Home » Guide » Guide Tech » Miglior Ultrabook del 2020: guida all’acquisto dei notebook leggeri e potenti
migliori ultrabook

Miglior Ultrabook del 2020: guida all’acquisto dei notebook leggeri e potenti

di Michele Ingelido

Cos’è un ultrabook? Se ve lo state chiedendo sappiate che non siete i soli: praticamente tutti coloro che si approcciano al mondo del PC portatile si fanno questa domanda. Si tratta di notebook molto sottili e compatti, spesso fatti con materiali premium come il metallo. Ma sono PC portatili che allo stesso tempo sono molto potenti e adatti ai compiti più ardui non possibili con altri device compatti come smartphone e tablet.

Sebbene ci siano ultrabook economici in vendita sottocosto da Mediaworld o altri negozi, non vi aspettate notebook economici come i netbook a un prezzo troppo abbordabile con questi modelli. Questo perchè si tratta spesso di top di gamma alla ennesima potenza. I computer portatili di questo tipo sono caratterizzati da un grande stile, una grande trasportabilità ed anche un grande comparto hardware.

Abbiamo infatti su questo tipo di computer portatile componenti di alto livello come monitor in risoluzione Full HD e oltre, spesso in formato piccolo da 13 pollici, oppure più grandi da 14 o 15 pollici (più raramente da 17 pollici). Per non parlare dei processori di ultima generazione come gli Intel Core i7 e i5. Sono tante le case produttrici che li realizzano con il sistema operativo Windows 10: Asus, Dell, HP e ci sono, seppur più rari nelle offerte notebook sul nostro mercato, anche ultrabook cinesi.

I migliori ultrabook che si possono trovare nelle offerte pc portatili possono dare grandi soddisfazioni, ma non è facile nè trovare il miglior ultrabook a prezzi convenienti e nè tantomeno trovare il miglior notebook di questo tipo. I modelli sono tantissimi e per individuare i migliori notebook del genere in Italia ci vuole una conoscenza approfondita di ogni componente. Ci sono da considerare tanti fattori per trovare il miglior computer portatile che dipendono dalle esigenze dell’utente.

Tra i notebook in offerta per il miglior pc portatile può contare la qualità dello schermo o display per chi fa grafica o usa vedere film. Predilige le prestazioni dei laptop in ogni confronto notebook chi lavora o vuole giocare ai videogiochi dandosi al gaming. Cosa importante per capire quale portatile comprare può essere anche l’autonomia della batteria per chi vuole utilizzare un ultrabook in mobilità. Dopo avervi proposto i migliori tablet per scrivere, disegnare e prendere appunti con pennino e la top 5 migliori convertibili 2 in 1, ecco a voi la top 5 miglior ultrabook aggiornata al 2020 con notebook potenti e compatti.

Indice

Migliori ultrabook economici con Windows 10 e macOS sotto i 1.000 euro

Huawei Matebook D

huawei matebook d

Da quando Huawei ha sfondato nel mercato degli smartphone è diventata una macchina inarrestabile, tanto da essersi inserita anche nel settore dei computer, in questo caso degli Ultrabook. Prendiamo in esame questo Matebook D, che già dall’aspetto si dimostra essere un gioiellino ben costruito, con materiali pregiati e ben rifiniti. L’articolo è presente in varie versioni, che si differenziano per caratteristiche tecniche, come lo schermo.

E’ infatti disponibile la versione da 15.6”, e quella da 14”. Il display in entrambe le versioni è in Full HD, con rifinitura opaca, elemento che da sempre considero sacrosanto tra le caratteristiche dei computer, e lo trovo di estrema utilità soprattutto per quelli che passano tanto del loro tempo davanti ad esso, che sia per lavoro o per fini ricreativi, poichè permette di attenuare il riflesso delle luci e degli elementi ambientali.

Tuttavia, nonostante lo schermo sia in generale molto buono, i colori non sono il top del top, e non lo consigliamo quindi a tutti quelli che fanno dei programmi di Grafica un uso smisurato. Per quanto riguarda la scheda video, bisogna dire che questo Matebook D non ne ha una dedicata, e di conseguenza non possiamo aspettarci magie a quel livello.

Tuttavia ce la si può comunque cavare senza problemi con montaggi video ed editing di immagine non troppo complessi, o gaming non ad altissime prestazioni. Per quanto riguarda le prestazioni, questo Ultrabook è stato distribuito in varie salse: troviamo infatti una versione con processore Intel Core i3-8130U, una con Intel Core i5-8250U, ed un’altra con AMD Ryzen 5 R5-2500. Monta un SSD da 256 GB, ed ha 8 GB di RAM.

La durata della batteria senza alimentazione invece si aggira intorno alle 7-8 ore di utilizzo effettive, calanti fino ad un 3-4 ore in caso di utilizzo molto intensivo dell’apparecchio. Insomma, diciamo che questo Huawei fa il suo sporco lavoro, e considerando il prezzo, mai sopra gli 800 euro, si può considerare tra i migliori Ultrabook in circolazione al momento.

Acer Swift 3

ultrabook acer swift 3

Forse Acer non è un marchio che ha sempre goduto di ottima reputazioni in giro, ma bisogna dire che con questo Swift 3 è riuscito a regalare al mercato un prodotto, che anche se non rivolto ad una specifica tipologia di utente, risulta essere molto soddisfacente per quanto riguarda portabilità e prestazioni. A livello di processore lo si trova in tre versioni, di cui i5-8250U e i7-8565U di ottava generazione, e Ryzen 5 3500U.

Insieme a questi processori ci sono 8 GB di RAM, SSD da 256 Gb (disponibile anche in versione 512 GB o 256 GB LTE, con la possibilità di poter inserire una SIM al suo interno) espandibile fino ad un massimo di 12 GB. Per quanto riguarda la connettività, ci si può ritenere abbastanza soddisfatti per la maggior parte delle esigenze, considerando che monta anche una porta Type-C, che sempre più stanno diffondendosi nei dispositivi di ultima generazione.

Per quanto riguarda la scheda video, nelle versioni i5 e i7, l’Acer Swift 3 monta solo una scheda video integrata Intel, mentre la versione Ryzen ne monta una dedicata AMD Radeon Vega 8, per andare incontro a più esigenze. E anche per la questione schermo si spazia di dimensioni, e si va dai 13.3” ai 14”, fino ai 15.6”, con una risoluzione Full HD da 1920×1080 pixel, non con finitura opaca, ma con una lavorazione del vetro ComfyView che permette di ridurre i riflessi esterni.

La durata della batteria si aggira su circa 4 ore di utilizzo effettivo. In definitiva, ripetiamo, non è un computer che può essere spremuto per un particolare tipo di utente, ma per un uso generale risulta essere davvero un’ottima scelta. Il prezzo va da meno di 700 euro, fino a circa 850 euro.

MSI Modern 14

msi modern 14 ultrabook

Dopo un po’ di menzioni di computer prettamente orientate ad un utilizzo generale, è giunto il momento di parlare di qualcosa di più specifico, e MSI è uno dei marchi che sa quello che fa quando… Beh, diciamo che sa quello che fa la maggior parte delle volte. La serie Modern 14 è una delle più apprezzate quando si parla di macchine pensate per i content creator.

Attualmente su siti come Amazon, sono disponibili principalmente due varianti, la A10M-446XIT e la A10M-445XIT, rispettivamente dotati di processore Intel Core i5, e Intel Core i7. Una pecca forse da sottolineare, e che questi computer fanno parte della categoria FreeDos, cioè quelli venduti senza nessun sistema operativo preinstallato.

Ma siamo sicuri che gli smanettoni interessati a questi prodotti, sapranno come risolvere in fretta (e ovviamente non è che per i più profani non ci sia speranza). La scheda video è integrata ed è una Intel. Anche qui ci troviamo di fronte a 8 GB di RAM e un SSD da 256 GB.

Per quanto riguarda lo schermo è un Full HD a 16:9, di cui è presente soltanto una versione da 14”. La qualità costruttiva è altrettanto buona, caratterizzata prevalentemente da una colorazione grigia, e rifiniture sulla scocca che danno un tocco di eleganza in più al tutto. Come rapporto/qualità prezzo non delude, e lo si trova sugli store solitamente sempre a meno di 900 euro.

LG Gram 14, 15 e 17

lg gram

Con un 1.3 kg di peso nella versione da 17 pollici, questo LG Gram si dimostra come uno degli Ultrabook più sottili e leggeri del mercato. Non potevamo evitare di inserirlo in top, quindi eccoci qua. Parlando di schermo l’LG si distingue per aver portato le proporzioni ad 16:10, che permettono di avere un po’ di spazio in più verticalmente, senz’altro molto comodo per la navigazione web o altro.

La risoluzione è di 2560×1600, e come si evince dal titoletto, è disponibile in tre varianti, 14”,15.6” e 17”. Concludendo con il display, unica pecca è la finitura lucida, che porta ad essere un po’ più difficoltosa l’usabilità in ambienti esterni. Per quanto riguarda le prestazioni, tra le varianti disponibili, si va da un processore i5 ad uno i7, con 8 GB di RAM fissi per tutte le configurazioni, e possibilità di scelta tra SSD da 256 GB o 512 GB.

Non essendoci nessuna scheda video dedicata, ma solo l’integrata Intel UHD Graphics 620, possiamo affermare che questo LG Gram non è molto adatto per gli editing video pesanti, o addirittura il gaming. Lo consigliamo invece per tutti gli altri tipi di operazioni, dove sicuramente fa un ottimo lavoro. Altro punto di forza di LG Gram è senza dubbio la durata della batteria, che riesce a raggiungere picchi di 12 ore effettive, tramite utilizzo medio.

Veramente sorprendente. Il prezzo non è tra i più bassi, ma possiamo affermare che questo ultrabook è uno dei migliori sulla piazza per chi vuole mettere al primo posto il massimo comfort per la portabilità, senza escludere delle buone prestazioni.

Miglior ultrabook Windows 10 e mac OS di fascia alta oltre i 1000 euro

Apple MacBook Air 2019

apple macbook air 2019

Quando si parla di Ultrabook è un po’ difficile evitare di nominare l’Apple, che è sempre stato uno dei marchi protagonisti del mercato dei computer ad alte prestazioni. Abbiamo deciso di fare inserzione doppia in questa top, con il MacBook Air 2019 e il MacBook Pro 2019, di cui parleremo più avanti. Come di consueto anche questo prodotto viene distribuito con un prezzo abbastanza importante rispetto ad altri marchi, difficile infatti trovarlo a meno di 1000 euro in giro.

Tuttavia si sa come lavora Apple, e nonostante alcuni difettucci, i punti forti che l’hanno contraddistinta durante il corso della sua storia non scompaiono in questi nuovi modelli, che alla resa dei conti, si presentano effettivamente come quelli più economici venduti dalla casa. Gli elementi degni di nota in queso MacBook son parecchi, e ne fanno parte il design e la compattezza.

Infatti questo MacBook Air 2019 riesce ad essere molto carino esteticamente, di uno spessore veramente ridicolo e di grande leggerezza, contrapposta comunque a solidità e resistenza. Una delle maggiori novità di questo Mac è lo schermo dotato di tecnologia Apple True Tone che regola la temperatura del colore in base alla luce ambientale. Per il resto, lo schermo è un Retina da 13.3” con risoluzione 2.560×1.600, caratterizzato da ottimi colori e dettagli, ideali per chi vuole sfruttarlo per scopi grafici.

Come processore monta un Intel Core i5-8210Y, una scheda grafica Intel UHD, 8 GB di RAM, SSD da 256 GB. Altro punto forte è l’autonomia della batteria, che si aggira sulle 10 ore di utilizzo, surclassando molti dei concorrenti di sponda Windows.

HP Spectre x360

hp spectre x360

E naturalmente doveva arrivare anche il momento dei convertibili, e in questo caso abbiamo inserito in questa top l’HP Spectre x360, un portatile da 13 pollici capovolgibile, come dice il nome a 360 gradi. Il display è un Full HD da 1920×1080 pixel, è di natura riflettente e a livello di qualità lo possiamo catalogare nella media. Tuttavia vogliamo asserire di quanto la qualità costruttiva e il design siano un grande punto di forza in questo ultrabook.

Le rifiniture sono ben curate e caratteristiche, e tutta la parte estetica risulta veramente di grande eleganza. Per quanto riguarda le prestazioni, su questo modello troviamo un processore Intel Core i5 di ottava generazione, 8 GB di RAM, scheda grafica integrata Intel UHD ed SSD da 256 GB.

La durata della batteria risulta molto soddisfacente arrivando quasi 10 ore di utilizzo effettivo. Come ogni convertibile che si rispetti, anche questo HP Spectre x360 è dotato di schermo touchscreen, con tanto di pennino, e grazie alla sua struttura variabile, può essere utilizzato in ogni occasione, portandolo a risultare il top per quanto riguarda il comfort per la portabilità.

Un altro vantaggio relativo a questo modello sono gli altoparlanti, di cui ne troviamo quattro marchiati Bang & Olufsen; davvero ottimo per un utilizzo generale, e con un volume anche abbastanza alto. A livello di prezzo, superiamo i 1000 euro, ma possiamo dire che ne vale la pena.

Microsoft Surface Laptop 3

microsoft surface laptop 3

Anche Microsoft è riuscita a far parte della nostra Top 10 dei migliori Ultrabook, e lo fa con questo Surface Laptop 3, non un convertibile a 360 gradi, ma un ultrabook dotato di touchscreen e schermo da 13 pollici e 2256×1504 pixel, dotato di finitura lucida. A livello di prestazioni, Microsoft è riuscita a dare a questa sua macchina tutto quello che serve per garantire un buon utilizzo, senza dare cenni di surriscaldamenti di nessun tipo.

Come processore ci troviamo davanti ad un Intel Core i5, 8 GB di RAM, 256 GB di SSD (ma è disponibile anche la variante Platinum da 128 GB) e scheda grafica integrata. Abbiamo accennato alla versione Platinum: è sicuramente da dire che questa versione si distingue dagli altri Surface e anche da tutti gli altri ultrabook, anche per il fatto che la scocca in corrispondenza della tastiera è fatta di Alcantara, materiale veramente molto comodo per quando si lavora, magari in inverno, tramite tastiera e touchpad.

E a proposito di touchpad, altra nota positiva è che è davvero spazioso e preciso nel suo utilizzo. Per quanto concerne invece la batteria, la sua durata si aggira intorno a circa 6 ore di autonomia effettive, con utilizzo medio. Non il massimo rispetto anche ad altre menzioni precedenti, ma abbiamo visto sicuramente di peggio, e non lo vediamo come un difetto.

Insomma possiamo dire che il Surface Laptop 3 è uno dei migliori ultrabook che possiate trovare in giro ed è uno dei (se non il) migliori portatili Microsoft, azienda che si sta dimostrando molto capace anche per quanto riguarda lo sviluppo di prodotti tecnologici, e non solo di sistemi operativi. Il va da poco più di 1000 euro in su, dipende dalla versione presa in considerazione.

Dell XPS 13 e 15

dell xps

Parlando di Ultrabook un’altra menzione d’obbligo per noi sono questi Dell XPS 13 e XPS 15, due fratelli che sicuramente meritavano un posto in questa top. Le differenze principali tra i due modelli sono prima di tutto lo schermo, di cui l’XPS 13 è un 13.3 pollici UltraHD 4k da 3840 x 2160 pixel, e l’XPS 15 è un 15.6 pollici da 1920 x 1080 pixel; e poi la presenza di scheda video dedicata NVIDIA® GeForce® GTX 1050 Ti nell’XPS 15, mancante nell’XPS 13.

Come processore montano un Intel Core i7, e sono dotati di 512 GB di SSD e 16 GB di RAM, standard un po’ più alto rispetto alla media degli ultrabook che abbiamo visto precedentemente. A seconda delle configurazioni ovviamente le caratteristiche possono più o meno variare, quindi vi consigliamo sempre di andarvi a leggere come minimo la scheda tecnica dei prodotti in questione, per venire a conoscenza di quali possono essere i cambiamenti.

Tornando a questi Dell, la durata della batteria, con utilizzo medio, arriva a poco più di 10 ore effettive, davvero un buon risultato. Possiamo dire che anche nelle configurazioni senza schede grafiche dedicate, questi portatili riescono a fare un lavoro soddisfacente, e quindi si può lavorare tranquillamente (ammesso che non si abbiano enormi pretese) ad editing video ed immagini, e anche videogiocare.

Anche in questo caso i prezzi sono tutti superiori ai 1000 euro, sicuramente cifre importanti, ma altrettanto sicura è la qualità che ci mette Dell nel progettare prodotti che siano soddisfacenti per un pubblico di utenti più vasto possibile.

Apple MacBook Pro 2019

apple macbook pro 2019

Rieccoci qua a parlare di Apple. Abbiamo citato il MacBook Air qualche paragrafo fa, ma non volevamo escludere il MacBook Pro 2019, altro prodotto che sicuramente saprà stimolare il palato degli utenti affascinati dal marchio. Possiamo considerare questo ultimo modello di MacBook come una sorta di svolta da parte di casa Apple, rispetto alla versione precedente.

Innanzitutto qui è stata introdotta la touchbar, posizionata al di sopra della tastiera, la batteria è stata migliorata, e la durata si aggira intorno alle 10 ore piene di autonomia con utilizzo medio, i componenti e le funzioni sono state aggiornate, per fare un esempio, è stato aggiunto anche il Bluetooth 5.0.

E ovviamente anche i componenti hardware godono di un aumento di qualità: basti pensare al processore, che a seconda delle configurazioni, parte da un quad core, fino ad arrivare ad un octa core, liberandosi finalmente del dual core. Come il processore è stata aggiornata anche la scheda grafica integrata, raddoppiandone le prestazioni.

Grazie al solito display Retina, il MacBook Pro diventa ideale per chi si dedica alle immagini e alla grafica, ricevendo un’esperienza di lavoro comoda e non stancante grazie anche alla tecnologia True Tone che regola il bilanciamento del bianco in base alla luce ambientale. Il prezzo si aggira sui 1500 euro, ma acquistando un prodotto del genere potete star certi di portarvi a casa uno dei migliori Ultrabook presenti sul mercato al giorno d’oggi.

Asus ZenBook Pro Duo

asus zenbook pro duo

Ciliegina sulla torta di questo articolo l’Asus ZenBook Pro Duo, una voce fuori dal coro, che fa del multitasking il suo punto forte. Iniziamo col sottolineare la sua estrema eleganza e cura nel design, basta guardare la scocca posteriore, con i cerchi concentrici, e abbiamo detto tutto. A livello di peso e grandezza, ha decisamente la sua importanza essendo in alluminio, ma tutto ciò è una conseguenza del livello qualitativo hardware che Asus ci ha dato in pasto.

A livello estetico si notano subito le evidenti differenze con tutti gli altri modelli di ultrabook che abbiamo visto fino ad ora. Questo ZenBook è dotato di doppio schermo, di cui il secondo è posto sul ripiano della tastiera, spingendo questa più esternamente, fino a non avere più spazio per i poggia polsi e per il touchpad.

Ma Asus ha pensato a tutto e ha risolto entrambi i problemi, fornendo in dotazione un poggia polsi da inserire subito sotto la tastiera, e posizionando il touchpad al posto del tastierino numerico, senza ovviamente sacrificarlo del tutto. Infatti è possibile attivare il tastierino numerico touchscreen con un semplice tocco.

Ma siccome il secondo schermo è forse la funzione più innovativa di questo computer, conviene dire qualcosa in più: lo schermo è un touchscreen da 14 pollici con risoluzione 4K e con finitura opaca. A livello di utilizzo si presenta come una vera e propria estensione del primo schermo, posizionando finestre a nostro piacimento o creando dei preset che potranno essere salvati e richiamati facilmente in futuro tramite il menu contestuale.

E’ utile anche usarlo con il pennino, magari per prendere appunti, invece di usare fogli di carta volanti. Insomma gli utilizzi sono molteplici, anzi infiniti, sta poi all’utente trovare quali di questi fanno più al caso proprio. Ovviamente anche il primo schermo è di medesima qualità, 4K touchscreen OLED, colori brillanti e definiti.

Per quanto riguarda le prestazioni troviamo un processore i7 di nona generazione, scheda video dedicata NVIDIA GeForce RTX 2060, SSD da 1 TB. Grazie alle sue prestazioni di alto livello diventa quindi un ultrabook utilissimo per i content creator e per chi vuole un’immagine di qualità e fedele alla realtà, ma possiamo affermare che anche con il gaming se la cava alla stragrande.

La durata della batteria si aggira sulle 4 ore di autonomia ad utilizzo medio, non il top del top, ma comunque una buona performance. Per quanto riguarda il prezzo, ci ritroviamo a più di 2500 euro, una cifra non di poco conto, ma considerando la qualità, i vantaggi e le innovazioni su cui Asus si è concentrata, risulta essere un costo comunque giusto.

Come scegliere i migliori ultrabook

Per una scelta efficace di un ultrabook è bene valutare nello specifico, fra tutti i fattori, il design, la qualità costruttiva, l’hardware, il lato connettività e l’autonomia della batteria. Approfondiremo adesso una per una le suddette caratteristiche per aiutarvi in una scelta consapevole da poter effettuare anche autonomamente.

Design e costruzione

ultrabook

Design e specifiche sono i principali focus degli ultrabook, quindi la loro estetica, così come la loro qualità costruttiva, sono solitamente di alto livello. I migliori ultrabook sono costituiti da un design con telaio in alluminio molto ben rifinito, e soprattutto da un corpo compatto che sia facilmente trasportabile.

Questo porta dei grandi vantaggi quando si parla di trasportare il notebook da un luogo all’altro oppure di usarlo in viaggio, ma ha anche dei contro. Il vero svantaggio è rappresentato dal fatto che, essendo molto compatto, spesso non c’è spazio per componenti che potrebbero risultare utili, se non fondamentali nell’uso quotidiano.

Ad esempio, gli ultrabook non sono dotati di masterizzatore DVD, perchè questi li renderebbe troppo robusti e quindi non sarebbero più degni di essere chiamati tali. Sui modelli più sottili poi arrivano a mancare addirittura le porte USB, rendendo obbligatorio l’utilizzo di un adattatore.

Spessore e peso degli ultrabook

Si può misurare facilmente la compattezza di un PC portatile facendo riferimento al suo spessore e al suo peso. Specifichiamo che per spessore si intende quanto è sottile quando è chiuso. E’ facile verificare la compattezza tramite queste informazioni perchè questi dati si trovano sulla scheda tecnica dei computer stessi. I migliori ultrabook per estetica hanno uno spessore molto basso, si parla praticamente sempre di meno di 4-5 cm.

Giusto per fare un esempio, gli ultimi MacBook hanno uno spessore addirittura inferiore a 1,5 cm. Ovviamente uno spessore basso rende il portatile poco ingombrante ed inseribile all’interno di custodie, valigie e borse senza occupare molto spazio. Il peso dei migliori ultrabook è invece inferiore a 2 Kg: sotto questo valore, i computer risultano sempre molto leggeri da trasportare, e non fanno rimpiangere molto di non aver acquistato un tablet.

Componentistica hardware

I migliori ultrabook sono senza dubbio corredati di un arsenale hardware di fascia alta. Troverete a bordo, o meglio, dovete trovarceli per definirli davvero di fascia alta, dei processori Intel Core i5 e i7, uniti ad almeno 8 GB di RAM. Purtroppo si parla di fascia alta ma non top di gamma: infatti, spesso (non sempre) non c’è a bordo una scheda video dedicata high-end, ma solo una di fascia media, o in alcuni casi è totalmente assente.

Questo sta a significare che non si tratta di computer adatti ai videogiochi. C’è inoltre da puntualizzare che per la loro compattezza questi dispositivi sono più proni al surriscaldamento, ma se si si acquista il miglior ultrabook anche il sistema di dissipazione è realizzato in modo tale che questo non sia un problema particolarmente importante.

Molte volte sugli ultrabook non c’è spazio per un hard disk capiente e ci troviamo dei dischi SSD, i quali hanno una capacità più bassa ma da un altro lato delle maggiori velocità nella lettura e scrittura dei dati.

Connettività degli ultrabook

Non date l’ambito connettività per scontato, perchè come vi abbiamo già accennato nei paragrafi sopra spesso anche i migliori ultrabook soffrono di importanti mancanze proprio perchè hanno un design sottilissimo e leggero. Il basso spessore sfocia nell’assenza di un lettore DVD ad esempio.

Ci sono inoltre ultrabook sprovvisti delle normali porte USB ma dotati solo di porta USB Type-C, e ciò vuol dire l’obbligo nell’uso di un adattatore per collegare mouse, tastiere, chiavette USB e così via. Lo scarso spessore porta spesso anche all’assenza di una porta Ethernet, il che rende la connettività WiFi l’unica opzione per connettersi a un router e navigare in internet, a meno che non vogliate comprare un adattatore anche per la porta LAN ovviamente.

Verificate anche la presenza del lettore di schede SD qualora vi serva, e del jack per le cuffie. E ovviamente, se c’è qualche altra entrata specifica che vi interessa (e che probabilmente non troverete dato che le più diffuse sono quelle sopra citate), verificate anche la loro presenza.

Batteria

Come non c’è spazio per tanti altri componenti, sul miglior ultrabook potrebbe non esserci spazio nemmeno per una batteria capiente. E’ per questo che dovreste controllare, prima di acquistare la macchina, la capacità e la durata stimata della batteria. Le case produttrici sono solite indicare una durata stimata della batteria in ore. Questa ovviamente non è uguale per tutti gli utilizzi, ma rappresenta spesso solo la durata massima che si può raggiungere con un determinato uso.

Se mettete il notebook sotto stress, potrebbe durare molto meno. La vera capacità della batteria viene misurata in Wh (Wattora, a cui viene spesso allegato anche il numero di celle), ma nemmeno questi possono indicare in modo oggettivo e preciso la durata, perchè tutto dipende anche da come la casa madre ha ottimizzato i componenti.

Differenze fra ultrabook, PC desktop e notebook

migliori ultrabook

Si possono distinguere 3 tipi di computer “seri” se escludiamo i tablet: PC desktop, notebook e ultrabook. Ecco di seguito quali sono le principali differenze fra le varie tipologie.

  • PC desktop: sono i più scomodi da trasportare ed è impossibile usarli in viaggio. Ma in compenso hanno prestazioni migliori dei computer portatili, ovviamente a parità di prezzo. Li si può trovare con componenti molto più avanzati, e inoltre, a differenza del miglior ultrabook e notebook, si può effettuare l’upgrade di tutti i componenti (o quasi), sostituendoli a piacimento per tenere sempre il computer all’avanguardia.
  • Notebook: essendo compatti e dotati di batteria, si possono trasportare e utilizzare ovunque, senza i limiti derivanti dalla assenza corrente elettrica o dal poco spazio. Sono meno compatti degli ultrabook, ma si possono trovare con componentistica leggermente più avanzata e con più opzioni di connettività (ad esempio più porte USB e il masterizzatore CD e DVD).
  • Ultrabook: sono i PC portatili più compatti, e li si può portare e usare ovunque con il minimo sforzo. Non saranno maneggevoli come i tablet, ma in compenso offrono una tastiera fisica e più opzioni di connettività di questi ultimi, anche se meno porte dei notebook. L’hardware è di fascia alta ma non sono i migliori portatili top di gamma, tuttavia per un utilizzo lavorativo si possono rivelare tranquillamente il top.

Quale comprare dipende ovviamente dalle vostre esigenze. Se siete gaming e avete poco budget è inutile anche solo cercare il miglior ultrabook: sarebbe meglio orientarvi sui migliori notebook gaming economici. Se invece vi interessa la massima portabilità e non avete bisogno di una tastiera, i migliori tablet Windows 10 economici potrebbero essere la migliore alternativa per voi.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti