Home » Guide » Guide Tech » Top 5 migliori dash cam per video in auto del 2020
dash cam

Top 5 migliori dash cam per video in auto del 2020

di Michele Ingelido Aggiornato il
Aggiornato il

Fare un incidente stradale è il timore più grande di ogni automobilista non solo perchè si rischia la vita, ma anche perchè ci si può trovare costretti a corrispondere ingenti risarcimenti in denaro, diretti o indiretti tramite l’assicurazione. Una volta che si è vittima di un tamponamento o di una collisione di qualsiasi tipo, se non si vuole avere la peggio in eventuali processi legali o con le compagnie assicurative si deve dimostrare di aver ragione.

C’è solamente un modo per avere la certezza di poter dimostrare ciò: installare una telecamera in auto e filmare tutto con un video. Le videocamere da installare nei veicoli non sono le normali macchine fotografiche, nè le action cam o le fotocamere Reflex: non servirebbero a nulla. Quelle veramente utili e adatti per filmare alla guida prendono il nome di dashboard camera, più comunemente conosciute con l’abbreviazione dash cam.

Cos’è un dispositivo del genere e perchè lo si dovrebbe preferire rispetto agli altri tipi di telecamere che si trovano su Amazon o nei negozi? Semplice, si tratta di un device che si installa in macchina fissandolo sul parabrezza dell’automobile, e può essere alimentato con una batteria ricaricabile oppure con l’accendisigari. La migliore dash cam, mentre voi guidate, è in grado di fare tutto da sola: si accende quando avviate l’auto, registra in continuazione e all’infinito, salva i filmati da sola riconoscendo gli incidenti, monitora il parcheggio e tanto altro.

Grazie a questa speciale camera digitale nel caso facciate un incidente avreste sempre le prove di come è avvenuto. Dopo averla installata la prima volta non dovrete mai più muovere un dito nemmeno per azionarla: la car dashcam funzionerà sempre in modo del tutto autonomo senza il bisogno di intervento alcuno. Tra le pro cam di Garmin, quelle smart con WiFi e le più economiche cinesi, di marche ce ne sono a bizzeffe su tutti i prezzi e non è facile individuare la migliore telecamera in HD e Full HD per auto.

Abbiamo precedentemente pubblicato la guida all’acquisto con Le migliori action cam economiche stile GoPro. E vi abbiamo anche fatto vedere la Top 5 migliori videocamere per capire quale telecamera comprare. Adesso, ecco a voi la top 5 migliori dash cam per video in auto al fine di darvi sempre la massima sicurezza in caso di incidenti stradali immortalando tutti i vostri viaggi.

Indice

Dash cam migliori: la top 5 per fascia di prezzo

5) AUKEY

aukey

Aukey è un noto produttore di accessori per smartphone che è conosciuto per la convenienza e l’affidabilità dei suoi prodotti, ed ha realizzato anche una delle migliori dash cam a prezzi contenuti. Il form factor di questo modello è abbastanza unico nel suo genere ma ha dimensioni ben ottimizzate. Il suo punto di forza è la possibilità di catturare davvero tutto ciò che accade nel campo visivo di chi guida: è formata da 2 moduli di cui uno si può posizionare sul parabrezza e l’altro sul lunotto posteriore.

Con la visione grandangolare fino a 170 gradi, questa dash cam per auto può catturare praticamente qualsiasi cosa, anche gli incidenti più inaspettati e non visibili perfino a chi guida. Non dovrete preoccuparvi se lasciate la macchina troppo al caldo o troppo al freddo: la dash cam può sopportare temperature estreme che  vanno da -30 a 75 °C.

I suoi sensori Sony Exmor possono registrare video in risoluzione 1080p e con la visione notturna possono riprendere in ogni condizione dei filmati dettagliati e realistici. Abbiamo poi un rilevatore di movimento e G-Sensor che permette alla dash cam di attivarsi da sola anche quando l’auto è ferma, non appena si accorge di qualsiasi movimento intorno all’auto.

Nativamente pur essendo tra le migliori dash cam, per via del suo prezzo  contenuto non supporta l’aggiunta delle informazioni riguardanti posizione e velocità, ma acquistando un’antenna Aukey separatamente si possono arricchire i video anche con questi dati. La videocamera è in grado di registrare in loop per cui quando la memoria sulla scheda esterna termina può continuare con le riprese sovrascrivendo i filmati più vecchi.

Il controllo da parte dell’utente avviene tramite tasti fisici interagendo con uno schermo da 1,5 pollici LCD a colori che è in grado anche di inquadrare ciò che sta vedendo la dash cam.

Ecco il link per l’acquisto direttamente da Amazon:

4) Transcend DrivePro 200

dash cam

Ecco una videocamera che è esteticamente un esercizio di stile e il cui funzionamento rispecchia proprio la sua estetica. Questa dash cam, che si fissa al parabrezza in modo davvero saldo, si caratterizza per un obiettivo con apertura f/2.0 a 7 elementi in grado di registrare video fino al Full HD. Come qualità siamo a livelli decisamente impressionanti per una semplice telecamera per auto, si inizia a parlare già di video bilanciati sotto tutti gli ambiti e soprattutto molto dettagliati.

La camera offre un grandangolo di 160 gradi, un microfono per registrare anche l’audio e anche un altoparlante per riprodurre i video con l’audio  direttamente dal dispositivo. Nel caso l’ampio schermo da 2,4 pollici non vi basti per visualizzare i video e usufruire delle funzionalità, c’è anche la connettività Wi-Fi con cui effettuare il collegamento allo smartphone.

Tramite una semplice app sarete in grado di guardare i filmati dal telefonino e di controllarla più facilmente. Sarà possibile trasferire i video in modo immediato per non perderli, e sulla videocamera c’è anche un tasto SOS in caso abbiate urgente bisogno di aiuto. Ovviamente si può registrare in loop, quindi all’infinito finchè non sarà terminata la memoria o la micro SD: a quel punto, la registrazione della dash cam continuerà ugualmente sovrascrivendo la precedente.

Il giroscopio riesce a far accorgere alla telecamera quando ci sono collisioni per salvare le registrazioni. C’è una batteria integrata che consente di usarla quando l’auto è parcheggiata per monitoraggio, oppure come vera e propria macchina fotografica all’infuori dei veicoli.

Se necessitate di qualcosa di più avanzato vi consigliamo anche la Transcend DrivePro 230 che è dotata di GPS e GLONASS, nonchè di un sensore Sony dall’alta qualità video, modalità parcheggio e registrazione in time lapse. La trovate tra le alternative dopo i modelli proposti in questa classifica.

Vi lasciamo il link per acquistarla tramite Amazon:

3) Nextbase 512GW

nextbase 512gw

Per chi ha bisogno di video ad altissima definizione consigliamo questa stupenda Nextbase che può registrare a 1440p (risoluzione 2K che si colloca tra il Full HD e il 4K). Il sensore è un potente Sony Exmor R che garantisce non solo un’altissima risoluzione ma anche una fedeltà sopraffina dei colori e l’assenza di artefatti all’interno dei video. C’è anche un filtro polarizzatore anti-riflesso per far risultare le immagini più pure e affidabili possibile.

L’angolo di visione è di 140 gradi, abbastanza per catturare incidenti in un ampio campo visivo e allo stesso tempo non distorcere l’immagine. La  dash cam è dotata anche di GPS, quindi può corredare i video delle informazioni necessarie al calcolo della posizione. E grazie al suo modulo WiFi può essere collegata allo smartphone per controllarla da quest’ultimo o per trasferire i video registrati e le foto scattate.

Questa dash cam ci ha colpito per altri 2 dettagli che ci hanno convinto a inserirla tra le migliori oltre alla qualità dell’immagine. Il primo è la presenza di un display molto ampio da ben 3 pollici con a fianco dei tasti capacitivi touch per controllarlo in modo molto agevole. Con i controlli è facilissimo cambiare l’esposizione ed altri parametri che migliorano la qualità video.

Il secondo è l’estrema facilità con cui si può montare e smontare dalla sua postazione. Un sofisticato software fornito a corredo riesce a mostrare una mappa con tutto il percorso raccolto durante il video ed offre anche opzioni avanzate per la modifica dei video e la visualizzazione delle loro informazioni. E se volete collegare la dash cam a una TV o a un monitor, avete anche una porta micro HDMI.

Ecco il link per acquistarla direttamente da Amazon:

2) Thinkware F770

thinkware f770

Con la Thinkware F770 non parliamo più di semplici dash cam: questo modello riesce a comportarsi come un vero e proprio assistente di guida. Vanta infatti delle funzioni avanzate e smart che non la limitano solamente alla funzione di “scatola nera” dell’autista. Questo modello è infatti tra le migliori dash cam anche perchè è in grado di segnalare la presenza di autovelox e riesce ad avvisare chi guida quando sta per avvicinarsi una collisione e quando sta per fare un incidente.

Ciò riesce a farlo grazie alla connessione con lo smartphone che avviene via WiFi e grazie al G-Sensor che rileva i possibili impatti. Una modalità di nome Super Night Vision riesce a massimizzare la resa della visione notturna catturando un alto livello di dettaglio anche al buio, mentre una Parking mode si occupa di registrare autonomamente anche quando l’auto è parcheggiata servendosi del sensore di movimento per rilevare la presenza di eventuali ladri.

E’ possibile anche abilitare la registrazione a 1 fps (un frame al secondo) per consumare poco spazio. C’è perfino una modalità Dual Save che salva i video degli incidenti nella memoria interna oltre che sulla micro SD, in modo tale che se quest’ultima si danneggia i video non vadano persi. La telecamera è composta da 2 moduli: uno da mettere davanti e uno dietro all’auto per registrare a 360 gradi e rilevare incidenti e tamponamenti da ogni direzione.

Il sensore utilizzato è un Sony Exmor da 2,19 MP in grado di registrare video in Full HD con un bitrate da 9,5 Mbps e possibilità di registrare audio di ottima qualità a 48 kHz e 728 kbps. Il rumore digitale con poca luce viene ridotto considerevolmente, e con un sistema di contrasto e colori adattivi i video sono sempre molto realistici, nitidi e fedeli a livello cromatico.

Come tutte le migliori dash cam top di gamma c’è il GPS integrato per le info sulla posizione. Utilizzando lo smartphone è possibile inquadrare live sia la videocamera anteriore che quella posteriore della dash cam (fattibile anche da PC).

Vi lasciamo il link all’acquisto tramite Amazon:

1) Garmin Dash Cam 66W

garmin dash cam 66w

Questa dash cam di Garmin ha un form factor molto familiare alle action cam, per cui è poco ingombrante, estremamente versatile e facilissima da utilizzare. Nonostante la sua compattezza però, ha una qualità video spaventosa ed è anche incredibilmente smart. Il suo sensore da 3,7 MP riesce a registrare video ad una risoluzione massima di 1440p con un angolo di visione praticamente “totale” di 180 gradi, per catturare tutto ciò che c’è di fronte all’auto ed anche ai lati.

Il tutto con una definizione e una nitidezza mozzafiato. In scarse condizioni di luce riesce a catturare tantissima luce e in caso di incidenti riesce a mostrare l’accaduto in una maniera estremamente soddisfacente, anche se c’è scarsa illuminazione.

Decente l’autonomia, se viene utilizzata in modalità parcheggio può rilevare i movimenti e registrare in loop alimentandosi da sola per più di 30 minuti utilizzando la massima risoluzione. E grazie alla batteria e al suo design compatto ed ergonomico, si può usare la dash cam anche come action cam fuori dall’auto.

Non poteva mancare su una delle migliori dash cam in assoluto il GPS integrato per mostrare tutti i dati sulla posizione, e la possibilità di connessione con lo smartphone sia tramite WiFi che via Bluetooth, per inquadrare tramite quest’ultimo e trasferire file. Ma la vera innovazione è rappresentata dalla possibilità di controllarla attraverso i comandi vocali.

C’è all’interno anche un assistente di guida in grado di segnalare le collisioni imminenti con un allarme, la distanza di sicurezza ed altro. Qualora vogliate usarla senza l’ausilio di un telefono cellulare, c’è sempre uno schermo da 2 pollici proprio come quelli delle GoPro che inquadra e consente la modifica delle tante impostazioni. Segnaliamo che Garmin ha realizzato un modello di fascia ancora più alta con macchina fotografica integrata e un ampio schermo, per chi ha bisogno della qualità massima dell’immagine.

E’ anche in grado di fornire notifiche tra cui superamento della corsia e avvisi di collisione grazie ai suoi sensori integrati, ed ha una funzione infotraffico in tempo reale. Scorrete in basso al di sotto di tutti i modelli proposti per trovarla. Tuttavia per via del rapporto qualità prezzo maggiore della 66W, nonchè della completezza delle sue funzioni, abbiamo preferito proporvi quest’ultima come prima opzione.

Vi lasciamo il link all’acquisto tramite Amazon:

Bonus – Migliore dash cam economica: Yi

dash cam

Questa telecamera è dedicata a tutti coloro che sono totalmente a corto di denaro ma vogliono comunque una dash camera affidabile che registri video di qualità e offra importanti funzioni aggiuntive. Il suo rapporto qualità prezzo è inimitabile, e se dovessimo scegliere la migliore con il prezzo più basso sarebbe proprio questa, nata da un’azienda lanciata da Xiaomi, a trionfare fra tutte le opzioni. Esteticamente è simile ad una action cam, è anche molto leggera, con un supporto auto robusto che rimane attaccato in ogni condizione climatica. Può registrare video ad una risoluzione superiore anche al Full HD, con 2034 x 1296 pixel, mentre se utilizzate il 1080p potete anche registrare con una fluidità di 60 fps.

I video vantano quindi grande definizione e fluidità in ogni condizione di luce: è infatti dotata anche di visione notturna affinchè le auto e la strada siano visibili anche di notte. Il grandangolo è a 165 gradi, l’azienda dichiara che con esso la camera può inquadrare fino a 3 corsie contemporaneamente. E’ possibile registrare anche l’audio se attivate il microfono integrato. Lo schermo è più grande di quello di una GoPro, abbiamo 2,7 pollici che lo rendono ben visibile in ogni situazione, ed è utilissimo anche per verificare l’inquadratura.

C’è il WiFi con cui la potrete collegare allo smartphone tramite un’app dedicata, controllandola direttamente da lì per cambiare le impostazioni oppure guardando i video salvati proprio come un’action cam. E’ possibile usarla ovviamente anche da sola, senza il cellulare. Ci sono tante feature nel software, tra cui una per avvisarvi quando avete una distanza di sicurezza troppo bassa o quando uscite da una corsia (per evitare collisioni e incidenti), una per registrare in loop (quindi di continuo ricominciando quando termina la memoria) e altro.

C’è il giroscopio che consente alla dash camera di accorgersi quando viene messa in moto la macchina al fine di avviare la registrazione automaticamente, unito a un sensore di movimento con cui la camera inizia a registrare quando si accorge che c’è qualcuno (che potrebbe essere un eventuale ladro). Il dispositivo si alimenta dall’auto tramite accendisigari ma funziona anche a batteria (e quindi anche ad automobile spenta), con cui può fare quasi un’ora di registrazione.

Sulla fascia economica, infine, vi consigliamo anche un’alternativa Anker di cui non abbiamo parlato all’interno della classifica ma che abbiamo ritenute meno adatte per la top 5. Tuttavia sono altrettanto valide ed hanno ben pochi rivali.

Montare una telecamera in auto è legale in Italia?

dash cam

Avere una dash cam nella propria automobile in Italia è una cosa del tutto legale, ma bisogna rispettare alcune condizioni per non violare il codice della privacy tramite la diffusione di dati personali. In pratica la dashcam può essere utilizzata per un uso personale (ossia per tutelarsi in caso di incidente) ma non professionale. Secondo la legge se in una ripresa effettuata sono presenti persone e targhe riconoscibili, non si può diffondere tale video a terzi rendendolo pubblico.

E’ quindi contemplato l’uso di queste videocamere per ricostruire tutta la dinamica di un sinistro stradale, e non dovete avere nessuna preoccupazione al riguardo. L’importante è che non usiate la telecamera per diffondere i video online o tramite altri canali che li facciano diventare dei filmati pubblici. Molte volte con questi dispositivi viene fornito in omaggio anche un adesivo da applicare sul parabrezza della vettura per segnalare che si sta utilizzando una dash cam, ma nemmeno questo è obbligatorio per legge.

La legge poi, riporta anche che l’uso personale di una dash camera è consentito qualora il campo visivo delle riprese si limiti allo spazio necessario per tutelarsi in caso di incidente. Quindi finchè le montate sul parabrezza al fine di filmare la strada, il parcheggio di fronte a voi o quant’altro, è tutto in regola. Attenzione però a non distogliere l’attenzione dalla guida per concentrarla sulla telecamera in auto, perchè stando all’articolo 141 del Codice della Strada ciò potrebbe sfociare in una multa.

Le dash cam sono utili in caso di incidente?

dash cam

Possono esserlo moltissimo, anzi, potrebbero rivelarsi l’unico modo per dimostrare la verità in caso di incidente. Avete presente quando si apre un contenzioso perchè non ci sono testimoni o quando per qualsiasi altro motivo non si riesce a dimostrare chi ha ragione o chi ha torto in un sinistro? Con una dash cam in auto che filma, anche automaticamente e senza l’intervento dell’automobilista, tutto l’incidente, le prove sono schiaccianti. Certo, nel momento in cui si ha torto la dash cam diventa completamente inutile per il conducente del veicolo su cui è installata.

Ma quando la ragione è nostra ci può salvare dall’eventuale declassamento dell’assicurazione, dal pagamento dei danni, facendoci invece ottenere il risarcimento e dimostrando chi è il colpevole di un incidente quando questi non vuole firmare il modulo CIG. Si possono impostare queste telecamere per registrare in loop, quindi all’infinito e senza limiti di memoria, sovrascrivendo le precedenti registrazioni inutili quando questa finisce. Dato che si accendono da sole quando avviamo il nostro veicolo, non dovremo muovere un dito per attivarle e fargli filmare tutto.

Ci sono vantaggi con l’assicurazione?

Purtroppo no, installando una dash cam sulla propria auto non si ottengono sconti sul premio o altri tipi di vantaggi da parte dell’assicurazione, se non il fatto di poter dimostrare la ragione e il danno. La sorveglianza di queste videocamere non vi farà salire di classe e non vi farà pagare più poco, ed è davvero un peccato. Del resto molte compagnie assicurative installano una scatola nera nel veicolo dei propri clienti, capace di tracciare la posizione, la velocità, l’ora dell’incidente ed altri dettagli.

Qualcosa di molto simile alle videocamere in questione, se escludiamo il fatto che non possono registrare video (le scatole nere però sono sempre connesse con la compagnia assicurativa). Speriamo che un giorno anche l’assicurazione offra dei vantaggi per chi installa questo tipo di telecamera, sebbene questo ci sembri alquanto improbabile. Sarebbe sicuramente una gran bella cosa per chi rispetta il codice della strada sempre e comunque.

Come scegliere una dash cam

Esattamente come una fotocamera, una Reflex o un camera phone, una dash cam va scelta bene se si vogliono delle performance soddisfacenti. Quando si è alla guida ci si trova spesso di fronte a situazioni avverse, come le scarse condizioni di luce di notte o la pioggia che possono limitare molto la visibilità. Perciò va scelta una videocamera che garantisca una buona qualità dell’immagine.

A seconda dei prezzi sulle dash cam si possono inoltre trovare più o meno funzioni aggiuntive, le quali possono aiutare ancora di più a dimostrare la dinamica dei sinistri stradali. C’è un universo da considerare quando si sceglie un dispositivo simile, e qui sotto andiamo a vedere le caratteristiche principali da tenere a mente per una scelta tecnica al top di una telecamera per auto.

Qualità video

dash cam

La qualità video dev’essere la priorità, perchè se una dash cam non riesce a registrare bene i filmati allora non serve a nulla. Vi consigliamo di controllare la risoluzione prima di tutto, che sia Full HD, in modo tale che possiate registrare con una definizione così alta da poter distinguere qualunque cosa. Il grandangolo è un’altra cosa molto importante, perchè se è poco ampio potreste non riuscire a riprendere le corsie adiacenti e quindi a filmare incidenti laterali.

Verificate la qualità delle lenti della dash cam se vi è possibile, mentre i Megapixel possono stare in secondo piano dato che non sono indispensabili e non stiamo parlando di video da registrare per riprese professionali. Il principale tallone di Achille delle videocamere digitali sono le scarse condizioni di luce: assicuratevi che una videocamera riesca a registrare bene quando non c’è luce, altrimenti di notte potrebbero venire dei video inutilizzabili in cui non si vede nulla. Affinchè le dash cam possano registrare bene di notte, è consigliata una modalità per la visione notturna, proprio come le telecamere di sorveglianza.

WiFi e funzioni smart

Le videocamere più avanzate sono dotate anche del Wi-Fi. Questa è una tecnologia davvero molto comoda perchè da modo di trasferire i video registrati direttamente allo smartphone, oppure di controllare la videocamera con il cellulare tramite una semplice applicazione Android o iOS. Una volta che un video è sullo smartphone, è molto facile farlo vedere a chiunque in modo immediato, senza nemmeno sfilare via la micro SD dalla dash cam. Oltre al WiFi ci sono anche altre funzioni importanti che una videocamera per auto può avere.

Tra queste citiamo il GPS: i modelli migliori permettono di avere dei video con anche il luogo in cui si è verificato un incidente, e questa è un’ulteriore prova per il sinistro. Ci sono inoltre videocamere corredate di modulo GPS in grado di registrare addirittura la velocità del veicolo, la direzione in cui andava e la distanza percorsa, oltre alla data e all’ora dell’incidente. Avere un resoconto completo non lascia più nessun dubbio su nessun incidente: con queste funzionalità le dash cam possono risultare più efficienti delle scatole nere di un aereo.

Sensoristica e altre caratteristiche

I sensori sulle dash cam consentono di sbloccare ancora più opzioni per farle essere utili a più scopi. Tra i sensori più importante c’è quello di movimento, in grado di riconoscere, anche a macchina spenta, se si sta muovendo qualcosa, al fine di identificare eventuali ladri. Grazie ai sensori le telecamere per auto riescono a capire quando la macchina si ferma per un incidente e salvano il video stoppando la registrazione.

Il sensore di movimento della dash cam insieme al giroscopio serve per far partire la registrazione automaticamente in determinati eventi senza l’intervento di nessuno. Altra caratteristica che vi consigliamo di controllare sulla dash cam è la presenza del display, in modo tale che possiate inquadrare e capire se la telecamera sta registrando, oltre a vedere cosa sta filmando in qualsiasi momento. Lo schermo permette anche di personalizzare le varie impostazioni software e di rivedere i video registrati e le foto scattate.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti