Android Pay compare sugli smartphone italiani. Ma l’entusiasmo dura poco

La notizia si era diffusa rapidamente in pochi istanti. Per qualche minuto sembrava proprio che Android Pay fosse arrivato anche in Italia. Una novità che aveva già scatenato l’entusiasmo dei tantissimi utenti italiani che attendono con ansia l’arrivo della nuova applicazione sviluppata da Google, realizzata con lo scopo di rendere più semplici i pagamenti digitali. Tuttavia, la gioia è durata ben poco.

Ma cosa è successo esattamente? Per farla breve, nella giornata di ieri diversi utenti avevano segnalato la comparsa della app sul proprio smartphone. Alcuni di questi ‘fortunati’ sono riusciti anche ad effettuare la classica procedura per l’aggiunta della propria carta di credito, ma il tutto si è rivelato un “fake”: nessuno, infatti, è riuscito a completare un acquisto con Android Pay. Addirittura, su molti smartphone l’applicazione è scomparsa in brevissimo tempo.

Dato che a ricevere l’app sono stati telefoni di tutti i tipi, dalle fasce basse ai top di gamma, senza distinzione di brand, l’ipotesi più gettonata è che sia stato un errore da parte di Google, o meglio di qualcuno addetto alla distribuzione di Android Pay. Il colosso di Mountain View non ha ancora fornito alcuna comunicazione ufficiale che spieghi l’accaduto nè quanto tempo bisognerà ancora aspettare per l’arrivo di Android Pay.

Roberto Naccarella

Giornalista pubblicista, 32 anni, ho sempre avuto una grande passione: scrivere. Mi piace lo sport, seguo la politica, amo la musica. Diffido di ogni forma di elitarismo. Sono nato il giorno di San Patrizio e mi sento un pò irlandese.