Home » Software » UE approva un codice di condotta contro la disinformazione online
unione europea disinformazione

UE approva un codice di condotta contro la disinformazione online

di Roberto Naccarella

Sono 34 i firmatari che hanno deciso di sottoscrivere il nuovo codice di condotta rafforzato sulla disinformazione, che va di fatto ad incrementare le linee guida già formulate nel codice di buone pratiche del 2018 per contrastare la diffusione di fake news e contenuti fuorvianti in un periodo di tensione nel quale potrebbero essere ancor più dannose. Nel dettaglio, il nuovo codice della Commissione Europea ha come obiettivo quello di combattere in maniera più concreta la disinformazione online, mediante l’assunzione di misure ancora più incisive.

Tra i firmatari ci sono i colossi dei social network come Meta, TikTok e Twitter, ma anche Google e Microsoft. Ci sono inoltre organismi che operano nel settore pubblicitario e altri che cercano da tempo di contrastare la diffusione di notizie false tramite il fact-checking. Va comunque registrata qualche assenza di peso, tra cui quella di Telegram. Ma cosa prevede il nuovo codice di condotta? Prima di tutto i tagli degli introiti pubblicitari ai soggetti che favoriscono la diffusione online di notizie false o fuorvianti.

In più, gli utenti verranno facilitati nel riconoscimento degli annunci politici tramite indicazioni più esplicite. Interventi più concreti verso i comportamenti che agevolano le fake news e maggiori strumenti a disposizione degli utenti per ‘difendersi’ sono poi altre misure riportate nel nuovo codice, che prevede anche un potenziamento delle attività di fact-checking in tutti gli stati membri e un supporto maggiore ai soggetti impegnati nelle attività di ricerca sulla disinformazione.

Fonte

💰 Risparmia sulla tecnologia: iscriviti al nostro canale Telegram di offerte! ✈️


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti