Home » Guide Android » Guide » Top 5 migliori smartphone con schermo curvo del 2020
smartphone con schermo curvo

Top 5 migliori smartphone con schermo curvo del 2020

di Michele Ingelido

Grazie a case produttrici come LG e Samsung, siamo entrati nell’era del display curvo sia nel mondo delle TV che per i dispositivi mobili. Adesso possiamo guardare la televisione con le nuove Smart TV in un modo tutto nuovo. L’immersione è sensibilmente maggiore rispetto al display piatto sia con i file video che con i videogames, passando per le immagini. E una volta che le case produttrici sono venute a conoscenza del possibile (e giusto) gradimento del pubblico, questa tecnologia non ci ha messo molto ad arrivare anche sugli smartphone Android.

I display curvi hanno debuttato con dispositivi come Samsung Galaxy S6 Edge e sono sopravvissuti nel tempo fino ad evolversi negli schermi curvi e pieghevoli di ultima generazione che stanno stupendo tutti. Alcuni si chiedono il perchè di questa innovazione che all’apparenza sembra inutile, ma vi assicuriamo che guardare uno schermo curvo è un’esperienza molto più appagante per la nostra vista di quanto non lo sia uno flat.

Certo, bisogna scendere ad alcuni compromessi, tra cui una visione non totalmente limpida a causa dei riflessi e i tocchi accidentali, ma come estetica è qualcosa di irresistibile. La prima casa produttrice di smartphone cinesi entrata nel club fu Vivo, ma con Xiaomi Mi Note 2 ed altri dispositivi anche Xiaomi e Huawei (le due case produttrici cinesi più sostenute al mondo) sono arrivate con smartphone del genere. E oggi giorno una grande parte dei top di gamma più potenti ha un display curvato.

Ma veniamo a noi. La maggior parte dei telefoni cellulari moderni vantano una curvatura 2.5D ai bordi che da un gran tocco di classe al design. Bene, per i meno esperti, vi avvisiamo già da ora che non parleremo di quelli, ma di quelli con una curvatura almeno 3D che interessa almeno i lati del display, perchè sono quelli che danno il massimo dell’esperienza display curvo.

E vi avvisiamo anche che non includeremo tra i nostri consigli gli smartphone con display pieghevole dei quali abbiamo parlato in separata sede, perchè non danno quell’effetto che un utente si aspetta da un display curvo e servono per altri scopi, non per fornire il massimo di eleganza ed estetica. Detto ciò, in questa guida vi mostriamo la top 5 migliori smartphone con schermo curvo, dispositivi all’apparenza inutili ma in realtà dalle grandi potenzialità e che offrono un’esperienza visiva potenzialmente divina.

Indice

Migliori smartphone con schermo curvo: la top 5

E’ arrivato il momento di scoprire sul serio quali sono i 5 smartphone migliori con schermo curvo fra tutti quelli attualmente in commercio. Tutti i modelli che troverete sono Android perchè gli iPhone hanno tutti dei display flat. Vi lasciamo quindi alla nostra top corredata delle migliori offerte per l’acquisto dei vari terminali.

Xiaomi Mi Note 10

xiaomi mi note 10

Il Mi Note 10 è uno smartphone di fascia media in termini di scheda tecnica e di fascia top di gamma in quanto a comparto fotografico. Vanta un display curvo da tutti e due i lati con un notch a goccia che copre più dell’85% di tutta la parte frontale del dispositivo. Lo schermo curvo lo pone tra i migliori smartphone per il design insieme alla sua struttura realizzata con parte posteriore in vetro Gorilla Glass 5 e cornice in alluminio.

Lo schermo è da 6,47 pollici, ha dimensioni soddisfacenti per gli utenti esigenti ma non eccessive. Ma soprattutto offre un’ottima qualità dell’immagine grazie alla tecnologia AMOLED, una risoluzione Full HD+, un’alta copertura DCI-P3 e la tecnologia HDR10. Un display veramente valido anche se non ai massimi della categoria.

Ma parlavamo del comparto fotografico: con una quintupla fotocamera posteriore che include un sensore da 108 Megapixel, zoom ottico 5x, OIS, grandangolo e sensore macro, questo è uno dei migliori camera phone al mondo. Scatta foto con un dettaglio stratosferico e se la cava bene sia con lo zoom che in scarse condizioni di luce. Ha anche un flash a LED quadruplo e può registrare video in super slow-motion a 960 fps.

Buona anche la fotocamera frontale da 32 Megapixel. E non è finita qui: la batteria da 5260 mAh lo rende anche uno dei migliori smartphone per autonomia. Se non lo stressate troppo si avvicina ai 3 giorni di durata. Il processore, seppur eccellente, è un medio di gamma: lo Snapdragon 730G accompagnato da 6 GB di RAM.

Clicca qui per acquistarlo direttamente su Amazon:

Huawei P30 Pro

huawei p30 pro

Anche Huawei, per il suo più potente top di gamma della sua serie più importante, ha optato per uno schermo curvo. Con un rapporto display-corpo molto vicino al 90%, questo dispositivo ha una curvatura ai lati e bordi veramente difficili da notare, nonchè un minuto notch a goccia sulla parte superiore del display.

Il suo design è veramente molto ricercato, lo si nota facilmente dai suggestivi effetti di luce della scocca in vetro e dai materiali, che includono anche un frame in alluminio. Perlopiù si tratta di un dispositivo impermeabile con certificazione IP68 che può resistere a immersioni fino a 2 metri di profondità.

E’ un top di gamma specialmente a livello fotografico e si è dimostrato uno dei migliori terminali per scattare foto con poca luce grazie al paradigma RYYB che sostituisce il verde dell’RGB con il giallo per catturare molta più luce. Ha una tripla fotocamera che include OIS e sensore periscopico con un meraviglioso zoom ottico 5x, nonchè un ottimo sensore frontale da 32 MP.

Si tratta anche di un high-end dal punto di vista hardware, grazie al processore Kirin 980 e una RAM fino a 8 GB. Altro dettaglio importante è la batteria, che con i suoi 4200 mAh dura due giorni di uso stressato e supporta la ricarica rapida a 40W, la ricarica wireless e perfino la funzione power bank in modalità wireless. Ha infine uno schermo curvo che spicca anche per la sua qualità, grazie all’HDR, alla tecnologia OLED e all’alta copertura DCI-P3.

Oltre al P30 Pro vi consigliamo anche Mate 30 Pro, nonostante non abbia i servizi Google e il suo prezzo sia davvero alto. E’ uno dei migliori smartphone con schermo curvo e non stiamo parlando di una curvatura qualsiasi, perchè si tratta di una delle curvature più accentuate in assoluto.

Il display è così curvato che non ci sono nemmeno i tasti fisici, i quali vengono rimpiazzati da una tecnologia di nome side touch che assolve alle funzioni dei tasti fisici attraverso un’area laterale sensibile al tocco. Mate 30 Pro è uno smartphone ancora migliore rispetto al P30 Pro, in prestazioni, fotografia e autonomia. Ed offre anche tutte le funzioni del P30 Pro, nessuna esclusa. Ha un notch un po’ più grande, ma serve per ospitare una doppia fotocamera frontale con riconoscimento facciale 3D.

Clicca qui per acquistarlo direttamente su Amazon:

Samsung Galaxy S10+

samsung galaxy s10

Samsung è la regina dello schermo curvo, colei che i display edge-to-edge li ha inventati. Il Galaxy S10+ ha un display curvo ambo i lati e per liberarsi dei bordi non adotta il classico notch a goccia, bensì un foro nello schermo curvo che include due fotocamere anteriori.

Tra l’altro una delle fotocamere frontali più efficienti al mondo. Con la sua risoluzione Quad HD+, la tecnologia HDR10+ e la tecnologia Dynamic AMOLED, il display da 6,4 pollici di Galaxy S10+ ha pochissimi rivali in tutto il mondo. Lo smartphone è resistente all’acqua (IP68) ed ha eccellenti prestazioni grazie al processore Exynos 9820 comparabile a Snapdragon 855 e abbinato a una RAM di almeno 8 GB.

Considerevole anche il lato foto con una tripla fotocamera da 12 e 16 MP con OIS e apertura variabile per adattarsi al meglio ad ogni situazione, nonchè una stabilizzazione straordinaria. Di enorme spessore è anche la batteria da 4100 mAh, che tra l’altro supporta la ricarica wireless e la ricarica wireless inversa.

Come il Galaxy S10+, anche Galaxy S10 standard ha uno schermo curvo, tra l’altro anche molto più compatto e con un foro singolo nel display che include una sola fotocamera. Tuttavia per via della sua batteria da soli 3400 mAh e il suo rapporto qualità prezzo inferiore, definiamo una scelta di gran lunga migliore la versione Plus.

Clicca qui per acquistarlo direttamente su Amazon a prezzo super conveniente:

OnePlus 7T Pro

oneplus 7t pro

Negli ultimi anni OnePlus è riuscita davvero a fare miracoli dal punto di vista del design. Con il 7T Pro avrete a disposizione non solo uno schermo curvo ai lati, ma anche un pannello “full screen” senza bordi e senza nemmeno la necessità di un notch. Questo dispositivo sembra davvero tutto display grazie a dei bordi quasi inesistenti e a una fotocamera pop-up motorizzata posizionata sulla parte superiore.

Per questo motivo è tra i migliori smartphone per estetica. Ha anche una scocca posteriore in vetro molto minimale, con una colorazione a sfumatura da schianto. E’ protetto da Gorilla Glass 5 ed ha anche una cornice in alluminio. Oltre ad essere tra i cellulari più belli, OnePlus 7T Pro è anche tra i più prestanti grazie al processore Snapdragon 855+ e fino a 12 GB di RAM abbinati a una memoria UFS 3.0. Esistono davvero pochi comparti hardware a questo livello. E se aggiungiamo l’ottimizzazione software spettacolare con Android 10 e OxygenOS otteniamo uno degli smartphone più veloci e reattivi in assoluto.

In più abbiamo un display veramente impressionante con risoluzione Quad HD+, frequenza di aggiornamento a 90 Hz per un’esperienza super fluida (non a caso è un pannello Fluid AMOLED), copertura DCI-P3 completa per colori estremamente realistici ed anche lo standard HDR10+. Ottima anche l’autonomia della batteria da 4085 mAh, che regge sempre più di una giornata di uso intensivo. E niente male la tripla fotocamera da 48 MP con zoom ottico 3x e OIS.

Samsung Galaxy Note 10+

samsung galaxy note 10+ gradiente

Con le sue forme squadrate il Samsung Galaxy Note 10+ ha un aspetto veramente molto professionale, ma non per questo poco elegante. Ha uno schermo curvo da tutti e due i lati, edge-to-edge, ma non solo. Grazie al fatto che copre oltre il 90% di tutta la parte frontale, è uno dei display più borderless in assoluto.

Oltre ad essere curvo ha infatti bordi quasi inesistenti, e ciò per un pannello da ben 6,8 pollici dalle forme squadrate è spettacolare. E’ uno dei display più grandi per smartphone e lo rende anche tra i migliori smartphone per qualità visiva grazie alle tecnologie Dynamic AMOLED e HDR10+, aggiunte a un’altissimam risoluzione Quad HD+.

Questo schermo curvo supporta anche la S Pen con cui si può scrivere e disegnare a mano con 4096 livelli di pressione. La penna può essere usata anche come controller di movimento grazie a sensori di movimento e Bluetooth. Samsung Galaxy Note 10+ è impermeabile e ha una voluminosa batteria da 4300 mAh con supporto alla ricarica wireless inversa.

Ha performance strabilianti grazie al processore Exynos 9825 e 12 GB di RAM abbinati a una memoria UFS 3.0. Ed ha anche una delle fotocamere più pazzesche: un triplo sensore stabilizzato otticamente con apertura focale variabile che scatta in modo eccellente in ogni ambito. Tuttavia è anche uno dei dispositivi più costosi, oltre ad essere tra i più completi.

BONUS – Xiaomi Mi Mix Alpha con schermo curvo avvolgente

xiaomi mi mix alpha

Purtroppo non è stato commercializzato in Italia, almeno finora, ma non potevamo non proporvi questa novità: stiamo parlando di Xiaomi Mi Mix Alpha, lo smartphone con schermo curvo più spettacolare che abbiamo mai visto fino al momento del suo lancio. Schermo curvo è un eufemismo: questo dispositivo ha un display avvolgente, che non si ferma alla parte frontale ma continua anche sul retro.

E’ un dispositivo che vince qualsiasi confronto perchè è quasi tutto display, in quanto l’unica parte in cui lo schermo curvo non è presente è una sottile barra verticale che include il comparto fotografico. E che comparto fotografico, dato che abbiamo la presenza di un sensore da 108 Megapixel. Lo schermo curvo Flexible Super AMOLED con risoluzione 2K si interrompe per fare spazio a tre fotocamere con zoom ottico incluso che possono essere usate anche per selfie.

Si tratta anche di un top di gamma alla ennesima potenza, grazie a un processore Snapdragon 855+ e 12 GB di RAM uniti a 512 GB di memoria UFS 3.0. Chiude il quadro una batteria da 4050 mAh con ricarica rapida a 40W.

Com’è uno schermo curvo su uno smartphone

Molti sono i produttori che hanno cercato di fare successo inserendo uno schermo curvo sul proprio smartphone. La tipologia di display curvo che ha avuto più riscontro è senza dubbio quella introdotta da Samsung, ossia quella con curvatura ai lati.

Una curvatura che da una sensazione di infinito, chiamata edge-to-edge. Ci sono stati anche altri tipi di curvature, come ad esempio quella in verticale (leggera) dei vecchi LG G Flex, ma negli ultimi anni l’unico schermo curvo che ha fatto successo è quello stile Samsung. Esteticamente da un effetto davvero bellissimo, mentre in termini di esperienza visiva e prestazioni non cambia praticamente nulla.

E’ quindi una pura questione di design avere o meno uno schermo curvo. Da precisare che con display curvato non si intende la semplice curvatura 2.5D presente sul vetro di gran parte dei cellulari, bensì una curvatura più accentuata che riguarda anche lo schermo.

Attenzione: oltre allo schermo curvo, non più tanto attuale e in voga, ci sono anche i display borderless che abbelliscono il design facendo diventare gli smartphone veri e propri esercizi di stile e facendoli restare compatti nonostante le diagonali superiori a 6 pollici! Per saperne di più, scopri i migliori smartphone borderless dell’anno! [Clicca Qui]

LCD vs AMOLED: quale scegliere

Ci possono essere 2 tipi di schermo curvo: LCD o AMOLED. Quale scegliere dipende dai vostri gusti. I secondi sono generalmente più amati per la loro resa visiva: hanno colori più accesi e neri più profondi. Inoltre, hanno consumi più bassi e la batteria dura di più. I primi invece durano di più nel tempo: gli AMOLED sono infatti proni all’effetto burn-in.

Parliamo del fatto che dopo anni alcuni elementi delle immagini potrebbero rimanere impresse in modo permanente nello schermo curvo, cosa che non accade con i display LCD. Scegliete voi quindi quale vi aggrada di più, in ogni caso non farete a prescindere una cattiva scelta perchè la qualità di un display non si valuta solo da questo tipo di tecnologia.

Svantaggi di un display curvato

Se da un lato lo schermo curvo è uno degli elementi di design più belli, da un altro è anche vero che rispetto allo schermo piatto può creare alcuni svantaggi. Le pecche di questo tipo di display sono principalmente 2, anche se di poco conto. La prima è il rischio maggiore di toccare inavvertitamente i bordi dello schermo curvo con le dita causando tocchi involontari.

La seconda è la difficoltà nell’applicare in modo preciso le pellicole protettive per la protezione, a causa della curvatura. Non si tratta di chissà quali catastrofi, è qualcosa di facilmente sorvolabile da parte dei più, ma volevamo comunque informarvi al riguardo.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.

Potrebbe anche interessarti