Home » Gadget » La stampante 3D super veloce di Anker va a ruba su Kickstarter
anker stampante 3d

La stampante 3D super veloce di Anker va a ruba su Kickstarter

di Roberto Naccarella

La stampante 3D AnkerMake M5 è il nuovo prodotto presentato da Anker e lanciato in raccolta fondi su Kickstarter. Si tratta di un progetto con caratteristiche differenti rispetto al proiettore Cosmos Laser 4K che l’azienda ha voluto lanciare sempre sulla stessa piattaforma di crowdfunding (con un prezzo superiore ai 2.000 euro). Cosa distingue questa nuova diavoleria dalle altre stampanti? Anker ha voluto puntare tutto sulla velocità, che dovrebbe essere addirittura cinque volte superiore a quella dei prodotti della concorrenza (250 millimetri al secondo in velocità standard).

Ma non c’è solo la rapidità tra le caratteristiche più interessanti della stampante 3D. La nuova stampante, infatti, è molto facile da usare: gli utenti possono trasferire un progetto sulla memoria del prodotto (8 GB in tutto) sia tramite Wi-Fi che attraverso il cloud, lasciando che sia la stampante ad eseguire tutto il lavoro. In più, la macchina dispone anche di una webcam in 1080p e 30 fps, in modo tale da realizzare anche dei video dei progetti che possono poi essere condivisi sui social network.

I video possono essere registrati in timelapse per mostrare rapidamente tutto il processo di produzione degli oggetti. Per poter dare concretezza al progetto di Anker serviva una cifra intorno ai 45.000 euro: il successo è stato straordinario, dato che è stato già abbondantemente superato il milione. Il costo di 3D AnkerMake M5 in raccolta fondi è di 450 euro, con le spedizioni (gratuite) che prenderanno il via in Italia nel mese di novembre. Tra le specifiche troviamo, oltre agli 8 GB di memoria interna, il sistema operativo Linux ed un processore Ingenic X2000 con frequenza di 1,2 GHz. I materiali di stampa supportati sono PLA, PETG, TPU e ABS.

Fonte

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti