Amazon Go: rinviata la data di apertura del negozio senza cassa

La notizia arriva direttamente da Seattle, la città in cui Jeff Bezos ha deciso di testare il suo nuovo servizio, Amazon Go. In seguito a diverse problematiche sorte durante l’utilizzo del servizio Bezos ha infatti deciso di rinviare l’apertura al pubblico a data da destinarsi, in modo da poter correggere i problemi e migliorare l’esperienza d’uso.

Il problema sorto sarebbe relativo alla gestione della clientela da parte del “cervello” informatico di Amazon Go, adibito a monitorare gli spostamenti dei clienti all’interno del punto vendita. Questo cervello si è rivelato incapace di tenere sotto controllo più di 20 clienti contemporaneamente, rendendo quindi impossibile l’utilizzo del servizio. I piani iniziali di Amazon prevedevano l’apertura al pubblico entro fine marzo, ma ciò non avverrà.

Come detto, il sistema al momento funziona correttamente solo se all’interno del punto vendita, che misura 160 metri quadri, vi sono meno di 20 persone. Per poter aprire al pubblico l’azienda dovrà risolvere questo problema. Amazon ha già dichiarato che sta lavorando al problema e che conta di risolverlo in tempi non troppo lunghi, visto che è soprattutto nel loro interesse riuscire a lanciare definitivamente il servizio Amazon Go in altre città americane e in altri paesi. Per il momento, non resta che aspettare qualche altra settimana, in attesa di ulteriori notizie.

Via

Domenico Cervo

Un normale studente di economia di 22 anni che nel tempo libero ama parlare e scrivere di tecnologia.