Home » App & Gaming » Microsoft compra Activision Blizzard con l’acquisizione più grande nella storia del gaming
microsoft

Microsoft compra Activision Blizzard con l’acquisizione più grande nella storia del gaming

di Michele Ingelido

La già enorme acquisizione di Bethesda era solo l’inizio: adesso Microsoft ha deciso di comprare Activision Blizzard. Con un’operazione da ben 68,7 miliardi di dollari, il colosso di Redmond ufficializza l’acquisizione più grande di tutta la storia del gaming facendo impallidire perfino i 12,7 miliardi offerti da Take-Two per assorbire Zynga.

Per chi non fosse particolarmente informato, Activision Blizzard è un colosso che possiede serie videoludiche tra le più importanti in assoluto nell’intera industria del gaming. Tra queste si annoverano Call of Duty, Diablo, Hearthstone, Warcraft e Starcraft. Microsoft ottiene con l’assorbimento i team Activision Publishing, Blizzard Entertainment, Beenox, Demonware, Digital Legends, High Moon Studios, Infinity Ward, King, Major League Gaming, Radical Entertainment, Raven Software, Sledgehammer Games, Toys for Bob e Treyarch.

L’acquisizione è prevista per la fine dell’anno fiscale 2023 e porterà tantissimi giochi Activision Blizzard nel catalogo offerto dal servizio in abbonamento Xbox Game Pass. Completata l’operazione, Microsoft entrerà nella top 3 delle più importanti aziende del mondo del gaming se parliamo di ricavi, superando nomi del calibro di Nintendo e Tencent. I prossimi Call of Duty potrebbero diventare esclusive per Xbox e PC (ad esclusione di free-to-play come Warzone).

Tuttavia c’è da specificare che l’acquisizione non è certa al 100%: visto il precedente assorbimento di Zenimax non è escluso un intervento del Dipartimento di Giustizia e dell’antitrust per bloccare l’operazione. Ci sono però poche possibilità (molto poche) che l’operazione venga annullate. L’acquisto, comunque, non darebbe ancora modo a Microsoft di scavalcare Sony.

Fonte

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti