Home » Guide Tech » Guide » Top 5 migliori controller per smartphone 2020 (joystick Android e iPhone)
controller smartphone

Top 5 migliori controller per smartphone 2020 (joystick Android e iPhone)

di Michele Ingelido Aggiornato il
Aggiornato il

Siete appassionati di videogiochi ma siete sempre in giro e non riuscite a sedervi sul vostro divano per poter avanzare di livello di giorno in giorno? Oppure avete scoperto che il vostro smartphone è equiparabile ad una console vera e propria, vorreste provare l’ebbrezza di godere di un GTA su piccolo schermo, ma vi siete resi conti che i comandi touch possono risultare un po’ scomodi per sessioni un po’ più lunghe?

Non leggiamo nel pensiero, ma ci proviamo. I motivi per i quali potreste aver bisogno di un gamepad per il vostro smartphone possono essere svariati, ma credo che tutto si può racchiudere con la semplice motivazione che è avere un controller per smartphone è molto più comodo che dover utilizzare il proprio schermo per poter giocare. Se volete quindi venire a conoscenza di quale possa essere il best controller Android, ma non volete gironzolare per il mediaworld della vostra città, ci siamo qui noi.

In questa Top 5 migliori joystick e controller per smartphone Android e iPhone, abbiamo raggruppato i migliori prodotti presenti al momento sul mercato, catalogandoli in ordine crescente di prezzo, in modo tale da fare contenti sia ricchi che poveri. A fine articolo il consueto appuntamento con l’informazione, dove parleremo, tra le tante cose, di connettività (wireless, bluetooth…), di tipi di joypad, insomma faremo il punto della situazione. Ma chiacchiere a parte, direi che è il momento di iniziare a parlare di questi bei dispositivi. Qui l’introduzione, lascio la linea alla Top 5.

Indice

Migliori controller per smartphone Android e iPhone: la top 5

Di seguito i modelli che riteniamo i 5 migliori controller per smartphone che potete trovare attualmente nel mondo dei joystick. Per un’esperienza videoludica ancora più entusiasmante, vi consigliamo di dare un’occhiata anche alla nostra selezione dei migliori smartphone da gaming e alla top 5 migliori servizi di cloud gaming per videogiochi in streaming.

iPEGA PG-9025

controller per smartphone iPEGA PG-9025

Diamo il via a questa top con l’iPEGA PG-9025, uno dei joypad più economici e tra i migliori a quel prezzo, presente sul mercato. A livello di dimensioni è paragonabile ad un joystick per PlayStation, e possiamo dire che i tasti sono pressoché simili, con qualche differenza di disposizione principalmente.

Infatti tra i comandi classici troviamo quattro tasti di selezione sulla parte destra (che ricordano più Xbox per la loro denominazione), due levette analogiche, di cui una posizionata sulla parte centrale sinistra, e i tasti direzionali, più i trigger L1/R1 ed L2/R2 (questi ultimi posizionati sul retro dell’apparecchio).

Per quanto riguarda la ricarica, il dispositivo ha a disposizione una porta microUSB e il processo di ricarica impiega circa 1 ora, ha un’autonomia di circa 15 ore di uso e 100 di standby. Il joystick si connette tramite bluetooth e può essere utilizzato senza l’installazione di alcun driver su dispositivi Android, iOS e PC. Molto utile anche lo stand per poter mantenere fermo il proprio smartphone al di sopra del joypad durante l’esperienza di gioco.

PowerLead PG-9118

PowerLead PG-9118

Ad una decina di euro in più potete portarvi a casa questo PowerLead PG-9118, marchiato iPEGA, e che si presenta in modo leggermente diverso dal precedente, e per certi versi anche più elegante, grazie alla presenza dei tasti direzionali (di cui informiamo che è possibile sostituire la parte superiore) e dei trigger dal color dorato.

La forma si differenzia per avere un’impugnatura più allungata che rende più ergonomica la presa e l’usabilità da parte dell’utente, grazie anche al rivestimento antiscivolo. Per quanto riguarda i tasti, la loro disposizione è simile ai modelli più classici, tranne per l’aggiunta del pulsante di precisione Turbo.

Riguardo la connettività invece, non c’è alcun tipo di problema nel collegarlo alla maggior parte dei dispositivi che supportano il bluetooth 4.0 tra cui smartphone Android, iOS, tablet e computer. La batteria si aggira sulle 12 ore di uso effettivo (più 30 giorni di standby), viene ricaricata tramite cavo microUSB. Lo stand integrato supporta smartphone dalle dimensioni fino a 5.5 pollici.

GameSir G6

GameSir G6

E’ il turno di parlare di un tipo di joypad meno convenzionale. Pensato esclusivamente per un uso su smartphone, questo GameSir G6 infatti, mette a disposizione dell’utente un nuovo modo per godersi i propri videogiochi, mixando i comandi touchscreen del telefono con quelli del dispositivo stesso. Insomma, è più comprensibile guardare l’immagine che spiegarlo.

Sulla parte sinistra è come se ci fosse un sunto di tutti quelli che sono i comandi principali che troviamo su un joystick tradizionale, così da potersi adattare ai comandi del gioco avviato e scegliere se utilizzare i tasti fisici per potersi muovere, oppure per selezionare, sparare e quant’altro. E non mancano nemmeno i tasti trigger sulla parte alta. Il dispositivo è altamente adattabile a molti tipi di smartphone e alle loro grandezze grazie alla sua parte destra, che essendo retrattile, arriva a supportare cellulari fino a circa 6.5 pollici.

Per quanto riguarda la connettività, è possibile collegare il joypad allo smartphone tramite il Bluetooth, qui presente nella sua versione 5.0, per garantire una minor latenza possibile, e la ricarica del dispositivo è effettuabile con cavo microUSB. Anche la batteria non delude, grazie al chip Nordic 52832, che permette lunghe sessioni di gioco, con una durata che arriva fino alle 80 ore (non vi invitiamo a consumare tutta l’autonomia in una sola sessione!)

Sony PlayStation Dualshock 4 V2

Sony PlayStation Dualshock 4 V2

Naturalmente in una top riguardante i joystick non poteva mancare il marchio PlayStation. Eh si, infatti con qualche euro sopra la cinquantina d’euro potrete avere tra le mani il famoso Dualshock 4 V2, che guarda caso può essere utilizzato anche per collegare il vostro smartphone e giocare ai vostri giochi preferiti anche quando non avete la possibilità di stare stravaccati sul divano di casa vostra davanti alla televisone.

Ovviamente il vantaggio di questo joystick, senza stare a pontificare sull’innegabile qualità compositiva che lo caratterizza, è che potrete collegarlo facilmente sia alla vostra console che ad altri dispositivi. Per il resto, gli elementi sono praticamente gli stessi di quelli che troviamo in dotazione sulle console PS4, compresi di barra luminosa, altoparlanti, sensori di movimento, touch pad, ricarica tramite USB.

Unica pecca è che essendo un joypad nativo per Playstation, non dispone dello stand con il quale poter tenere ben saldo lo smartphone ad esso, e quindi vi ritroverete a dover cercare soluzioni alternative per poter video giocare in modo più comfortevole. Ma per il resto, è sicuramente un ottimo acquisto per tutti gli appassionati di gaming.

SteelSeries Stratus Duo

SteelSeries Stratus Duo

Concludiamo la nostra top 5 con questo SteelSeries Stratus Duo, uno dei joystick più eleganti e per gamer professionisti che possiate trovare in giro. Il design infatti è davvero bello, molto minimale, futuristico, senza troppi eccessi di materiali di rivestimento e di tasti e lucine colorate. La sua struttura compatta inoltre lo rende davvero molto ergonomico per il giocatore.

L’occhio vuole la sua parte, ma ovviamente non è tutto su questo joypad. La connettività si può definire completa, in quanto è possibile utilizzare il bluetooth, il cavo USB, o il wireless da 2.4 GHz, per poter passare da una modalità di gioco su dispositivi mobili come android, ad una modalità per Windows e Steam. La batteria è ricaricabile tramite cavo microUSB, ed è caratterizzata da una durata massima di circa 20 ore.

Il controller è stato realizzato con cura e lo si può notare anche dal fatto che i tasti continuano a trasmettere sempre lo stesso feeling al giocatore, senza perdere di reattività o tipo di pressione. Insomma, un bel gioiellino che potete trovare a meno di 70 euro in giro, e realizzato da un’azienda che continua a sfornare prodotti di qualità.

Come scegliere un controller per smartphone Android o iPhone

Anche oggi non manchiamo col nostro angolo approfondimento/FAQ/chiarimenti, insomma chiamatelo come vi pare, dove cerchiamo di rispondere a quesiti base che possono nascere nella testa di un utente profano che si sta avvicinando da poco al mondo dei controller per dispositivi mobile. Cerchiamo quindi di darvi qualche strumenti in più, utile per permettervi di scegliere un controller per smarphone Android o iPhone.

Meglio un gamepad tradizionale, un joystick con stand o telescopico?

La differenza tra questi tre tipi di controller non è difficile da comprendere. Come gamepad tradizionale può essere considerato quello della PlayStation (il DualShock citato nella top ne è un esempio chiaro), dell’Xbox, con quella forma e disposizione di tasti diventata ormai un classico, copiato e divenuto stereotipato anche al di fuori del mondo del gaming.

Il gamepad con stand è molto simile a quello precedente, ma si differenzia principalmente per la presenza dello stand posto al di sopra, tramite il quale è possibile tenere lo smartphone ben saldo al joystick, senza dover pensare a dove appoggiarlo. Un’idea tale da essere degna di una bella stretta di mano all’inventore. Il controller telescopico è riconducibile alla struttura di quello utilizzato per la Nintendo Switch, se vogliamo farvi capire al volo di che si tratta.

Lo si può definire quindi non come un pezzo unico, al quale viene spesso “incastrato” lo smartphone. Ovviamente di modelli ce ne sono tanti, e il GameSir G6 che avete visto nella top ne è un esempio lampante, che è formato effettivamente soltanto da una parte dotata di tasti fisici, poichè viene utilizzato come ibrido con il touchscreen dello smartphone.

controller per smartphone telescopico
Un controller telescopico

I controller smartphone sono compatibili con tutti i giochi Android e iOS?

I controller smartphone NON sono compatibili con tutti i giochi Android e iOS. Purtroppo è un po’ impossibile che qualunque app che scarichiate sia compatibile con il vostro controller, e quindi vi potreste trovare nella situazione in cui non riusciate a godere del gioco correttamente.

Il problema principale è dovuto ad una mappatura dei pulsanti errata da parte del videogioco. Tuttavia la situazione è risolvibile scaricando delle app apposite (un esempio è Multilanguage Keymap Redefiner) che vi permetteranno di rimappare tutte le chiavi.

Se però installate degli emulatori di altre console, magari per giocare ai videogames delle console del passato come ad esempio il GameBoy Advance (GBA), il Nintendo DS o la PlayStation, potrete utilizzare sempre il vostro controller. Anzi, sarà molto più comodo usarlo proprio perchè si tratta di giochi pensati per i tasti fisici e con cui si interagisce solo tramite quelli (senza joystick, infatti, avrete le sagome dei tasti fisici sul display e non potrete affidarvi al tocco libero sullo schermo).

Se state cercando un emulatore per sfruttare al meglio il vostro controller per smartphone anche sul vostro computer in quanto desiderate avere un’esperienza di gioco più comoda, vi rimandiamo alla nostra selezione contenente i migliori emulatori Android per PC e Mac.

I joystick si possono usare anche su PC e Mac?

La maggior parte dei controller di qualità possono essere utilizzati sia su PC che Mac, senza problemi e senza necessità di installazioni ulteriori. Noi però consigliamo sempre di consultare attentamente la scheda tecnica del prodotto o informarsi altrove sulla questione, poichè non tutti hanno questa caratteristica.

Connettività del joypad

Alla situazione attuale, intercorrono più metodi di connessione tra dispositivo e gamepad. Abbiamo quindi la connessione tramite bluetooth, wireless o con cavo USB. Senza dubbio quest’ultima risulta la meno dispendiosa di energia, e forse la più precisa a livello di reattività dei comandi, ma ormai le connessioni senza fili stanno raggiungendo una potenza tale quasi da eguagliare o da non sentire più di tanto la differenza rispetto ad una con cavo. Anche parlando di bluetooth, la cui tecnologia è arrivata fino alla 5.0, la latenza diventa sempre un problema minore.

Tasti e batteria dei controller per smartphone

Per quanto riguarda i tasti, molti joypad si mantengono su una disposizione e varietà abbastanza simile, anche perchè dover trovare configurazioni diverse comprometterebbe prima di tutto l’esperienza di gioco dell’utente, che si troverebbe a dover utilizzare comandi inusuali per lui, e poi perchè l’adattamento con i videogiochi diventerebbe molto complicato. Insomma, un casino.

Sui joypad troviamo quindi, tra i tasti tradizionali, le levette analogiche, i pulsanti direzionali, i trigger L1/R1 e L2/R2, e i quattro tasti azione/selezione. Per quanto riguarda la batteria, la maggior parte dei controller dispongono di batteria ricaricabili, spesso tramite cavo microUSB o USB. Tuttavia non mancano casi in cui ci troviamo di fronte a batterie stilo, che da molti sono ormai considerate preistoria. A livello di durata, a ognuno il suo.

Ogni produttore attua le proprie politiche, e come abbiamo visto anche in questo articolo l’autonomia varia parecchio da modello a modello. E’ però sempre garantito un ghiotto ammontare di ore di utilizzo e di standby nella maggioranza dei modelli di qualità, quindi non ci sembra possa rappresentare un grosso problema per l’utente medio.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.

Potrebbe anche interessarti