione dell’Ucraina e lo scatenamento di un conflitto che potrebbe sfociare nella terza guerra mondiale. Tuttavia non hanno seguito lo stesso esempio i colossi orientali, in primis quelli cinesi, complice le pressioni di Pechino che li ha intimati a resistere alla coercizione dell’occidente.

Ma adesso la situazione sembra stia leggermente cambiando, anche se non ci sono dichiarazioni aperte da parte dei giganti cinesi riguardo l’abbandono dei mercati della Russia. Secondo il Wall Street Journal, dopo la dipartita di DJI a Russia e Ucraina, alcune società cinesi di alta tecnologia tra cui anche Xiaomi e Lenovo si stanno ritirando in modo silenzioso dalla Federazione Russa e ciò è da interpretare come un cedimento alla pressione dei fornitori statunitensi.

Il Wsj sostiene che nonostante l’assenza di annunci ufficiali le consegne in Russia da parte di queste aziende si sono ridotte. Potrebbero essere i primi risultati degli avvertimenti degli USA che hanno minacciato di smettere di fornire il loro software alle aziende cinesi se queste avessero continuato a fornire semiconduttori a Mosca eludendo le sanzioni.

Il Wsj osserva come nelle ultime settimane non ci siano state consegne di smartphone Xiaomi in terra russa. Inoltre stando ai dati di fornitori, società di logistica e ricerche di mercato Lenovo ha interrotto le consegne nel Paese poco dopo l’inizio del conflitto, anche se alcune scorte risultano tutt’ora disponibili. Ricordiamo che le aziende tecnologiche cinesi sono attualmente leader sul mercato russo in molti settori.

Via

Risparmia sulla tecnologia: scopri le offerte Amazon odierne!


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti