Home » App & Gaming » Signal: l’app per chattare in sicurezza si aggiorna con username criptati e altro
signal

Signal: l’app per chattare in sicurezza si aggiorna con username criptati e altro

di Roberta Betti

Signal è un’app diventata rapidamente un’ottima alternativa tra i principali messenger incentrati sulla sicurezza e la crittografia end-to-end. Nata per assicurare un alto livello di privacy tra gli utenti, è disponibile sia per iOS che Android, ed è capace di offrire supporto a tante funzionalità quali video e audio chiamate.

Ora, l’app Signal si prepara ad un aggiornamento essenziale per chi vuole rendere più dettagliato il proprio profilo senza temere per la propria privacy. Il nuovo update riguarderà l’aggiunta di un nome e di un’immagine utente personalizzata, che potranno essere criptati nel momento stesso in cui ci accingiamo ad aggiornarli.

La cifratura avverrebbe con una chiave univoca, e i dati relativi all’immagine profilo e al nome utente Signal verrebbero ospitati sui server dell’app una volta impostati. Grazie all’offuscamento dei contenuti avvenuto tramite la chiave, saranno accessibili esclusivamente all’utente, rendendo vano ogni tentativo di lettura da parte di terzi e dagli stessi creatori dell’applicazione. Ovviamente, l’app seguirà delle linee guida essenziali per determinare a chi risulteranno visibili immagine profilo e nome utente.

Tutti i contatti che abbiamo salvato sul nostro smartphone, così come gli utenti con cui abbiamo avviato una conversazione, potranno vedere entrambi i contenuti. Possiamo inoltre scegliere a chi mostrare foto e username secondo un filtro personalizzato, da impostare per ogni contatto. I nuovi profili Signal sono disponibili al momento per la versione beta dell’app: se il feature avrà il successo sperato tra gli utenti che lo stanno sperimentando, lo vedremo molto probabilmente presto anche sulla versione ufficiale dell’applicazione.

via

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti