Home » Software » GBoard Beta 6.5, la tastiera Google ora supporta sticker e Bitmoji
gboard

GBoard Beta 6.5, la tastiera Google ora supporta sticker e Bitmoji

di Roberta Betti

GBoard, la tastiera personalizzata Google adottata da tantissimi utenti smartphone come valido sostituto alla tastiera di default, si aggiorna alla Beta 6.5, e compie un passo in avanti significativo per chi considera sticker, emoji e GIF come parte integrante delle chat quotidiane. Dopo l’ultimo aggiornamento che permette di inserire immagini animate in tutte le app supportate, GBoard apre al mondo degli sticker, sempre più diffusi sugli instant messenger, e a Bitmoji, avatar personalizzati che hanno raggiunto un grande livello di popolarità su app come Snapchat.

Troviamo nell’ultima beta una nuova tab accessibile dalla barra a pulsanti della tastiera oppure dal menu in overflow sullo schermo, ma se lo troviamo più comodo anche premendo il pulsante emoji e spostandoci sulla Stickers Tab in fondo all’interfaccia. Una volta che ci troviamo nella nuova tab, possiamo installare nuovi sticker pack direttamente da Play Store, oppure scaricare l’app Bitmoji (creata da Bitstrips, conosciuta per i fumetti personalizzati condivisi dai nostri contatti su Facebook) per creare nuovi sticker o emoji custom, da condividere su ogni app che supporta le GIF di Gboard.

I nuovi sticker pack o le Bitmoji sono facilmente reperibili, dopo l’installazione, essendo visibili come icona in fondo alla Gboard. Con un semplice tap, possiamo scoprire tutti gli sticker a nostra disposizione (e possiamo ovviamente ricercarli utilizzando la searchbar). L’ultimo update della popolare tastiera Google mostra anche un nuovo pannello dedicato ai Temi, rendendola sempre più aperta a nuove personalizzazioni: trattandosi di una versione beta, alcuni feature sono certamente da perfezionare, ma la versione stabile dell’app arriverà prima di quanto ci aspettiamo.

via

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti