Home » Guide Tech » Guide » Come pulire e disinfettare lo smartphone contro coronavirus e batteri
pulire e disinfettare lo smartphone

Come pulire e disinfettare lo smartphone contro coronavirus e batteri

di Michele Ingelido

Per quanto vengono usati, gli smartphone sono tra gli oggetti che veicolano più batteri e germi in assoluto nella nostra vita quotidiana. Tocchiamo lo smartphone tantissime volte al giorno e lo abbiamo sempre con noi, in qualsiasi situazione. E’ molto importante saperlo, specie dopo che l’Italia è diventata l’epicentro mondiale del coronavirus e dopo che la pandemia del COVID-19 non solo sta mettendo in ginocchio l’economia di tanti Paesi, ma sta anche mietendo tantissime vittime.

E’ aumentata quindi a dismisura tra le persone la necessità di pulire e disinfettare lo smartphone al fine di eliminare batteri, germi e virus che potrebbero mettere a rischio la salute, oltre che per tenere semplicemente pulito il proprio dispositivo. Ma come fare per una disinfezione smartphone efficace? Quali prodotti usare per ripulire tutto e rimuovere virus, batteri e sporco? Va bene una pulizia con alcool e acqua ossigenata o c’è bisogno di altri prodotti ad effetto antisettico e disinfettante come Amuchina e salviette disinfettanti?

E come fare per igienizzare il display spesso oleofobico ed ogni parte del telefono cellulare diversa dallo schermo senza danneggiarlo? A queste domande abbiamo deciso, vista l’importanza dell’argomento, di rispondere attraverso una guida che vi spiegherà come pulire e disinfettare lo smartphone contro coronavirus e batteri senza danneggiarlo, con e senza protezioni come cover in silicone e pellicola.

Pulire e disinfettare uno smartphone senza danneggiarlo

pulire e disinfettare lo smartphone

Abbiamo redatto questa guida per spiegare non solo i metodi migliori per la pulizia del vostro telefono cellulare, ma anche e soprattutto per spiegarvi nel dettaglio come disinfettare lo smartphone da virus e batteri, in occasione della pandemia del COVID-19. Secondo gli studi più accreditati citati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il coronavirus può sopravvivere su una superficie come metallo, vetro o plastica (i materiali di cui solitamente sono composte le parti esterne degli smartphone) per un periodo che va da qualche ora a diversi giorni.

Gli studi equiparano COVID-19 ad altri coronavirus come la SARS e la MERS. Specifichiamo però che non ci sono ancora informazioni precise e accertate circa la sopravvivenza del virus sugli oggetti. Gli studi suggeriscono, per disinfettare lo smartphone, l’utilizzo di una soluzione con ipoclorito di sodio allo 0,1% (candeggina) o etanolo dal 62% al 71% (un ingrediente che è possibile trovare nella maggioranza dei disinfettanti per le mani) per un massimo di un minuto.

Si raccomanda di non spruzzare o spargere il prodotto direttamente sullo smartphone, ma di applicarlo su un panno morbido senza pelucchi che andrà poi strofinato delicatamente sul dispositivo. Precisiamo che del coronavirus non si hanno informazioni a sufficienza per stabilire se un determinato trattamento può ucciderlo totalmente, perchè la sua carica virale non è ancora nota.

Per questo motivo si consiglia comunque di non utilizzare il telefono in situazioni in cui ci potrebbe essere il virus nell’aria o sulle nostre mani, meglio lasciarlo in tasca o a casa, nonchè evitare di farlo entrare in contatto con muco, saliva e altri liquidi corporei. Quando toccate un bancomat o altre superfici al di fuori della vostra casa che potrebbero essere entrate in contatto con una persona infetta, disinfettate sempre prima le vostre mani prima di utilizzare lo smartphone.

Prima di disinfettare lo smartphone, ricordate sempre di scollegare qualsiasi cavo e di inumidire un panno morbido con il liquido disinfettante o l’alcool invece di versarlo direttamente sul dispositivo. Non andrebbero utilizzati, per non danneggiare il terminale, materiali in fibra di carta come fazzoletti e tovaglioli di carta.

Infine, si consiglia sempre l’utilizzo di protezioni per il cellulare e per lo schermo come custodia e pellicola protettiva. Di seguito i consigli per disinfettare lo smartphone da parte dei più famosi produttori. Ma ricordate sempre che è molto più importante lavare bene le mani che disinfettare lo smartphone, perchè è con queste che andiamo principalmente a toccarlo trasferendo quindi i germi. Riepilogando la pulizia e disinfezione dello smartphone:

  • Procurarsi un panno morbido senza pelucchi o lanugine.
  • Bagnarlo con una soluzione con ipoclorito di sodio allo 0,1% o etanolo dal 62% al 71%.
  • Pulire lo smartphone con il panno imbevuto delicatamente per evitare di danneggiarne l’estetica, per un massimo di un minuto.

Qualora doveste per sbaglio danneggiare il vostro dispositivo non in garanzia e voleste procedere a una riparazione fai da te, potrebbe tornarvi molto utile la nostra guida su dove acquistare ricambi smartphone e componenti interni per cellulari.

I consigli di Apple per pulire iPhone

pulire e disinfettare iphone

Dopo lo scoppio dell’emergenza mondiale del coronavirus, Apple ha deciso di spiegare nel dettaglio ai propri clienti come pulire il proprio smartphone. I suggerimenti del colosso di Cupertino sono validi non solo per gli iPhone, ma anche per Mac, iPad e iPod. Apple ha però specificato che i suoi prodotti sono composti da diversi materiali, quindi non c’è un unico metodo per la pulizia. I consigli dati valgono però per tutti i prodotti che abbiamo citato. Di seguito la procedura di pulizia corretta:

  1. Scollegare qualsiasi cavo esterno, fonte di alimentazione o dispositivo collegato.
  2. Prendere una salvietta (o un panno morbido privo di lanugine) con il 70% di alcol isopropilico o salviette disinfettanti di marca Clorox.
  3. Pulire e disinfettare lo smartphone senza strofinare eccessivamente e senza far penetrare umidità nelle aperture per non danneggiare il prodotto, limitandosi alle superfici dure e non porose.

Apple sconsiglia l’uso di panni abrasivi, asciugamani, salviette di carta et similia. Inoltre, il prodotto deve essere tenuto lontano dai liquidi (se non diversamente specificato) e i detergenti non devono essere spruzzati direttamente sul prodotto. Vanno infine evitati spray, candeggina e abrasivi. Abbiamo visto come pulire e disinfettare lo smartphone, ma come si puliscono invece le custodie originali di Apple per iPhone? L’azienda ha dato consigli anche in questo caso.

  • Custodia in silicone, custodia trasparente e Smart Battery Case: va rimosso l’iPhone dalla cover e il case va pulito con un panno morbido leggermente inumidito e privo di pelucchi. Si può pulire sia la parte esterna che quella interna, ma senza usare prodotti specifici per vetri, detergenti per la casa, solventi, spray, prodotti a base di ammoniaca, sostanze abrasive o detergenti con perossido di idrogeno.
  • Custodia in pelle: la pulizia di una cover in pelle potrebbe alterarne il colore. Per una corretta pulizia e disinfezione va rimosso l’iPhone, poi va utilizzato un panno pulito, acqua tiepida e sapone delicato per le mani. S può usare anche un detergente delicato e un panno pulito asciutto.

I consigli di Samsung per disinfettare lo smartphone

samsung sanitizing service

Anche Samsung, come Apple, ha fornito in prima persona le sue dritte per pulire e disinfettare lo smartphone. I consigli del colosso sudcoreano sono validi per gli smartphone Galaxy, i tablet e gli smartwatch (ad eccezione dei cinturini per gli orologi) di Samsung.

La prima cosa che la casa produttrice consiglia di fare prima ancora di pulire e disinfettare lo smartphone è spegnerlo e rimuovere la custodia e qualunque altro accessorio si possa rimuovere, quindi scollegare eventuali cavi collegati. E’ consigliato procedere nel seguente modo:

  1. Prendere un panno in microfibra morbido come quelli per pulire gli occhiali da vista o quelli per la pulizia degli obiettivi della fotocamera.
  2. Inumidire l’angolo del panno con una piccola quantità di acqua distillata o un disinfettante come ad esempio un acido ipocloroso o prodotti a base di alcol.
  3. Pulire delicatamente il dispositivo evitando di applicare troppa pressione e di sfregare, sia sul display che sulla parte posteriore.

Samsung sconsiglia per la pulizia e la disinfezione smartphone l’applicazione di liquidi direttamente sul telefono e raccomanda di non creare umidità nelle vicinanze delle aperture. E’ inoltre sconsigliato l’uso di aria compressa e l’applicazione o spruzzo di candeggine o altri liquidi direttamente sul cellulare.

Il produttore specifica inoltre che i suggerimenti riguardano solo le superfici in vetro, ceramica e metallo dei dispositivi Galaxy, mentre non si applicano per accessori e parti morbide che includono materiali come pelle, gomma e plastica. Sono consigli che non riguardano nemmeno altri prodotti Samsung diversi da quelli sopra specificati. Vi informiamo infine che, con il Galaxy Sanitizing Service, Samsung si occupa di igienizzare e disinfettare lo smartphone Galaxy in vostro possesso gratuitamente.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.

Potrebbe anche interessarti