Migliori auricolari Bluetooth per musica e sport | Febbraio 2019

Ascoltare la musica non è mai stato così semplice. Grazie alle tecnologie wireless, ora è possibile farlo anche durante lo sport, per correre e nelle attività estreme, ed ovunque, grazie agli auricolari Bluetooth. Questo tipo di cuffie si trovano ormai su tutte le fasce di prezzo, economici a pochi euro grazie ai brand cinesi se siete dei risparmiatori o a centinaia di euro grazie a marchi importanti come Sennheiser e Bose se invece siete degli audiofili.

Se fino a non molti anni fa erano pensati per le chiamate con microfono, adesso la situazione si è ribaltata e gran parte di essi vengono usati principalmente per ascoltare canzoni. E’ proprio su questa tipologia che ci soffermiamo in questa guida all’acquisto dei migliori auricolari Bluetooth in ear: i modelli stereo per ascoltare musica e per fare sport o running, quindi i più dinamici e adatti a qualsiasi condizione.

E’ perfetta questa tipologia di cuffie senza fili per il collegamento agli smartphone Android e agli iPhone, ma oltre che con il telefono cellulare si possono usare anche per TV, PC e un’infinità di dispositivi. Se siete pronti ad acquistare un auricolare wireless in-ear di questo genere, magari da affiancare a cuffie di livello più alto che usate in casa, di seguito potete scoprire insieme a noi come sceglierli e quali sono i migliori mini auricolari wireless da comprare al momento.

Indice

Come scegliere gli auricolari Bluetooth

Tipologia

auricolari bluetooth

Prima di tutto bisogna fare un’importante distinzione tra gli auricolari Bluetooth: ossia la parte che va a inserirsi nelle orecchie che può essere in-ear oppure no. Quando si parla di auricolari in ear, si intendono quelli con i gommini che si inseriscono nell’orecchio. Poi ci sono gli on-ear che si appoggiano solamente all’orecchio e gli over-ear che sono a mo’ di cuffia tradizionale con arco.

Gli auricolari Bluetooth sono quasi tutti in-ear ed è il formato che vi consigliamo vivamente, specie se ci volete fare sport o volete usarli per correre. Sono infatti le cuffiette più difficili da far cadere dall’orecchio, mentre le altre potrebbero risultare scomode in quanto cadono più spesso durante la corsa o i movimenti bruschi. Oltre ad essere in ear molti auricolari Bluetooth, specie quelli per lo sport, hanno un’ulteriore arco che li fissa ancora meglio alle orecchie per non farli mai cadere.

Messa da parte questa distinzione, possiamo inoltre categorizzare gli auricolari Bluetooth più diffusi in altre 2 tipologie: quelli uniti tra loro da un cavo o da un arco e quelli true wireless. I primi hanno sì un cavo, ma non serve per collegarli allo smartphone con jack da 3,5 mm, bensì solo per tenere insieme ciascun auricolare. E’ un cavo molto utile che può essere fatto passare dietro la nuca e può essere usato per tenere le cuffiette a mo’ di collana quando le si rimuove dalle orecchie.

Tra l’altro molte cuffie senza fili di questo genere hanno delle calamite per unirle e formare una vera e propria collana che le rende impossibili da perdere quando sono al collo. Gli auricolari Bluetooth true wireless sono invece solamente 2 auricolari distinti e separati tra loro, ognuno con una batteria indipendente. Mentre da un lato questi modelli sono meno ingombranti, da un altro sono più facili da perdere.

Però d’altro canto si possono usare anche in modalità mono, quindi uno alla volta se si vuole avere un orecchio libero. Poi ci sono gli auricolari Bluetooth esclusivamente mono (formati da una sola cuffietta) che sono pensati per le chiamate e di cui non parleremo in questa guida all’acquisto dedicata a musica e sport. Quale delle 2 tipologie sopra descritte preferite?

Qualità audio

auricolari bluetooth

Spesso per stare attenti alla connettività, all’estetica e alle funzionalità aggiuntive si trascura la qualità audio che è invece l’elemento più importante per dei dispositivi che servono per ascoltare la musica. Con gli auricolari Bluetooth non sempre un prezzo alto corrisponde ad una qualità audio maggiore, anzi, le volte in cui è così sono probabilmente meno di quanto possiate immaginare. Volevamo quindi riassumervi i parametri più importanti che determinano la qualità audio in delle cuffie wireless.

  • Impedenza: misurata in ohm (di solito si va da 6 a 600 ohm), è la resistenza opposta dagli auricolari Bluetooth sul segnale del suono. Più è alta, più il suono è di qualità, ma allo stesso tempo si abbassa il volume massimo.
  • Risposta in frequenza: fa riferimento all’intervallo di frequenze coperto dalle cuffiette senza fili, che più è ampio più fa aumentare la qualità del suono. L’orecchio umano percepisce un intervallo massimo dai 20 Hz ai 20 kHz.
  • Sensibilità: è la potenza, misurata in dB, con cui gli auricolari Bluetooth riescono a riprodurre il suono. Influisce sul volume: nello specifico più è alta la sensibilità e più il volume sarà alto senza provocare distorsioni del suono.
  • Isolamento: lo dice già il nome, è la capacità degli auricolari Bluetooth di isolare i rumori esterni lasciando solo l’audio all’interno della cuffia. Già di per sè i gommini delle cuffie in-ear isolano dai suoni esterni, ma le cuffiette wireless di fascia alta sono equipaggiate con dei microfoni per la cancellazione attiva del rumore che, spiegato in parole semplici, riconoscono i suoni esterni ed emettono frequenze opposte per annullarli creando il silenzio.

Microfono e comandi

auricolari bluetooth

Se volete fare chiamate con gli auricolari Bluetooth, allora devono avere obbligatoriamente un microfono. Un microfono può supportare le chiamate oppure essere usato per la cancellazione del rumore: per quest’ultima funzionalità vi rimandiamo al paragrafo precedente sull’isolamento degli auricolari Bluetooth.

Un microfono per le telefonate non basta per rispondere senza estrarre lo smartphone dalla tasca: c’è bisogno anche di controlli presenti sulle cuffie wireless. Negli auricolari Bluetooth che hanno un filo a collegarli i controlli sono posti sul cavo, dove c’è un piccolo telecomando composto da tasti fisici.

Di solito i tasti permettono di rispondere e riattaccare le chiamate, stoppare e continuare la riproduzione musicale, abbassare e alzare il volume. Le cuffie Bluetooth true wireless che non hanno un cavo a collegarle (solo i migliori auricolari e di solito non i modelli economici) hanno spesso comandi touch.

Connessione

auricolari bluetooth

La connettività tramite cui gli auricolari Bluetotoh si collegano ai dispositivi supportati è, come già menzionato nel nome, il Bluetooth. Questa connettività però non ha sempre le stesse prestazioni: può cambiare il raggio d’azione ed anche la velocità e la qualità del segnale con cui viene trasferita la musica.

La versione Bluetooth è il principale parametro da guardare per capire le performance delle cuffie wireless. L’ultima e la più performante è Bluetooth 5.0, seguita da 4.2 e 4.1. Ogni versione è retro-compatibile con quelle precedenti, ma non con quelle successive.

Per cui se avete auricolari Bluetooth 4.2 o 5.0 anche lo smartphone deve supportare queste versioni, perchè se supporta la versione 4.1 funzionerà, ma si connetterà con le prestazioni della versione 4.1. Alcuni auricolari Bluetooth nel pairing con lo smartphone possono essere supportati da un’applicazione per regolare le impostazioni audio.

Batteria e autonomia

Il principale svantaggio degli auricolari Bluetooth rispetto a quelli cablati è il fatto che non possono essere alimentati da un telefono, ma hanno bisogno di una loro batteria. Questo li rende più pesanti e rende la loro autonomia limitata. La durata della batteria viene misurata in ore di riproduzione e la ricarica delle cuffie senza fili avviene tramite USB.

Ci sono in alternativa tanti modelli che, come le AirPods, vengono forniti con una custodia in grado di ricaricarli ovunque. Ovviamente anche la custodia va ricaricata perchè ha una batteria, ma si tratta di una batteria più grande che durerà più a lungo e farà durare anche le cuffie senza fili molto di più.

Migliori auricolari Bluetooth sotto i 30 euro

AUKEY Latitude Lite

auricolari bluetooth

I classici auricolari economici per lo sport, uniti tra loro da un cavo, equipaggiati con la certificazione IPX4 che li rende resistenti al sudore ed alla pioggia. Sono anche leggerissimi, quindi perfetti per fare attività fisica ma anche per dimenticarseli nelle orecchie per ore e ore. Costano davvero molto poco, però la qualità audio lascia tutt’altro che a desiderare, ed è più che sufficiente per ascoltatori abituali della musica che non pretendono una qualità da audiofilo.

Per il prezzo che costano ci aspettavamo decisamente di peggio. Ma il vero pregio più importante è l’autonomia della batteria, dato che a differenza di tanti altri auricolari Bluetooth anche molto più costosi riescono a durare fino a 8 ore di riproduzione musicale continua. Hanno anche un buon microfono e dei controlli sul cavo.

Mpow

auricolari bluetooth

Se volete qualcosa che resti più saldo possibile alle vostre orecchie mentre correte o fate qualsiasi tipo di attività estreme, dovreste scegliere questi auricolari Bluetooth che vantano degli archetti che vanno a posizionarsi tutto intorno alle orecchie. Non rischierete più che vi cadano, nemmeno dopo movimenti molto bruschi.

Hanno anche la certificazione IPX7, che garantisce l’impermeabilità anche ad immersioni temporanee. Non dovreste quindi aver nessun problema non solo ad usarle sotto la pioggia, ma perfino sotto la doccia. Nonostante appartengano alla fascia di prezzo più bassa e costino meno di 20 euro, questi auricolari Bluetooth uniti tra loro da un cavo hanno un audio ad alta definizione con frequenze ben distinte e sufficienti.

Ci ha soddisfatto specialmente la profondità dei bassi e un isolamento per niente male. Hanno anche un microfono e possono essere usate per le chiamate. La batteria dura fino a 7 ore di riproduzione e si ricarica in un’ora e mezza.

Huawei AM61

auricolari bluetooth

Esteticamente questi auricolari Bluetooth sono veramente belli ed eleganti. Anche se sono perfetti per chi fa esercizio fisico, possono essere tranquillamente indossati in ambienti più distinti facendo la loro eccelsa figura. Oltre ad essere comodi sono resistenti alla polvere (anche piccole particelle) e al sudore con la certificazione IP52.

In termini di audio sono notevoli specialmente per il volume altissimo che possono raggiungere senza distorcere il suono. Ottima la connettività con zero lag ed anche le frequenze basse che pompano davvero tanto. Rimane comunque un audio da cuffia economica, ma non è per niente sottotono.

Sul cavo ai lati è presente un microfono di qualità considerevole da una parte ed un piccolo telecomando per rispondere alle chiamate e controllare la riproduzione musicale. La batteria è in grado di durare fino a ben 11 ore di riproduzione musicale, un vero primato tra gli auricolari Bluetooth economici.

Offerta
Huawei AM61 Auricolari, Bluetooth 4.1, Nero
94 Recensioni

Migliori cuffie Bluetooth per musica e sport da 30 a 100 euro

Anker Soundcore Spirit X

auricolari bluetooth

Con questi auricolari Bluetooth dotati di driver da 10 mm avrete una qualità audio migliore rispetto a quelli più economici ed una realizzazione estetica anch’essa di livello superiore, ma il prezzo rimane estremamente vantaggioso. Il classico best-buy, come si suol dire. Buone le frequenze alte per la loro nitidezza, ed anche i bassi non scherzano affatto.

Avrete poi un ottimo fissaggio alle orecchie grazie agli archetti completi che si snodano attorno a questi auricolari Bluetooth. E c’è anche la certificazione IPX7 che rende possibile l’utilizzo sotto la pioggia e le fa sempre resistere al sudore, ma anche a immersioni temporanee in acqua. Per questo anche per gli sportivi questi auricolari Bluetooth sono l’ideale.

Pur essendo un marchio cinese che realizza prodotti economici, Anker ha sempre dimostrato una grande affidabilità. Abbiamo avuto parecchi dei suoi prodotti e non ci hanno mai creato problemi, durando sempre molto nel tempo. E la durata è eccelsa anche in termini di autonomia, dato che queste cuffie Bluetooth possono resistere 12 ore di riproduzione musicale con una singola carica.

Mycarbon

auricolari bluetooth

Quando le AirPods di Apple e le Gear IconX di Samsung sono sbarcate sul mercato, era inevitabile pensare che ci sarebbero stati marchi cinesi che le avrebbero imitate. E Mycarbon fanno parte di questa schiera: sono auricolari Bluetooth true wireless, separati l’uno dall’altro, in totale assenza di fili. E sono molto, ma molto più economici delle AirPods. Hanno la certificazione IPX5 per cui resistono al sudore e agli schizzi d’acqua.

Vantano inoltre una custodia portatile con la quale si possono ricaricare, dato che includono una batteria. E con una sola ricarica possono durare fino a 3 ore di musica. Possono essere usati anche singolarmente in modalità mono e si ricaricano entrambi in 30 minuti. Nonostante la totale assenza di cavi gli auricolari Bluetooth hanno un microfono e dei comandi touch per rispondere alle chiamate e controllare la riproduzione.

Possono anche evocare Siri e Google Assistant mentre sono connessi allo smartphone. Si connettono tramite lo stabilissimo e impeccabile Bluetooth 5.0 ed hanno anche una tecnologia per la cancellazione del rumore che aiuta a migliorare il già sufficiente audio.

ZOLO Liberty

auricolari bluetooth

Sulla scia delle precedenti, ecco un altro paio di auricolari Bluetooth true wireless, senza cavi e con una qualità davvero notevole. Grazie ai driver in grafene, la qualità è notevolmente sopra la norma e il suono è estremamente chiaro con bassi molto corposi e frequenze medie e alte di spicco. Queste cuffie senza fili hanno anche un grandissimo isolamento e sono qualcosa di veramente miracoloso al prezzo a cui si trovano.

Sono resistenti al sudore e sono provviste di una custodia per la ricarica che può portare l’autonomia fino a ben 24 ore. Con una singola carica invece possono tranquillamente durare un’ora e mezza. Sono diversi i gommini forniti in dotazione per tutti i tipi di orecchio, e sono molto efficienti i comandi touch. Sono perfino molto ergonomiche ed è difficile perderle dalle orecchie anche per chi fa sport.

Grazie a una funzione dedicata possono anche richiamare gli assistenti virtuali sia su Android che su iOS. Hanno anche un’ottima tecnologia di riduzione del rumore. Si possono riassumere come degli auricolari Bluetooth di fascia medio-alta per chi vuole ancora risparmiare ma senza scendere a particolari compromessi con il suono.


Migliori auricolari Bluetooth oltre i 100 euro

Apple AirPods

auricolari bluetooth

Ed ecco le vere e proprie icone degli auricolari Bluetooth true wireless, quelli che hanno lanciato il trend di questo tipo di accessorio per smartphone. Queste cuffiette si presentano con un design che è praticamente lo stesso delle cuffie cablate non in-ear (EarPods), ma senza fili. Sembrano quindi come degli auricolari magici e allo stesso tempo nascondono la batteria senza sembrare tozzi o spartani.

Vengono forniti con una custodia che è in grado di caricarli 4 o 5 volte, e con una singola carica permettono di ascoltare musica per circa 5 ore. Hanno un suono molto corposo, frequenze ben definite, con frequenze medie e alte sopraffine anche se non ancora al livello degli audiofili. Sono però auricolari Bluetooth eccellenti per qualsiasi utilizzo, dalla musica alle chiamate passando per giochi e film.

Sono integrati perfettamente con iOS e gli iPhone e si possono usare anche in modalità mono, con un chip di nome W1 che permette un pairing istantaneo e senza perdite di tempo. Possono essere controllati tramite comandi touch ma anche tramite Siri con i comandi vocali. La facilità e l’immediatezza nell’utilizzo sono il loro principale punto forte, ancor più dell’ottima qualità audio.

Apple AirPods
1.165 Recensioni

Bose SoundSport Wireless

auricolari bluetooth

Veniamo ora agli auricolari Bluetooth per veri appassionati di musica, quelli che suonano bene e non c’è nulla di negativo da dire sulla qualità del loro suono. Si presentano con un volume elevatissimo e privo di distorsione, un suono omogeneo che non manca in nessuna frequenza.

Inoltre nessun elemento viene messo in risalto rispetto a un altro in modo da regalare la migliore fedeltà del suono senza compromessi. Si possono infatti distinguere i singoli strumenti senza che ne vengano eclissati altri. Oltre al suono molto potente c’è una batteria che dura fino a 5 ore e l’autonomia può essere estesa a 15 ore totali utilizzando la custodia portatile che serve per ricaricarle.

Hanno dei comodi tasti e supportano perfino un’app per smartphone per configurare i vari parametri.  Sono resistenti al sudore con la certificazione IPX4 e perfetti anche per l’attività fisica. Grandiosi anche per rispondere alle chiamate sia per i tasti che per l’elevata qualità del microfono integrato.

Offerta
Bose Cuffie SoundSport  Wireless, Nero
248 Recensioni

Sony Xperia Ear Duo

auricolari bluetooth

Questi sono gli auricolari Bluetooth del futuro e sono la scelta migliore se siete degli audiofili, tra quelli wireless. Il loro design è alquanto inusuale ma estremamente ergonomiche, e a differenza di gran parte delle cuffie mostrate precedentemente non hanno un isolamento totale ma lasciano trapelare i suoni dell’ambiente circostante.

Sono quindi l’ideale per coloro che non vogliono eclissarsi ma hanno comunque bisogno di sentire i suoni esterni. Sono prima di tutto molto ergonomici, ma hanno anche spettacolari performance audio. Hanno ben 4 microfoni grazie ai quali riconoscono i rumori ambientali e sono in grado di adattare il suono di conseguenza: è proprio questa la caratteristica che fa risultare l’audio sempre ineccepibile.

Ma hanno anche delle frequenze strepitose con una definizione al top. Riescono anche a isolare la voce dai rumori ambientali e a percepire i comandi vocali richiamando gli assistenti virtuali degli smartphone. Ma la più grande innovazione sono le gesture: basta infatti muovere la testa per muoversi tra i brani oppure rispondere alle chiamate, tra l’altro con una qualità audio della voce senza pari.

Ed hanno anche dei comandi touch. La batteria dura 4 ore e può essere ricaricata con l’apposito case portatile che garantisce un’ora di ascolto con 7 minuti di ricarica e un totale di 3 ricariche complete.

Potrebbe anche interessarti…

Ecco, nel caso vi interessasse, altri prodotti che insieme ai suddetti auricolari Bluetooth potrebbero risultarvi utili per migliorare la vostra esperienza nell’ascolto della musica.

Michele Ingelido

Sono Michele Ingelido, un blogger che lavora nel settore tecnologico da anni. Da perito tecnico mi definisco non solo un incurabile fanatico della tecnologia, ma anche un profondo estimatore di tutto ciò che intelligentemente crea innovazione, specie se in modo anticonformista e controcorrente… Un po’ come il Rock ‘n Roll! E-mail for any request: info@tech4d.it