Home » Guide » Guide Tech » Top 5 migliori telefoni cellulari per anziani (2020): più facili degli smartphone!
cellulari per anziani

Top 5 migliori telefoni cellulari per anziani (2020): più facili degli smartphone!

di Michele Ingelido Aggiornato il
Aggiornato il

Purtroppo quando si parla di persone anziane come i nonni, gli smartphone non vanno più bene. Ci vogliono telefoni molto più semplici da utilizzare, perchè se per noi ci sembra semplice usare gli iPhone e i cellulari Android con touch screen, app e quant’altro, vi assicuriamo che per i nostri genitori o nonni può essere un inferno.

Questo accade a maggior ragione se ci sono problemi di vista o udito, ed è per questo che oltre alle offerte smartphone Samsung e Apple esistono i telefonini per anziani. Un telefono oggi giorno è indispensabile specie per un anziano che si trova di fronte a pericoli e difficoltà quotidianamente, tutte le persone più in la con l’età dovrebbero assolutamente averne uno per essere subito soccorsi in caso di qualunque tipo di incidente mortale o meno.

Le peculiarità distintive di telefoni e smartphone per anziani sono solitamente la presenza di tasti grandi e ben leggibili, di un tasto SOS, di una voce guida e cose simili. Un vantaggio di questo tipo di cellulare rispetto ai soliti smartphone è il prezzo: si trovano cellulari in offerta anche sotto i 50 euro senza il bisogno di acquistarne di usati, di cinesi o di vecchi.

Ovviamente gli economici cellulari per anziani sono compatibili con tutti i gestori telefonici, da Vodafone a Tim passando per Wind, 3 Italia e gli operatori virtuali. Quindi potrete attivare i numeri di telefono di tutte le schede SIM e tutti i tipi di promozioni. Quasi tutti supportano la base di ricarica, quindi possono anche essere posizionati in casa come dei cordless. Si possono trovare principalmente 2 tipi di telefoni per gente matura: i monoblocco e i cellulari a conchiglia.

Non vi consigliamo uno piuttosto che l’altro, per questa caratteristica si compara più per gusti che per effettiva utilità. Tra le marche più famose di telefonini per anziani con tastiera fisica c’è Brondi, ma ce ne sono anche tantissime altre tra cui cercare e confrontare il miglior telefono cellulare low cost e facile da usare.

Se cercate modelli che costano poco vecchio stile e che non siano per forza per anziani, vi consigliamo di consultare la top 5 migliori telefoni cellulari economici (sotto i 50 euro). Se invece vi basta un telefono fisso semplice da utilizzare perchè i vostri genitori o nonni stanno sempre in casa, allora vi aiuterà la Top 5 migliori telefoni cordless per la casa. Questa è invece la top 5 migliori telefoni cellulari per anziani, molto più facili degli smartphone.

Sommario

Migliori cellulari per anziani per fascia di prezzo

Per trovare i cellulari per anziani più efficienti non ci si può basare sulle stesse marche che sono le più note sul mercato degli smartphone. Brand come Samsung, Apple e Huawei non hanno nessuna intenzione di dominare il mercato dei cellulari per anziani, quindi prendeteli come brand che si riferiscono a una categoria di prodotti del tutto diversa.

Dato che molte delle marche che producono telefoni per gli anziani non sono molto conosciute, vi suggeriamo di mettere da parte la marca e focalizzarvi sulle funzionalità e caratteristiche del telefonino. Vi lasciamo quindi ai migliori cellulari per anziani.

5) Artfone GSM

artfone gsm

Questo Artfone è un cellulare per anziani davvero molto semplice sia nel design che nell’utilizzo, ma non per questo privo di funzionalità. Si tratta di uno dei cellulari per anziani più intuitivi perchè ha dei tasti grandi e facilmente comprensibili anche da chi ha seri problemi di vista. In più ha solamente i tasti indispensabili, per cui è praticamente impossibile sbagliare.

E’ corredato di un display da 1,77 pollici a colori su cui si possono visualizzare foto peer identificare i propri contatti più facilmente. Ha un altoparlante con audio cristallino e un volume alto. Può essere usato con qualsiasi scheda SIM ma non ci si può navigare in internet. C’è però la radio FM ed è possibile anche ascoltare musica memorizzata.

Si possono tranquillamente inserire file multimediali come immagini e video, e si possono anche scattare foto grazie a una fotocamera posteriore da 0,8 Megapixel. I file possono essere immagazzinati in una memoria esterna (micro SD) con capacità supportate fino a 32 GB. Non manca la funzione torcia e un tasto SOS per chiamare con una singola pressione qualsiasi numero a scelta in caso di emergenza.

Grazie ad una batteria da 1400 mAh ricaricabile è possibile usarlo peer 8 ore in chiamata ed ha un’autonomia in standby fino a 530 ore. La batteria è possibile ricaricarla attraverso una base dedicata su cui basta semplicemente appoggiare il telefono per iniziare la ricarica. Nulla di più facile e immediato, con un numero di funzioni anche maggiore di quelle base, e ad un prezzo molto contenuto.

Ecco il link per acquistarlo direttamente da Amazon:

4) Brondi Magnum 3

brondi magnum 3

In Italia Brondi si occupa della realizzazione di cellulari per anziani da tempo immemore, sin da prima dell’esistenza degli smartphone. Per questo ha sviluppato molte conoscenze ed esperienza nel settore, e nel suo catalogo ha attualmente un modello estremamente valido. Stiamo parlando di questo Magnum 3 che si caratterizza per uno schermo davvero molto grande per un semplice telefono a conchiglia.

Parliamo di ben 3 pollici, unito a una tastiera 3×4 che ha tasti dalle dimensioni altrettanto grandi. E’ quindi molto difficile non riuscire a distinguere i contenuti sia a video che sulla tastiera retroilluminata, che include anche tasti rapidi per comporre numeri con un solo clic. Una peculiarità importante di questo telefono è il fatto che a differenza di molti altri  cellulari per anziani vanta uno slot dual SIM, per cui si possono usare 2 numeri di telefono sullo stesso cellulare.

Si può rispondere e riattaccare le telefonate semplicemente aprendo e chiudendo il dispositivo, e con un uso normale la batteria può durare più di una settimana tranquillamente. E’ presente una memoria interna, un altoparlante chiaro e potente, la possibilità di espanderla tramite micro SD ed il Bluetooth per trasferire i file con altri dispositivi.

Ci potete riprodurre musica e video  e ci potete anche scattare le foto grazie alla fotocamera da 1,3 Megapixel. C’è la radio FM e ovviamente permette anche lo scambio di messaggi. Come feature phone non gli manca praticamente nulla e il suo prezzo non è nemmeno eccessivo rispetto alla concorrenza.

Ecco il link per l’acquisto tramite Amazon:

3) Saiet Magnum

saiet magnum

Se preferite cellulari per anziani solo con le funzioni indispensabili, per niente complicati e più facili possibile da utilizzare, dovreste optare per questo telefono monoblocco. Ha tasti veramente molto grandi e ben spaziati (che sono anche ben retroilluminati), e si tratta anche di tasti parlanti che restituiscono un feedback “vocale” in diretta durante la digitazione.

Per cui se un utente senior ha problemi di vista, ci sarà l’udito ad aiutarlo, e viceversa. La possibilità di impostare facilmente chiamate rapide a numeri prestabiliti è un’ulteriore semplificazione, e se non bastasse c’è anche il tasto SOS. Il dispositivo ha un display a colori da 2,2 pollici e supporta anche delle mini app tra cui radio FM e calcolatrice.

Il retro ospita anche una fotocamera, anche se da soli  0,3 Megapixel. Una risoluzione da cui non dovete mai aspettarvi belle foto, ma che può essere utile per permettere ad un anziano di far capire ai propri parenti dove si trova o per ricordare cose viste.

Il telefono come tutti i cellulari per anziani che si rispettino ha uno slot micro SD per espandere la memoria, il Bluetooth e la possibilità di riprodurre contenuti multimediali, nonchè un potente vivavoce. La batteria assicura all’incirca 5 ore di autonomia in conversazione telefonica continua con un volume e una qualità audio sempre soddisfacenti.

Vi lasciamo il link per l’acquisto direttamente da Amazon:

2) Doro 6050

doro 6050

Oltre all’affidabile marchio che produce cellulari per anziani di alta fattura da ormai molti anni, questo dispositivo ci ha colpito a primo impatto per la presenza di un display esterno che mostra a caratteri cubitali e sempre facilmente visibili il nome della persona che sta chiamando o altre informazioni importanti. Per un anziano, specie se ha gravi problemi di vista, ciò può essere una miniera d’oro.

Le caratteristiche su misura per chi ha una  certa età non finiscono qui con questo telefono a conchiglia: c’è  anche un apposito tasto SOS per chiamare con un clic le persone in caso di emergenza, ed un tasto rapido con cui inviare istantaneamente SMS o MMS.

L’azienda ha saputo inoltre giocare sui colori e sugli spazi per fornire l’esperienza migliore agli utenti senior: I tasti sono neri su sfondo bianco, grandi e ben spaziati, impossibili da non notare e distinguere. Dotato di un audio forte e chiaro e di un ampio schermo interno a colori da 2,8 pollici, questo dispositivo può anche farvi ascoltare la radio FM e i file multimediali, nonchè farvi espandere la memoria interna con micro SD.

E’ compatibile con apparecchi acustici, supporta i tasti per le chiamate rapide e può perfino visualizzare le e-mail. La possibilità di inserire informazioni mediche (ICE) permette in caso di emergenza di comunicarle automaticamente a contatti prestabiliti. Si possono anche bloccare determinati numeri e chiamate. L’autonomia arriva a 6 ore in conversazione e supera le 420 ore in standby.

Vi lasciamo il link per acquistarlo tramite Amazon:

1) Panasonic KX-TU329

cellulari per anziani

Il re dei cellulari per anziani è a nostro parere questo Panasonic. Non ha un display esterno completo, ma ha comunque un mini schermo con indicatore per i messaggi, uno per le chiamate e uno per la batteria, e sopra di essi c’è un flash LED da usare come torcia o per illuminare gli scatti. Già, perchè questo telefono ha anche una fotocamera, ed è la fotocamera migliore che si può usare su cellulari per anziani.

Ha una risoluzione di 2 Megapixel e le foto iniziano già a essere molto più decenti della concorrenza. Anche lo schermo è eccezionale per la fascia, con dimensione di 2,4 pollici, risoluzione 320 x 240 pixel e grande visibilità in ogni condizione. Tastiera anch’essa all’altezza di essere utilizzata da ipovedenti con dei numeri ben grassettati e tasti spaziati in modo da essere riconosciuti anche senza guardarli.

Si può chiamare così come inviare messaggi e MMS. Si possono vedere file multimediali come immagini, video e musica, e salvarli in una microSD che può arrivare a ben 32 GB (oltre agli 8 GB di memoria integrata). Potete inoltre scambiare i file inviandoli e ricevendoli da altri terminali con il Bluetooth.

La rubrica può contenere la bellezza di 454 voci e ci sono tante applicazioni utili. Tra queste un registratore vocale e la radio FM. La qualità costruttiva è ineccepibile, con design resistente agli urti e alle cadute. La batteria di questo cellulare a conchiglia basta e avanza anche per una settimana di uso normale. Si può caricare con una base di ricarica inclusa in confezione.

Vi lasciamo il link all’acquisto tramite Amazon:

Bonus smartphone per anziani: Doro 8080

doro 8080

Abbiamo ormai assodato che la maggior parte delle persone utilizzano le applicazioni di messaggistica istantanea come WhatsApp come principale mezzo di comunicazione al pari delle chiamate. I cellulari per anziani, essendo feature phone ed essendo sprovvisti di un sistema operativo avanzato come Android e iOS, non supportano applicazioni di messaggistica e precludono a chi li utilizza la comunicazione con tante persone (tra cui possono ad esempio esserci nipoti  che utilizzano quasi sempre WhatsApp).

Oltre a questo, non avere uno smartphone comporta anche tanti altri svantaggi, tra cui l’assenza delle app. Per gli anziani che sono più pratici, è bene quindi acquistare uno smartphone invece che i classici cellulari per anziani. Per fortuna esistono smartphone facili da usare anche per una persona di una certa età ed il migliore in assoluto che vi consigliamo è questo Doro.

Dotato di connettività 4G, garantisce alte velocità di connessione proprio come gli smartphone normali. E’ equipaggiato con il sistema operativo Android e quindi supporta tutte le sue applicazioni, ma l’OS è stato modificato con un’interfaccia pensata appositamente per essere più semplice da utilizzare per un anziano. C’è il touch screen a differenza dei normali cellulari per anziani, ma nell’interfaccia ci sono anche tasti molto grandi e ben visibili, oltre a dei tasti capacitivi fuori dal display e a un tasto Home.

Quindi con un po’ di pratica risulta più facile imparare ad usarlo. Sul retro troviamo un tasto SOS e all’interno c’è anche il GPS che permette a qualsiasi parente di localizzare l’anziano in caso di problemi. E’ assicurata anche la compatibilità con apparecchi acustici. L’alimentazione è affidata a un sufficiente processore octa-core Qualcomm Snapdragon 439 e lo storage integrato ammonta a 32 GB con slot di espansione micro SD.

Confrontato con uno smartphone tradizionale ha un hardware di fascia bassa ma buono per far girare Android dignitosamente. Lo schermo è da 5,7 pollici in HD, è presente una sufficiente doppia fotocamera da 16 + 5 Megapixel (per i selfie c’è una fotocamera frontale) e c’è anche una batteria in grado di durare più di una giornata con uso moderato (15 ore in conversazione telefonica) e ricaricabile con una basetta molto più facile da utilizzare rispetto a un cavo caricabatterie.

Grazie a un’app che sfrutta internet questo telefono consente anche ad utenti diversi da chi usa lo smartphone di configurarlo e modificare impostazioni e contenuti da remoto (gratis). E’ anche possibile inserire nel dispositivo le informazioni mediche che vengono trasmesse automaticamente a chi risponde alle chiamate di emergenza (ICE).

PRO

  • Compatibile con apparecchi acustici
  • Interfaccia  ottimizzata per gli anziani
  • Localizzazione GPS, 4G e tasto SOS
  • Possibilità di gestione da remoto
  • Trasmissione automatica info mediche (ICE)
  • Prezzo non eccessivo

CONTRO

  • Processore non di fascia alta

Ecco il link per l’acquisto direttamente da Amazon:

Scarica il manuale di utilizzo

Requisiti di un telefono per anziani

Per definirlo cellulare per anziani un telefonino deve avere certe caratteristiche che ne consentano l’utilizzo agevole da parte di una persona di una certa età. Sebbene siano cellulari economici, queste caratteristiche sono molte, e non vanno affatto trascurate se si vuole permettere ad un anziano di telefonare in tutta tranquillità. I requisiti più importanti riguardano il design del telefono, i tasti, lo schermo, la parte software e l’autonomia: andiamo a vederli approfonditamente.

Design

cellulari per anziani

I cellulari per anziani, così come i telefonini in generale, si dividono in 3 tipologie principali: monoblocco, a conchiglia e “touch”. La prima tipologia è quella più classica: prevede la presenza in un solo blocco di un piccolo display che può essere in bianco e nero o a colori, e di una tastiera. Il secondo tipo è invece quello pieghevole, che quando è chiuso protegge lo schermo e i tasti che diventano inaccessibili, lasciando talvolta spazio a un piccolissimo display esterno che mostra le informazioni più importanti come ora e notifiche sulle chiamate.

La terza tipologia è invece quella degli smartphone, che non hanno tasti fisici per comporre numeri di telefono ma solo il display touch screen. La prima tipologia è la più facile da usare se parliamo di cellulari per anziani. La seconda è quasi uguale alla prima, con la differenza che si deve aprire il telefono prima di utilizzarlo, a pieno vantaggio della compattezza.

Tasti

E’ importantissimo che nei cellulari per anziani i tasti siano grandi e ben spaziati, come già accennato nell’introduzione. Le persone anziane sono quelle che hanno più problemi di vista e anche le meno pratiche nell’uso del telefono, perciò meglio non transigere su questo aspetto. Inoltre, i caratteri devono essere ben stampati e visibili sopra i tasti. Altra cosa molto importante è la presenza dei seguenti tasti sui cellulari per anziani.

  • Tasto SOS: si tratta di un tasto dedicato a cui è possibile associare la chiamata ad un numero di telefono in caso di emergenza. Quando l’anziano si troverà in una situazione in cui ha urgente bisogno di aiuto, gli basterà premere quel singolo tasto per chiamare immediatamente il proprio caro.
  • Tasti per chiamate rapide: è cosa molto utile la presenza di tasti dedicati alle chiamate rapide. Hanno una funzione simile al tasto SOS, basta premerli per chiamare un numero di telefono. Tuttavia a differenza dei soliti tasti SOS presenti in punti diversi rispetto alla tastiera 3×4, i tasti per le chiamate rapide sono integrati vicino al tastierino numerico.
  • Blocco tasti: per evitare la pressione accidentale e la chiamata involontaria dell’intera rubrica, è bene che i cellulari per anziani possiedano il blocco tasti. Così quando il telefono è in tasca o non lo si sta usando non si potranno combinare casini.

Display

Lo schermo, proprio come i tasti, per essere eccellente nei cellulari per anziani deve consentire la visione chiara dei numeri e dei caratteri. La grandezza del display non ha importanza, ciò che è importante è che siano grandi i numeri e caratteri riprodotti. Non fa nulla se è in bianco e nero o a colori, ma ciò che è davvero utile è un’alta luminosità.

Se un telefono ha un display luminoso, sarà più facilmente visibile, i caratteri si distingueranno meglio, e in condizioni di luce avverse come quando è sotto la luce diretta del Sole, si riuscirà a vedere lo schermo. Riepilogando, caratteri grandi e alta luminosità sono gli elementi da prediligere.

Audio

Oltre ai problemi di vista, sono comunissimi fra gli anziani i problemi di udito. E’ per questo che i cellulari per anziani devono avere degli altoparlanti molto potenti che riescano ad erogare un volume molto alto. Con un volume basso l’anziano potrebbe non sentire la suoneria delle chiamate, e lo stesso vale per la voce dell’interlocutore per cui sta parlando.

Da precisare che un telefono ha almeno 2 altoparlanti: uno per l’audio normale ed uno per le chiamate che si sente bene solo se avvicinato all’orecchio. Bisogna assicurarsi che entrambi funzionino bene ed abbiano un volume alto. Ci sono alcuni cellulari per anziani con delle tecnologie che li rendono compatibili con gli apparecchi acustici, nel caso la persona in questione ne avesse uno e creasse interferenze.

Software

Gli smartphone Android e gli iPhone, con tutte le loro applicazioni e impostazioni, hanno un lato software molto sofisticato, che non è affatto adatto a una persona in là con l’età. I cellulari per anziani devono avere un software intuitivo, che sia facile da usare e non incomprensibile da chi non è pratico con i telefoni.

Menu puliti, con caratteri grandi e facilmente accessibili sono cosa buona e giusta. Sarebbe gradita la presenza di funzionalità aggiuntive come la possibilità di associare foto o tasti a determinati numeri di telefono per chiamare velocemente, la possibilità di cambiare suoneria per chiamate e messaggi, e una rubrica capiente.

Batteria

Una batteria duratura può risparmiare alle persone di una certa età tante rogne con il proprio telefono. La memoria a breve termine degli anziani non è più quella di una volta, e non è poco frequente che possano dimenticarsi di ricaricare il proprio cellulare. Per questo motivo, una batteria duratura può solo essere d’aiuto. Inoltre, diminuirà il rischio che la persona si trovi senza telefonino in caso di emergenza.

Mettere in carica un telefono potrebbe non essere facile per una persona vecchia come lo è per i giovani: bisogna avere una buona vista e inserire un connettore molto piccolo in un’entrata altrettanto piccola. Per questo molti cellulari per anziani sono dotati di base di ricarica: basta appoggiarli lì sopra per ricaricarli. Non vi resta che scegliere uno che ce l’abbia se prevedete che la persona che lo userà avrà difficoltà a metterlo materialmente in carica.

Si possono trasformare smartphone in cellulari per anziani?

Come già accennato comprare uno smartphone per una persona anziana non è la migliore delle scelte, perchè sono molto più difficili da usare rispetto ai telefoni tradizionali. Tuttavia se l’anziano in questione è una persona già un po’ avvezza al mondo della tecnologia, e che ha già posseduto diversi telefonini in passato, si può tentare ad insegnargli ad usare uno smartphone. Lo fate a vostro rischio e pericolo, e qualora sceglieste di farlo potreste essere costretti ad essere disponibili per un bel po’ di tempo al fine di fargli imparare ad usarlo.

Può anche essere che un anziano non impari mai ad usare bene uno smartphone, dovete prepararvi anche a questa evenienza. Per questo motivo sarebbe meglio, se proprio non voleste acquistargli cellulari per anziani, scegliere un dispositivo che sia più facile possibile da usare. Gli iPhone ad esempio potrebbero essere un buon acquisto perchè iOS è un sistema operativo pensato per tutti e non molto difficile da utilizzare.

In quanto agli smartphone Android, offrono la possibilità di personalizzare ogni minimo dettaglio dell’interfaccia utente, quindi potreste acquistarne uno e poi adattare l’UI facendola diventare semplice. Potete farlo andando a scaricare e installare un launcher dal Play Store con icone grandi e pochi fronzoli per esempio (come Nova Launcher). Oppure potete aggiungere alla schermata Home, tramite i widget, le opzioni più importanti.

Ad esempio, su ogni smartphone Android, c’è il widget che permette di aggiungere un numero di telefono alla schermata principale per chiamarlo con un solo tocco. Per aggiungere i widget nella maggior parte degli smartphone vi basta tenere premuto su un punto vuoto del display quando siete nella schermata Home. Evitate però di acquistare smartphone cinesi in cui si deve smanettare per metterli a posto in modo perfetto, come ad esempio molti Xiaomi. Dovete prendere un device pronto all’uso, di un’azienda presente in Italia, come per esempio Samsung o Sony.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.

Potrebbe anche interessarti