Home » Guide » Guide Tech » I migliori tablet cinesi Android e Windows 10 del 2020
tablet cinesi

I migliori tablet cinesi Android e Windows 10 del 2020

di Michele Ingelido Aggiornato il
Aggiornato il

Ormai è terminata già da un pezzo l’epoca in cui per usare un computer ci si doveva sedere dietro una scrivania con mouse e tastiera. Grazie ai tablet PC ancor più che agli smartphone Android e agli iPhone, li possiamo finalmente avere super compatti e portare ovunque nel palmo di una mano. Non avranno un hardware potente come quello dei migliori PC assemblati desktop e notebook, ma grazie ad essi possiamo vedere film e video, navigare in internet e usare app o programmi ovunque ci troviamo, con estrema facilità.

L’unico problema a cui ci si trova di fronte però nel capire quale scegliere fra tutti i tablet, è il fatto che quelli in vendita in Italia, specie i top di gamma delle migliori marche come Samsung e Asus, hanno prezzi in genere molto alti, anche nelle migliori offerte tablet. Nasce quindi l’esigenza di trovare il miglior tablet economico che a un prezzo modesto ci faccia portare a casa un esemplare efficiente. Gli intenditori sanno che per trovare le offerte più convenienti bisogna puntare ai tablet cinesi, i quali offrono specifiche da spettacolo a prezzi molto basi sotto i 100 euro, 200 e 300 euro a seconda della fascia.

Purtroppo i modelli economici in offerta non sono da ricercare fra quelli Apple dato che gli iPad hanno sempre un costo alto. Rimangono quindi i tablet Android e Windows 10 (o dual boot con entrambi gli OS). I primi sono più adatti agli usi multimediali e navigazione ed hanno il sistema operativo dei telefoni cellulari (a volte anche con il 4G LTE), mentre i secondi (spesso con tastiera) sono più avanzati e si prestano anche alla produttività e all’uso di programmi avanzati.

Si possono trovare tablet cinesi economici in tante dimensioni, 7 pollici, 8 pollici, 10 pollici o più di 12 pollici, a seconda della compattezza che l’utente cerca. Ma fra i tablet made in Cina ci sono anche “cinesate”, ossia modelli poco validi e pieni di difetti che non giustificano nemmeno il prezzo basso. Bisogna quindi trovare il migliore in ogni confronto andando anche oltre le recensioni se si vuole fare un vero affare con il rapporto qualità prezzo sul settore low cost. Dopo avervi mostrato la top 5 migliori tablet per bambini dai 3 ai 12 anni e la top 5 migliori con Windows 10 dalla Cina, ecco a voi i migliori tablet cinesi Android e Windows 10 (2020).

Spostati velocemente nella guida attraverso i seguenti collegamenti:

Tablet cinesi in Italia: come funziona la garanzia?

Perchè i prezzi sono più bassi?

Come scegliere un tablet cinese

Convengono i modelli economici sotto i 100 euro?

Migliori tablet cinesi Android

Teclast P80X

teclast p80x

Il Teclast P80X è un tablet compatto venduto sotto i 100 euro adatto a tutti coloro che non hanno grandi pretese e vogliono fare del proprio dispositivo un utilizzo base. E’ ottimo per la navigazione web, per l’utilizzo di singole applicazioni e per altre attività non troppo impegnative per i componenti hardware.

Se ci si limita ad utilizzi base, resta sempre molto fluido e reattivo, cosa non da poco per tablet cinesi Android così economici. Certificato Google, questo tablet si presenta con Android Pie già installato e monta un display Sharp da 8 pollici con una risoluzione HD. Buona la definizione, almeno se lo mettiamo a confronto con altri tablet cinesi Android venduti a così poco.

Ad alimentare il dispositivo c’è un discreto processore octa-core da 1,6 GHz abbinato a 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna espandibile tramite micro SD fino a 128 GB. Allo stesso prezzo potete trovare anche tablet cinesi Android di marche totalmente sconosciute con 4 GB di RAM e 64 GB di memoria, ma ve li sconsigliamo perchè avere una configurazione così potente ma con un processore scarso o comunque con altri componenti come il display e la batteria che funzionano male può rendere l’esperienza utente davvero molto frustrante.

A proposito di batteria, con 4200 mAh questo dispositivo dura 10 ore in riproduzione video offline. Il tablet cinese integra anche un modulo GPS e addirittura la connettività 4G LTE, se inserite una scheda SIM al suo interno, quindi permette di navigare in internet non solo via WiFi, ma anche con la connessione dati.

Attualmente non disponibile. Puoi cercare qui altre offerte.

Huawei Mediapad T5

huawei mediapad t5

Fra i tablet cinesi Android questo dispositivo merita tantissimo perchè è uno dei più economici al mondo ad avere un display da 10 pollici. Pur essendo disponibile con un prezzo di listino intorno a soli 150 euro, arriva comunque anche in una versione LTE, quindi per chi vuole il 4G per navigare in qualsiasi luogo il rapporto qualità-prezzo di questo terminale è insuperabile. Specifichiamo che il modello con 4G ha anche la funzione chiamata, quindi lo si può usare anche come telefono.

C’è perfino il GPS, quindi è comodissimo utilizzarlo anche come navigatore satellitare per auto. Ovviamente le caratteristiche tecniche sono di fascia bassa, ma ciò non vuol dire insufficienti. Lo schermo ha comunque una risoluzione Full HD come gli high-end, quindi la qualità visiva e il dettaglio non sono affatto deludenti! Il processore Kirin 659 octa-core da 2,36 GHz lo rende affidabilissimo anche se non estremamente veloce, e si abbina a un più che sufficiente quantitativo di memoria RAM di 2 GB.

La memoria interna è da 16 GB, anche in questo caso assolutamente sufficiente per un utilizzo base. Ma a stupire di più oltre al display da 10 pollici c’è il corpo unibody in alluminio, solido e ben assemblato. Insomma, se consideriamo che stiamo parlando di tablet cinesi Android entry-level non c’è nulla di cui lamentarsi e rappresenta decisamente la migliore alternativa a poco prezzo nella sua categoria.

Ecco il link per acquistarlo direttamente da Amazon:

Lenovo Tab M10

lenovo tab m10

Lenovo Tab M10 è uno dei tablet cinesi Android più particolari e interessanti. E’ noto principalmente per due motivi: uno è il suo prezzo veramente molto vantaggioso, l’altro è il fatto che supporta il collegamento ad una dock (da acquistare separatamente) che lo trasforma in uno smart display con assistente vocale. Dotato di un complesso software che include una modalità per bambini, questo dispositivo offre a poco più di 100 euro un ampio display HD da 10,1 pollici.

E’ quindi niente male per un uso multimediale in tutta comodità ed ha un pannello IPS con ampi angoli di visione. Altro pregio è l’audio Dolby proveniente dagli altoparlanti stereo che migliora il suono sia nell’ascolto di musica che nella visione di film. Monta un affidabile processore Qualcomm Snapdragon 429 che non sarà il massimo in quanto a performance, ma è costante ed efficiente in termini energetici.

Ci sono anche 2 GB di RAM e una memoria interna espandibile da 32 GB a cui si possono aggiungere altri 256 GB. Il dispositivo supporta anche il riconoscimento facciale per l’autenticazione, anche se solo bidimensionale. Buona la durata della batteria che vanta una capienza di 4850 mAh. C’è il WiFi, ma non la connettività 4G LTE. Consigliato per tutti gli utenti medi per il suo abbordabile prezzo, ma ci sono tablet cinesi Android più potenti.

Ecco il link per acquistarlo direttamente da Amazon:

Consigliato – Huawei Mediapad M5 Lite

huawei mediapad m5 lite

Sebbene il modello precedente sia un esemplare molto performante e sotto diversi ambiti anche migliore di questo, consigliamo ai più l’acquisto di questo Huawei che definire impeccabile è decisamente un eufemismo. Ve lo consigliamo se cercate un dispositivo compatto da trasportare e maneggiare molto facilmente, ma che sia un concentrato di potenza incredibile allo stesso tempo. Il suo design è quello più curato in assoluto, la sua estetica tutta in metallo è rifinita nei minimi dettagli e la banda in vetro sulla parte superiore gli da un tocco di classe unico.

Come schermo siamo praticamente al top: parliamo di un display da 10,1 pollici con risoluzione Full HD+ di 1920 x 1200 pixel. Una risoluzione che combinata con un display ampio offre praticamente la migliore visibilità che si può trovare in un tablet economico, rivelandosi perfetto per l’uso multimediale. In più supporta anche la M-Pen Lite per scrivere e disegnare.

Questo tablet cinese ha anche le funzioni degli smartphone grazie al suo lato connettività avanzato come tutti i cellulari di ultima generazione. Possiede uno slot per SIM Card con tanto di connettività 4G LTE (opzionale) per navigare in internet velocemente e in mobilità, ha GPS e Glonass per la navigazione ed anche il WiFi dual band fino a 5 Ghz per un segnale stabile e veloce.

Anche l’audio eccelle con speaker stereo quadruplo Harman/Kardon dal volume alto e frequenze ben definite. Il lato hardware è lo stesso di un telefono di fascia media: il processore è un Kirin 659 octa core da 2,4 Ghz, la RAM è di ben 4 GB e la memoria è di 64 GB con supporto a micro SD fino a 128 GB.

Come performance siamo ai massimi livelli, il software è estremamente fluido con una EMUI ricca di funzionalità aggiuntive, con tante app aperte non si nota la minima defiance, si può giocare e fare qualsiasi altra cosa con un tablet sempre scattante. La batteria da 7500 mAh riesce a concludere la giornata con uso intensivo e dura circa 13 ore in riproduzione video. Esiste anche una versione Pro con supporto alla penna.

Ecco il link per acquistarlo direttamente da Amazon:

Huawei MatePad Pro

huawei matepad pro 5g

Insieme a Galaxy Tab S6, il MatePad Pro di Huawei è il tablet Android più avanzato del 2020, nonchè uno dei pochi al mondo a vantare un comparto hardware degno di uno smartphone Android top di gamma. Il device è infatti alimentato da un processore Kirin 990 che è lo stesso che si trova sulla serie Huawei P40, ha fino a 8 GB di RAM e fino a 512 GB di memoria interna di tipo UFS 3.0 a supporto.

Grazie a questa incredibile componentistica questo tablet cinese può vantare una potenza inaudita, con un utilizzo al top delle performance qualunque sia l’app o il gioco usato, multi-tasking compreso. Ha un design all’ultimo grido con bordi davvero minimi attorno al display (che lo rendono compattissimo nonostante lo schermo ampio) e anche un ottimo schermo da 10,8 pollici che si caratterizza per una risoluzione Quad HD.

Oltre al livello di dettaglio altissimo e a un’alta luminosità troviamo il supporto alla penna per scrivere e disegnare, ma anche alla tastiera fisica grazie alla quale questo dispositivo diventa un vero e proprio notebook. Altre caratteristiche da lodare sono sicuramente i 4 altoparlanti stereo, la duratura batteria da 7250 mAh con ricarica rapida a 40W e ricarica wireless (inclusa quella inversa) e la buona fotocamera posteriore da 13 Megapixel f/1.8 in grado di registrare video in 4K.

Migliori tablet cinesi Windows 10

Chuwi UBook Pro

chuwi ubook pro

Avete presente i Microsoft Surface? Questo Chuwi UBook Pro è un’alternativa economica ai convertibili di Microsoft. Si tratta di un 2 in 1 con Windows 10 che può essere considerato un portatile a tutti gli effetti, con tanto di tastiera magnetica collegabile. Vanta un processore Intel Celeron N4100, una RAM da ben 8 GB ed un disco di tipo SSD da ben 256 GB. Per il prezzo tutto niente male, un PC che permetterà a molti anche di lavorare con prestazioni più che decenti.

Il display da ben 12,3 pollici è molto ampio se pensiamo che stiamo parlando di tablet cinesi e non di notebook veri e propri. In più ha un grande dettaglio grazie alla risoluzione Full HD di 1920 x 1280 pixel, nonchè bordi sottili. Il device si caratterizza per la presenza di due porte USB full size, una micro HDMI per connettere un monitor esterno ed anche uno slot per schede di memoria esterna. In aggiunta troviamo anche un jack audio e una porta USB-C.

Grazie al supporto posteriore, si può tenere in piedi come un vero ultrabook per lavorare con la tastiera, ma c’è anche il touch screen e il supporto alla stilo con 4096 livelli di pressione. Il tutto in un peso estremamente ridotto (soli 780 grammi) e in soli 9 mm di spessore. La batteria da 5000 mAh dura svariate ore e si può ricaricare rapidamente grazie allo standard USB-PD 2.0. Il display è a laminazione completa, quindi non troverete quel tipico vuoto tra il vetro frontale e il pannello presente su molti tablet cinesi Android e Windows 10.

Ecco il link per acquistarlo direttamente da Amazon: 

Teclast X6 Pro

teclast x6 pro

Un’ulteriore alternativa ai Microsoft Surface sul mercato dei tablet convertibili è questo Teclast X6 Pro, molto potente ma dal prezzo non eccessivo. La sua peculiarità più importante è la qualità dell’immagine fornita dal display a laminazione completa. Il pannello è da 12,6 pollici IPS e si caratterizza per un’altissima risoluzione 3K (2880 x 1920 pixel), una copertura NTSC fino all’85% e una copertura sRGB del 121%.

Il livello di definizione e la qualità dei colori sono i suoi punti di forza. E’ possibile utilizzare la tastiera magnetica (in abbinamento al supporto posteriore che lo rende praticamente un portatile) ed è supportata anche una penna, anche se con soli 1024 livelli di pressione invece dei 4096 che si trovano sui tablet cinesi più professionali. Lato hardware ha ben pochi rivali tra i tablet cinesi grazie a un processore Intel Core M abbinato a ben 8 GB di RAM e 256 GB di SSD.

Trovare un hardware così potente a questo prezzo su un 2 in 1 è un’impresa davvero ardua, per cui complimenti a Teclast per gli sforzi. Incredibile anche la batteria che con una capacità di ben 10.000 mAh può durare ben 8 ore ad uso misto e 6 ore di riproduzione video. Con un corpo in metallo, pesa meno di un kg (860 grammi) ed è spesso solamente 8,5 mm. Ha due fotocamere, un’uscita HDMI, una porta USB-C e ben due porte USB 3.0. Insomma, non gli manca davvero nulla ed è anche prestante. Davvero difficile trovare di meglio fra i tablet cinesi.

Xidu PhilPad

tablet cinesi windows 10 xidu

Il marchio emergente Xidu è riuscito a creare uno dei tablet cinesi più validi che vanta uno dei display più ampi. Con ben 13,3 pollici, lo schermo di questo dispositivo ha le dimensioni dei monitor degli ultrabook più compatti e vanta una risoluzione Full HD. Oltre al buon livello di dettaglio supporta anche il pennino per scrivere e disegnare di precisione.

In più vi si può collegare una tastiera ed aprire un supporto posteriore che lo trasformano in un notebook vero e proprio. Con il processore Intel E3950, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria eMMC, offre prestazioni sufficienti per tutti gli utilizzi base. Si può navigare in modo fluido, si possono utilizzare programmini non troppo pesanti e il touch screen risulta abbastanza reattivo.

Il tablet si può regolare grazie al supporto posteriore in diverse angolazioni e pesa un solo chilogrammo. Presenta due porte USB 3.0, una porta USB di tipo C ed anche un jack audio per il collegamento di casse o cuffie. Ci sono anche due fotocamere, di cui una posteriore e una anteriore, da 5 e 2 Megapixel di risoluzione. Non mancano dei decenti altoparlanti stereo, uno slot per l’espansione della memoria e il WiFi dual band. L’autonomia della batteria è nella media, ma in compenso il prezzo è molto contenuto.

Lenovo Yoga 530

lenovo yoga 530

Lenovo è uno dei maggiori colossi nel mondo dei portatili e provenendo dalla Cina va inevitabilmente inclusa nella classifica dei migliori tablet cinesi. Il modello che vi proponiamo è Yoga 530: un convertibile più che un semplice tablet. La tastiera fisica che lo rende anche un notebook infatti non si può staccare dal dispositivo, ma in compenso si può ruotare per trasformarlo in un tablet a tutti gli effetti.

Il display vanta una diagonale da record per un tablet: ben 14 pollici, con tanto di touch e supporto al pennino, naturalmente. Non un pennino qualsiasi, ma la Lenovo Active Pen 2 che è comunque una penna di alta fattura. Il notebook si può posizionare in quattro modi diversi: a mo’ di portatile, a “tenda”, in modalità stand oppure in modalità tablet.  Integra anche un lettore di impronte digitali per l’autenticazione. La batteria può durare 6-8 ore e grazie alla ricarica rapida offre 2 ore di autonomia con soli 15 minuti di ricarica.

L’hardware si compone di un processore AMD Ryzen 3 2200U (paragonabile a un Intel Core i3), 8 GB di RAM e un disco SSD da 256 GB. Per il prezzo a cui viene venduto è decisamente un hardware considerevole se consideriamo che oltre che un notebook questo device è anche un tablet ed ha un ampio display da 14 pollici. La porta HDMI a grandezza naturale non vi costringerà a usare cavi strani o adattatori per il collegamento a monitor esterni. C’è anche la porta USB 3.0 ed una Type-C, nonchè un jack audio e un lettore di schede SD.

Tablet cinesi in Italia: come funziona con la garanzia e la lingua?

Uno dei più grandi problemi quando si acquistano prodotti dall’estero riguarda la garanzia, ossia quella assicurazione che in caso di malfunzionamenti dei dispositivi vi da diritto, a seconda dei casi, a un rimborso, a una sostituzione oppure a una riparazione del prodotto stesso.

Molti potenziali acquirenti di tablet cinesi Android o Windows 10 si chiederanno sicuramente se lo stesso problema è presente anche in questo caso, specie perchè di solito si acquistano online. La risposta è: dipende, da vari fattori. Per spiegarvi quali sono è opportuno informarvi sul fatto che esistono 2 tipologie principali di garanzia sugli acquisti.

  • Garanzia del produttore. La presenza o assenza di questa prima di tutto dipende dalla marca: il brand dei tablet cinesi che state acquistando è presente in Italia oppure è un’azienda la cui catena di distribuzione è limitata solo alla Cina?Nel secondo caso vorrebbe dire che state importando il vostro dispositivo dalla Cina nella versione destinata a quel mercato (e non ad Europa e Italia), e quindi potreste non aver diritto a nessuna garanzia da parte del produttore stesso. Attenzione però: non esiste solo la garanzia del produttore, ma anche quella offerta dai negozi online e fisici in cui acquistate tablet cinesi, quindi anche se non avete la garanzia del produttore potreste avere quella dello shop.
  • Garanzia del negozio: è il tipo di garanzia offerta dagli store online su cui acquistate i tablet cinesi. Ad esempio su Amazon, che è l’e-commerce considerato più affidabile, quando un prodotto è venduto e spedito su Amazon, vengono offerti 2 anni di garanzia legale che prevedono rimborso o sostituzione in caso di problemi.Specifichiamo che non si parla di problemi legati a danni accidentali, quelli non sono coperti come con le altre garanzie; per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere le politiche sul sito di Amazon. Se però acquistate dispositivi su negozi cinesi online che spediscono dalla Cina come ad esempio GearBest, le cose potrebbero farsi più complicate. In caso di problemi dovreste rispedire i tablet cinesi in Oriente a vostre spese, affinchè possano procedere alla riparazione, e potrebbe volerci un ammontare importante di tempo.In linea di massima la garanzia su prodotti cinesi importati dalla Cina non è per niente il massimo, tuttavia di solito quando si procede a questo tipo di importazione i prezzi sono molto più bassi, e questo compensa. State però attenti ai dazi doganali, che si applicano su prodotti sopra i 22 euro quando si importa dalla Cina: questa cosa non è un problema su siti come Amazon e GearBest, ma su altri store lo è.

In quanto alla lingua nel software dei tablet cinesi, sia nel caso di Android che in quello di Windows 10 non c’è alcun problema. Android permette infatti di cambiare la lingua nelle impostazioni, anzi, vi viene chiesta proprio al primo avvio del dispositivo. Anche il sistema operativo Windows 10 ha un’opzione nelle impostazioni per cambiare lingua, scaricando pacchetti a scelta a seconda della lingua che si vuole impostare.

Perchè i prezzi sono più bassi?

Ci sono svariati motivi per cui solitamente i prezzi dei tablet cinesi sono più bassi della concorrenza di Samsung, Apple e delle altre aziende più blasonate. E questo non risiede, come alcuni pensano, necessariamente nel fatto che abbiano qualità o caratteristiche inferiori. Oltre al fatto che in alcuni casi non viene offerta una garanzia adeguata da parte del produttore, spesso i tablet cinesi sono prodotti da brand meno conosciuti che per emergere e competere con la concorrenza abbassano i prezzi.

A volte c’è invece un risparmio sui componenti oppure sui materiali, nulla che non si possa verificare dando un’occhiata alla scheda tecnica. Il fatto che un modello proveniente dalla Cina costi più poco, non vuol dire quindi che sia un esemplare scadente. Ovviamente però la cosa va valutata caso per caso a seconda del modello che ci si trova di fronte.

Come scegliere un tablet cinese

Ciò che conta di più quando ci si avvicina ai tablet cinesi è saperli scegliere. Bisogna valutare tutte le caratteristiche, o comunque affidarsi a chi ne sa qualcosa. Qui sotto potrete trovare le principali caratteristiche su cui dovreste porre l’accento quanodo vi accingete a scegliere quali tablet cinesi comprare. Nello specifico i parametri da prendere in considerazione a nostro parere sono la marca, il display e l’hardware. Facciamo quindi chiarezza su questi aspetti affinchè possiate capire se determinati tablet cinesi fanno per voi.

Marca e affidabilità

Vorremmo poter dire che la marca non conta nulla, ma purtroppo non è così. O meglio, sicuramente non è detto che dei tablet cinesi di una marca poco conosciuta siano più scarsi di quelli di un marchio più famoso. Ma senza dubbio il brand è indice di affidabilità: su tablet cinesi di una marca tra le più famose abbiamo sicuramente più certezze rispetto ad uno di un brand underground e poco conosciuto.

Bisogna inoltre fare attenzione alla marca anche per un altro motivo: ci sono aziende che, anche se apparentemente sembra che producano dispositivi propri, fanno solo dei re-brand. In pratica prendono dispositivi di altre marche e cambiano il marchio, facendolo sembrare un dispositivo del tutto nuovo. Alcune aziende cinesi invece realizzano cloni, ossia delle copie (o quasi) di tablet più famosi, ma meno potenti a livello hardware al fine di farli essere dei tablet cinesi più economici. Specifichiamo però che molti cloni non sono tablet scadenti.

Display e pollici

Il display è il componente più importante in un tablet, perchè solitamente lo si usa per vedere video o film, per leggere, per lavorare o per scopi simili. Andiamo a vedere quindi i parametri di base a cui guardare per trovare il miglior schermo per le nostre esigenze nei tablet cinesi.

  • Pollici: misurano la dimensione del display, nello specifico sono la misura della sua diagonale, ed un pollice equivale a 2,56 cm. Di solito i tablet cinesi e non partono da 7 pollici ed arrivano a superare anche i 12 pollici, tenendosi però sempre sotto i 14 pollici dato che sui 15 pollici diventano troppo ingombranti e vale la pena prendere un notebook. Per quanto riguarda i tablet cinesi Android 7 pollici vanno già bene, ma se parliamo di Windows 10 vi consigliamo almeno un tablet 10 pollici perchè è un sistema operativo con programmi più adatti all’utilizzo su un display ampio.
  • Risoluzione: è il livello di dettaglio di uno schermo, ed è molto importante se usate il vostro tablet per la multimedialità. Le risoluzioni più diffuse sui tablet cinesi e anche su quelli nel resto del mondo sono HD (720p), Full HD (1080p) e Quad HD (anche detta 2K). Più la risoluzione è alta e più aumentano definizione e nitidezza delle immagini. Una risoluzione HD è già sufficiente, ma se prevedete di usare i tablet cinesi per vedere immagini, film e video, vi consigliamo una risoluzione più alta possibile. Assieme alla risoluzione un altro parametro importante è il formato: i più diffusi sono 4:3 e 16:9. Il primo è più adatto per la visione di immagini e per la lettura, il secondo è migliore per i contenuti video.

Hardware

Per hardware intendiamo il processore, la memoria RAM e lo storage interno, componenti che vanno poi a definire le prestazioni dei tablet cinesi. Prevedete di stressare molto il vostro dispositivo usando programmi molto pesanti, aprendo tantissime applicazioni allo stesso tempo oppure giocando ai videogiochi? In questi casi, avete bisogno di un hardware potente.

Nel caso di Android, un processore octa-core con una frequenza più alta di 2 GHz, una memoria RAM da 3 GB in su, e uno storage da almeno 32 GB nel caso vogliate installare molti programmi o inserire molti file, fa per voi. Nel caso di Windows i processori sono del tutto diversi, quindi non contano le specifiche sopra citate. Comunque 4 GB di RAM per gli usi pesanti sarebbero graditi.

Sistema operativo: Android o Windows 10?

tablet cinesi

Qui dipende dalle vostre esigenze, non c’è un sistema operativo per antonomasia migliore dell’altro quando si tratta di questo tipo di dispositivo. Android si può considerare più adatto a coloro che vogliono utilizzare i tablet cinesi per intrattenimento. Ad esempio, è un OS più immediato per vedere film e video. Ma è anche un OS più pratico per la navigazione veloce in internet e per la lettura. Se invece si vogliono utilizzare programmi più professionali, ossia gli stessi che sono presenti sui PC, allora è molto meglio avere Windows 10, perchè su Android sono disponibili al massimo le app per smartphone, ma non i software seri. Si tratta praticamente di immediatezza contro produttività, e quindi quale dei tablet cinesi scegliere dipende da che tipo di utenti siete.

Connettività: WiFi e 4G LTE

La stragrande maggioranza dei tablet cinesi ed anche dei tab in generale si connettono ad internet tramite il WiFi, quindi vanno connessi senza fili a un router. Tuttavia ci sono alcuni modelli che hanno la connettività 3G o 4G LTE. Questi dispositivi sono dotati di uno slot in cui si può inserire una scheda SIM e si può navigare in internet con le offerte mobile, ovunque ci si trovi. Questi esemplari possono quindi essere usati come smartphone, anche se solo alcuni permettono di fare chiamate. Di solito i tablet cinesi con questa caratteristica hanno il sistema operativo Android, mentre sono pochissimi i tablet esistenti che hanno Windows 10 e uno slot per SIM Card.

Convengono i modelli economici sotto i 100 euro?

Ci sono tablet cinesi che si possono addirittura trovare a prezzi sotto i 100 euro. Ma vale la pena acquistarli quando costano così poco? Beh, sappiate che se scegliete dei tablet cinesi che costano meno di 100€ dovrete generalmente scendere a molti compromessi. Tra questi abbiamo prima di tutto un hardware molto limitato, a volte addirittura indispensabile per garantire un’esperienza di utilizzo fluida e senza blocchi.

Altre volte troviamo un display piccolo o poco definito, oppure una batteria che non dura molto. Il nostro consiglio è quello di spendere più di 100 euro e prendere tablet cinesi che offrono un po’ più di versatilità, e con cui non sarete costretti a litigare. Ciò non toglie che un modello sotto i 100 euro possa riuscire a bastarvi nel caso vi serve solo per attività poco esose di risorse.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti