Home » PC » Apple lancia Mac Studio e il processore M1 Ultra: potenza assoluta
apple mac studio

Apple lancia Mac Studio e il processore M1 Ultra: potenza assoluta

di Roberto Naccarella

Tra le novità presentate da Apple durante il suo evento Peek Performance – tenutosi ieri presso l’Apple Park di Cupertino – c’è anche il Mac Studio, una sorta di Mac mini ma in grado di garantire le migliori performance possibili con gli Apple Silicon. Stando a quanto emerso nell’evento, Apple dovrebbe lanciare il PC in due versioni distinte: la prima sarà equipaggiata con un chip M1 Max, mentre la seconda potrà contare sul più potente M1 Ultra, con 64 core grafici e 128 GB di memoria unificata.

Proprio per questo motivo, la società californiana ha voluto realizzare un prodotto alto quasi tre volte di più rispetto al Mac mini, in modo tale da garantire al Mac Studio un ottimo raffreddamento interno (un aspetto che piacerà molto agli appassionati di gaming, ndr). Aumentano anche le porte: il computer presenta infatti sul davanti un lettore di schede SD e due porte USB-C, mentre sul retro ci sono 4 porte USB-C Thunderbolt 4, 2 porte USB-A, 10 Gbit ethernet, un’uscita HDMI e anche un jack audio. Dal punto di vista della connettività è confermato anche il supporto Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.0.

Assieme al Mac Studio, Apple ha lanciato anche lo Studio Display, un monitor da 27 pollici di fascia alta anche se venduto ad un prezzo più basso rispetto al Pro Display XDR. Ma quanto costa il Mac Studio? La Mela mette in vendita il nuovo prodotto al prezzo di 2.349 euro per la variante con M1 Max, 32 GB di RAM e 512 GB di storage; il modello con M1 Ultra costa invece 4.649 euro. E’ già possibile pre-ordinare i due modelli, che saranno disponibili dal 18 marzo.

apple m1 ultra

Il nuovo Apple M1 Ultra è diventato ufficiale proprio insieme al nuovo computer ed ha debuttato come il processore più potente in assoluto finora rilasciato dal colosso di Cupertino, superiore perfino a M1 Pro e M1 Max. Il chip è caratterizzato da una CPU a 20 core (di cui 16 ad alte prestazioni e 4 ad alta efficienza), una GPU a 64 core, un nuovo Neural Engine a 32 core e il supporto a 128 GB di RAM.

Grazie all’architettura inedita di nome UltraFusion sono stati praticamente fusi due M1 Max attraverso la connessione dei chip su oltre 10.000 segnali con una larghezza di banda inter-processore da 2,5 TB/s a bassa latenza. La mela morsicata lo definisce il chip più potente e capace al mondo per un personal computer. La sua potenza di calcolo è superiore a quella di un processore desktop da 16 core e le prestazioni grafiche sono paragonabili alle più recenti GPU di fascia alta; i consumi sono stati ridotti di 100W e 200W rispettivamente per CPU e GPU.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti