Home » Guide » Guide Android » Top 5 migliori smartphone con schermo curvo del 2021: guida all’acquisto
smartphone con schermo curvo

Top 5 migliori smartphone con schermo curvo del 2021: guida all’acquisto

di Michele Ingelido Aggiornato il
Aggiornato il

Grazie a case produttrici come LG e Samsung, siamo entrati nell’era dello schermo curvo sia nel mondo delle TV che per i dispositivi mobili. Adesso possiamo guardare la televisione con le nuove Smart TV in un modo tutto nuovo. L’immersione è sensibilmente maggiore rispetto al display piatto sia con i file video che con i videogames, passando per le immagini. E una volta che le case produttrici sono venute a conoscenza del possibile (e giusto) gradimento del pubblico, questa tecnologia non ci ha messo molto ad arrivare anche sugli smartphone Android.

I display curvi hanno debuttato con dispositivi come Samsung Galaxy S6 Edge e sono sopravvissuti nel tempo fino ad evolversi negli schermi curvi e pieghevoli di ultima generazione che stanno stupendo tutti. Alcuni si chiedono il perchè di questa innovazione che all’apparenza sembra inutile, ma vi assicuriamo che guardare un display curvo è un’esperienza molto più appagante per la nostra vista di quanto non lo sia uno flat.

Certo, bisogna scendere ad alcuni compromessi, tra cui una visione non totalmente limpida a causa dei riflessi e i tocchi accidentali, ma come estetica è qualcosa di irresistibile. La prima casa produttrice di smartphone cinesi entrata nel club fu Vivo, ma con Xiaomi Mi Note 2 ed altri dispositivi anche Xiaomi e Huawei (le due case produttrici cinesi più sostenute al mondo) sono arrivate con smartphone del genere. E oggi giorno una grande parte dei top di gamma più potenti ha un display curvato.

Ma veniamo a noi. La maggior parte dei telefoni cellulari moderni vantano una curvatura 2.5D ai bordi che da un gran tocco di classe al design. Bene, per i meno esperti, vi avvisiamo già da ora che non parleremo di quelli, ma di quelli con una curvatura almeno 3D che interessa almeno i lati del display, perchè sono quelli che danno il massimo dell’esperienza display curvo.

E vi avvisiamo anche che non includeremo tra i nostri consigli gli smartphone con display pieghevole dei quali abbiamo parlato in separata sede, perchè non danno quell’effetto che un utente si aspetta da un display curvo e servono per altri scopi, non per fornire il massimo di eleganza ed estetica. Detto ciò, in questa guida vi mostriamo la top 5 migliori smartphone con schermo curvo, dispositivi all’apparenza inutili ma in realtà dalle grandi potenzialità e che offrono un’esperienza visiva potenzialmente divina.

Indice

Migliori smartphone con schermo curvo: la top 5

E’ arrivato il momento di scoprire sul serio quali sono i 5 smartphone migliori con schermo curvo fra tutti quelli attualmente in commercio. Tutti i modelli che troverete sono Android perchè gli iPhone hanno tutti dei display flat. Vi lasciamo quindi alla nostra top corredata delle migliori offerte per l’acquisto dei vari terminali.

Motorola Edge

motorola edge+

Il rapporto display/pannello frontale di Motorola Edge è impressionante. Lo schermo curvo di questo smartphone copre quasi tutto il pannello frontale avvicinandosi ad una percentuale di copertura del 96%. Ciononostante si tratta di un modello di fascia media disponibile ad un prezzo che definire vantaggioso è un eufemismo.

Ha inoltre un bellissimo display OLED con refresh rate a 90 Hz e certificazione HDR10 che si contraddistingue per le sue notevoli capacità di riproduzione del colore e una risoluzione Full HD+. Oltre ad un design elegante troviamo anche una buona qualità costruttiva, con una cornice realizzata in alluminio ed un rivestimento idrorepellente che garantisce un minimo di resistenza ai liquidi.

Molto bene le prestazioni, grazie ad un processore Qualcomm Snapdragon 765G che si posiziona nella fascia medio-alta con un’ottima velocità e buone capacità di adattamento a qualsiasi applicazione. In abbinamento ci sono fino a 6 GB di RAM e una memoria interna di tipo UFS 2.1 fino a 256 GB a seconda della variante.

Motorola Edge esegue Android 10 in una versione vicina al sistema operativo stock, quindi con poche personalizzazioni. Molto valido il comparto fotografico composto da una quadrupla fotocamera da 64 + 8 + 16 MP + sensore TOF, inclusiva di zoom ottico 2x e grandangolo. Non si tratta di un top camera phone, ma si difende molto bene in tanti scenari ed è molto versatile.

Il device ha anche una buona fotocamera frontale da 25 Megapixel, dei potenti altoparlanti stereo e una soddisfacente batteria da 4500 mAh che assicura la giornata di uso intenso senza particolari problemi. Un medio gamma a dir poco perfetto, specie considerando il prezzo.

Clicca qui per acquistarlo direttamente su Amazon:

Xiaomi Mi 11

xiaomi mi 11

Xiaomi Mi 11 è un top di gamma, ma non uno dei più costosi. Si propone infatti come un flagship killer (anche se è un po’ più di questo e in realtà si posiziona tra i flagship killer e i top gamma più costosi), con caratteristiche di fascia alta ma non eccessive, per garantire un prezzo contenuto. E naturalmente ha uno schermo curvo che lo rende molto elegante.

Uno schermo che copre più del 91% di tutta la parte frontale con bordi molto difficili da notare. Xiaomi Mi 11 ha un design composto da materiali di alta qualità, che includono il metallo per il frame e il vetro anche per la scocca posteriore, oltre che per il display. Ha una scocca davvero molto originale e dal look futuristico.

A proposito di schermo, è un pannello AMOLED davvero considerevole con refresh rate a 120 Hz, un miliardo di colori, luminosità fino a 1500 nit e certificazione HDR10+. Ha un eccellente contrasto e mostra colori brillanti, vanta una diagonale di 6,81 pollici e una altissima risoluzione Quad HD+.

Tra le specifiche tecniche troviamo anche un comparto hardware da vero flagship, con il processore Snapdragon 888 e una RAM a partire da 8 GB abbinata a una memoria UFS 3.1. Oltre ad avere prestazioni strabilianti il Mi 11 si distingue dalla massa anche per i suoi speaker stereo di alto livello.

Ha inoltre una quadrupla fotocamera da 108 Megapixel con OIS ottima nello scattare le normali foto che registra anche video in 8K: purtroppo manca di zoom ottico, ma le foto tradizionali vengono davvero benissimo. La batteria da 4600 mAh ha un’autonomia di una giornata intensa e supporta sia la ricarica rapida a 55W che la ricarica wireless a 50W e la ricarica inversa.

Clicca qui per acquistarlo direttamente su Amazon:

OnePlus 9 Pro

oneplus 9 pro

Anche OnePlus 9 Pro è un top di gamma dal design esemplare ed ha uno schermo curvo. Il suo display è curvo sui due lati e copre oltre il 90% del pannello frontale, con un foro posizionato in alto a sinistra che ospita una buona fotocamera frontale da 16 Megapixel. Il suo design consiste in una scocca in vetro curva come il display e un profilo in alluminio.

Il vetro è protetto da Gorilla Glass 5 e il design si mostra molto omogeneo e minimale. Il device è impermeabile con la certificazione IP68 e resiste alla polvere e alle immersioni. Lo schermo ha una resa stupefacente: è un pannello AMOLED da 6,7 pollici con risoluzione Quad HD+, refresh rate adattivo da 1 a 120 Hz grazie alla tecnologia LTPO, luminosità fino a 1300 nit, certificazione HDR10+ e un miliardo di colori.

La resa cromatica di questo display è eccezionale e lo stesso vale per la definizione e i contrasti. Lo smartphone non ha un peso e uno spessore eccessivo, eppure monta una buona batteria da 4500 mAh che supporta sia la ricarica rapida a 65W che la ricarica wireless a 50W, dall’autonomia non lontana da una giornata stress.

Molto bene gli altoparlanti stereo e straordinario il comparto hardware che consiste in un processore Snapdragon 888, 8 o 12 GB di RAM e memorie UFS 3.1 fino a 256 GB. E’ un top di gamma fra i più veloci e potenti del 2021 e può reggere qualsiasi utilizzo alla grande senza impuntamenti.

OnePlus 9 Pro è anche lo smartphone della svolta a livello fotografico: questo device con schermo curvo ha una quadrupla fotocamera Hasselblad da 48 + 8 + 50 MP dotata di doppia OIS, zoom ottico 3x, sensore grandangolare e lente per la profondità, che può registrare video in 8K. Gli scatti sono di qualità lodevole praticamente in ogni situazione e anche la modalità notte funziona molto bene.

OPPO Find X3 Pro

oppo find x3 pro

Sono innumerevoli gli intenditori che hanno definito il design di Find X3 Pro il migliore in assoluto nella sua generazione, e non solo per lo schermo curvo. Questo smartphone ha vinto perfino il Red Dot Design Award 2021. Il dispositivo si presenta con un’estetica davvero unica: la sua scocca è un vetro tutto curve, senza nessuna interruzione, realizzata con un processo di 40 ore e con temperature fino a 700 °C. Il vetro di cui è composta è lavorato così meticolosamente e in modo raffinato da sembrare ceramica.

È davvero un esercizio di stile e in più è anche impermeabile con la certificazione IP68. Poi c’è lo schermo curvo, che copre circa il 90% del pannello frontale con bordi sottilissimi e un piccolo foro in alto a sinistra per un eccellente selfie camera da 32 Megapixel. E come non parlare del display?

È indubbiamente uno dei migliori mai esistiti: trattasi di uno schermo curvo con profondità colore a 10 bit che può mostrare un miliardo di colori, ha un’alta risoluzione Quad HD+, un refresh rate a 120 Hz, la certificazione HDR10+, una luminosità di picco fino a ben 1300 nit e una diagonale di 6,7 pollici.

Non gli manca davvero nulla e restituisce un’esperienza visiva superlativa. Passando al comparto hardware è ai vertici del settore con il processore Snapdragon 888, 12 GB di RAM e 256 GB di memoria UFS 3.1. Come se non bastasse è anche uno dei migliori camera phone in assoluto grazie a una quadrupla fotocamera da 50 + 13 + 50 + 3 MP inclusiva di doppio sensore principale Sony IMX766 e fotocamera microscopio con ingrandimento fino a 60x.

Quasi impossibile mettere in difficoltà questo telefono a livello fotografico. Chiudono il quadro una batteria da 4500 mAh ben ottimizzato con una velocissima ricarica a 65W e ricarica wireless a 30W e degli altoparlanti dall’audio incredibile, anch’essi tra i migliori.

Samsung Galaxy S21 Ultra

samsung galaxy s21 ultra

Samsung è la regina dello schermo curvo, colei che i display edge-to-edge li ha inventati. Il Galaxy S21 Ultra ha un display curvo ambo i lati e per liberarsi dei bordi adotta un foro nello schermo curvo posizionato al centro, che include la fotocamera anteriore.

Tra l’altro una delle fotocamere frontali più efficienti al mondo (ben 44 MP con Auto-HDR e registrazione video in 4K). Con la sua risoluzione Quad HD+, la tecnologia HDR10+ e la tecnologia Dynamic AMOLED (e LTPO), il display da 6,8 pollici di Galaxy S21 Ultra ha pochissimi rivali in tutto il mondo. Lo smartphone è resistente all’acqua (IP68) ed ha eccellenti prestazioni grazie al processore Exynos 2100 comparabile a Snapdragon 888 e abbinato a una RAM di almeno 12 GB.

Strabiliante anche il lato foto con una quadrupla fotocamera da 108 + 10 + 10 + 12 MP con OIS, grandangolo, zoom ottico fino a 10x per adattarsi al meglio ad ogni situazione, nonchè una stabilizzazione straordinaria. Di enorme spessore è anche la batteria da 5000 mAh, che tra l’altro supporta la ricarica wireless e la ricarica wireless inversa.

Come il Galaxy S21 Ultra, anche Galaxy S20 Ultra ha uno schermo curvo, tra l’altro anche molto più compatto e con un foro singolo nel display che include una sola fotocamera. Tuttavia per via dell’assenza del supporto alla S Pen (S21 Ultra è il primo della serie S che supporta la S Pen come i Note) e fotocamere inferiori, consideriamo migliore la versione 2021. Ma naturalmente con S20 Ultra potete risparmiare parecchio.

Clicca qui per acquistarlo direttamente su Amazon a prezzo super conveniente:

Alternative tra i migliori smartphone con schermo curvo

Essendo i display curvi un trend a tutti gli effetti, sul mercato ci sono anche tanti altri smartphone con schermo curvo, alcuni dei quali rappresentano validissime alternative ai modelli che vi abbiamo già elencato. Ecco quelli che riteniamo i migliori smartphone con schermo curvo del momento ad esclusione dei modelli nella classifica che vi abbiamo già proposto.

Com’è uno schermo curvo su uno smartphone

Molti sono i produttori che hanno cercato di fare successo inserendo uno schermo curvo sul proprio smartphone. La tipologia di display curvo che ha avuto più riscontro è senza dubbio quella introdotta da Samsung, ossia quella con curvatura ai lati.

Una curvatura che da una sensazione di infinito, chiamata edge-to-edge. Ci sono stati anche altri tipi di curvature, come ad esempio quella in verticale (leggera) dei vecchi LG G Flex, ma negli ultimi anni l’unico schermo curvo che ha fatto successo è quello stile Samsung. Esteticamente da un effetto davvero bellissimo, mentre in termini di esperienza visiva e prestazioni non cambia praticamente nulla.

E’ quindi una pura questione di design avere o meno uno schermo curvo. Da precisare che con display curvato non si intende la semplice curvatura 2.5D presente sul vetro di gran parte dei cellulari, bensì una curvatura più accentuata che riguarda anche lo schermo.

Attenzione: oltre allo schermo curvo, non più tanto attuale e in voga, ci sono anche i display borderless che abbelliscono il design facendo diventare gli smartphone veri e propri esercizi di stile e facendoli restare compatti nonostante le diagonali superiori a 6 pollici! Per saperne di più, scopri i migliori smartphone borderless dell’anno! [Clicca Qui]

LCD vs AMOLED: quale scegliere

Ci possono essere 2 tipi di schermo curvo: LCD o AMOLED. Quale scegliere dipende dai vostri gusti. I secondi sono generalmente più amati per la loro resa visiva: hanno colori più accesi e neri più profondi. Inoltre, hanno consumi più bassi e la batteria dura di più. I primi invece durano di più nel tempo: gli AMOLED sono infatti proni all’effetto burn-in.

Parliamo del fatto che dopo anni alcuni elementi delle immagini potrebbero rimanere impresse in modo permanente nello schermo curvo, cosa che non accade con i display LCD. Scegliete voi quindi quale vi aggrada di più, in ogni caso non farete a prescindere una cattiva scelta perchè la qualità di un display non si valuta solo da questo tipo di tecnologia.

Svantaggi di un display curvato

Se da un lato lo schermo curvo è uno degli elementi di design più belli, da un altro è anche vero che rispetto allo schermo piatto può creare alcuni svantaggi. Le pecche di questo tipo di display sono principalmente 2, anche se di poco conto. La prima è il rischio maggiore di toccare inavvertitamente i bordi dello schermo curvo con le dita causando tocchi involontari.

La seconda è la difficoltà nell’applicare in modo preciso le pellicole protettive per la protezione, a causa della curvatura. Non si tratta di chissà quali catastrofi, è qualcosa di facilmente sorvolabile da parte dei più, ma volevamo comunque informarvi al riguardo.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti