Home » Guide » Guide Android » Top 5 migliori smartphone Motorola del 2022 (e Lenovo)
migliori smartphone motorola

Top 5 migliori smartphone Motorola del 2022 (e Lenovo)

di Michele Ingelido Aggiornato il
Aggiornato il

Presi dai brand di maggior successo come Samsung e Xiaomi, molti si dimenticano spesso di un brand veterano nel settore della telefonia mobile che ancora realizza dispositivi di eccellente fattura. Stiamo parlando degli smartphone Motorola, il colosso statunitense acquisito da Lenovo.

Questo marchio riesce ancora a portare sul mercato europeo telefoni cellulari Android eccellenti e addirittura a innovare: basti pensare allo smartphone pieghevole Motorola Razr per capirlo. E sebbene il prezzo di quest’ultimo non sia dei più convenienti, con tanti altri terminali la casa alata riesce anche a offrire prezzi concorrenziali. La casa produttrice ha infatti deciso di non focalizzarsi sui top di gamma come Apple ed il risultato è stato il rilascio di parecchi device interessanti: è proprio ciò che ci ha portato alla stesura di questa guida all’acquisto.

Invece di portarvi singole recensioni, abbiamo deciso di venire incontro a tutti coloro che sono interessati a questo brand proponendo una selezione dei migliori smartphone Motorola e Lenovo attualmente disponibili sul mercato italiano. Abbiamo diviso la nostra top 5 dei Motorola per fasce di prezzo, partendo dagli smartphone economici fino ad arrivare agli high-end, per fornire il meglio a ogni tipologia di utente. Se siete pronti a scoprire insieme il miglior smartphone del brand e come scegliere al meglio, proseguiamo insieme.

Indice

Migliori smartphone Motorola: la top 5

Entry-level Moto E7i Power
Fascia medio-bassa Moto G30
Medio gamma Motorola Edge 20 Lite
Fascia medio-alta Motorola Razr 5G
Top Motorola Edge 20 Pro

Moto E7i Power – L’entry-level

motorola moto e7i power

Bastano poco più di 100 euro per portarsi a casa un Moto E7i Power: uno smartphone Motorola di fascia bassa, ma che non delude sotto alcun aspetto. Un terminale che nonostante il suo prezzo estremamente contenuto offre la resistenza agli schizzi d’acqua ed anche un design moderno, grazie ad un display con notch a goccia e cornici sottili.

Lo schermo è un pannello IPS da 6,5 pollici con risoluzione HD+, senza lode e senza infamia. Fa bene il suo lavoro mostrando un decente dettaglio e ha buoni angoli di visione; inoltre rende il device comodo per fare un minimo di produttività vista la sua ampia diagonale.

Questo smartphone Motorola è alimentato da un processore Unisoc octa-core da 1,4 GHz, ha 2 GB di RAM e 32 GB di memoria espandibile nella sua variante base ed esegue Android Go. E’ dotato sia di slot dual SIM che di slot micro SD.

Si comporta bene a livello di fluidità se non viene messo troppo alla prova, non ci sono problemi di utilizzo con alcuna app. Il sistema operativo è puro, con poche personalizzazioni e ben ottimizzato. Per quanto costa fa anche bellissime foto grazie a una doppia fotocamera da 13 + 2 MP con sensore macro e ad un buon sensore frontale da 5 MP. Nulla che faccia gridare al miracolo, ma comunque più che sufficiente per i social.

Chiude il quadro una strabiliante (a dir poco) batteria da 5000 mAh che tira avanti per una giornata anche ad uso super intenso. C’è anche una caratteristica non scontata su un entry-level: un lettore di impronte digitali. Un dispositivo che non stupisce in nulla, ma è sufficiente in tutto.


✓ PRO

  • Idrorepellente
  • Mega batteria
  • Economico
  • Android Go

✕ CONTRO

  • Hardware entry-level

Moto G30 – Fascia medio-bassa

motorola moto g10 e g30

Non è l’entry-level più economico tra gli smartphone Motorola ma costa comunque pochissimo il Moto G30, che si presenta con specifiche da medio basso di gamma. E’ uno smartphone sufficiente per tutti ma particolarmente indicato per chi ha bisogno di una batteria a lunga durata: con una capacità di 5000 mAh può arrivare anche a due giorni di uso moderato e si ricarica anche rapidamente grazie alla ricarica rapida a 20W.

Il device ha uno schermo da low-end ma interessante: sebbene sia solo HD+ e il livello di dettaglio non sia spinto al massimo, questo display da 6,5 pollici ha un’ottima fluidità visiva grazie al refresh rate a 90 Hz. Il Moto G30 è uno dei primi smartphone Motorola arrivati sul mercato direttamente con Android 11, ed ha un processore Snapdragon 662 che con qualsiasi utilizzo a parte il gaming più avanzato riesce a reggere il carico senza rallentamenti importanti.

Il processore è abbinato a 4 o 6 GB di RAM e una memoria interna espandibile a partire da 64 GB. Oltre alla batteria, il suo principale pregio è decisamente il comparto foto: ha una quadrupla fotocamera da 64 + 8 + 2 + 2 Megapixel il cui sensore principale è molto più avanzato rispetto agli altri device di fascia medio bassa.

Ha un’apertura focale luminosa per catturare un buon dettaglio anche con poca luce ed un sensore molto buono. Il lettore di impronte digitali è posizionato sul retro, mentre frontalmente c’è una buona selfie camera da 13 MP.


✓ PRO

  • Ottima fotocamera
  • Grande batteria
  • Ottimo rapporto qualità prezzo
  • Display a 90 Hz

✕ CONTRO

  • Risoluzione HD+

Motorola Edge 20 Lite – Il medio gamma

motorola edge 20 lite

Il midrange perfetto con anche qualcosa in più. Edge 20 Lite è uno smartphone che si caratterizza per un display pazzesco e quasi introvabile al suo prezzo. E’ un pannello OLED da un miliardo di colori con diagonale di 6,7 pollici, risoluzione Full HD+, refresh rate a 90 Hz e certificazione HDR10+.

Ha una qualità dell’immagine davvero lodevole e riproduce i colori in modo molto fedele. Lo smartphone è idrorepellente ed è alimentato da un processore MediaTek Dimensity 720 con supporto al 5G, con una RAM da 6 GB e una memoria da 128 GB in abbinamento. L’hardware di fascia media permette di farci qualsiasi cosa con prestazioni sempre degne.

Considerevole la tripla fotocamera da 108 + 8 + 2 MP, in grado di tirar fuori scatti dettagliatissimi in buone condizioni di luce, e anche la selfie cam da 32 Megapixel che realizza selfie molto luminosi e nitidi. La batteria da 5000 mAh infine assicura oltre un giorno di autonomia ad uso intensivo e supporta la ricarica rapida a 30W.


✓ PRO

  • Display stupendo
  • Ampia batteria
  • Idrorepellente
  • Fotocamere niente male

✕ CONTRO

  • Niente di particolare

Motorola Razr 5G – Fascia medio-alta

motorola razr 5G

Il Motorola Razr 5G non si può definire solo un semplice smartphone di punta, perchè ha creato una categoria di dispositivi a parte: quella degli smartphone pieghevoli con form factor a conchiglia. Le linee di questo dispositivo riprendono quelle dell’iconico Razr che ha fatto il successo dell’azienda all’epoca dei vecchi telefoni cellulari (o feature phone), ma lo ripropone con uno schermo pieghevole.

Grazie a un pannello OLED flessibile e a una speciale cerniera, questo dispositivo si può infatti piegare in due diventando incredibilmente compatto. Ma quando è aperto il suo display ha le dimensioni di quello di un normale smartphone, con una diagonale di 6,2 pollici. Davvero una magia.

Lo schermo ha una risoluzione di 876 x 2142 pixel, ottimi colori e un formato 21:9. Quando lo smartphone è piegato, è possibile invece utilizzare un mini display esterno da 2,7 pollici, anch’esso OLED, tramite il quale si possono fare diverse operazioni tra cui scattare selfie, visualizzare le notifiche e molto altro. La risoluzione di questo piccolo schermo è di 800 x 600 pixel.

L’effetto nostalgia che regala questo dispositivo è straordinario: ricorda i vecchi cellulari a conchiglia e proprio come questi ultimi non solo diventa super compatto, ma permette anche di chiudere la chiamata semplicemente ripiegandolo (e tante altre funzioni per veri nostalgici).

Non possiamo dire che sia un top di gamma a tutti gli effetti, ma con il suo processore Snapdragon 765G dotato di 5G e 8 GB di RAM è uno degli smartphone Motorola più potenti e si posiziona oltre la fascia medio-alta a livello prestazionale. Molto interessante la fotocamera principale da 48 Megapixel con OIS, ma per via dell’assenza di importanti sensori secondari come quello grandangolare possiamo dare al comparto fotografico un voto non di molto superiore alla sufficienza.

In compenso però si possono scattare selfie con la fotocamera posteriore, che può anche registrare video 4K a 30 fps e 1080p a 120 fps. Solo la sufficienza anche per la batteria da 2800 mAh con ricarica rapida a 15W, che arriva a sera se non stressata troppo. Per l’innovazione che ha portato, però, questo smartphone Motorola ha scritto una pagina di storia della telefonia. Precisiamo che Motorola Razr funziona solo con eSIM e non supporta una scheda SIM fisica.


✓ PRO

  • Design super innovativo
  • Effetto nostalgia
  • Diventa ultra compatto
  • Ha 2 display (interno ed esterno)
  • Selfie con fotocamera principale
  • eSIM

✕ CONTRO

  • Prezzo
  • Niente slot per scheda SIM

Motorola Edge 20 Pro – Il top

motorola edge 20 pro

Edge 20 Pro è lo smartphone Motorola più avanzato della generazione 2021 e in specifiche supera anche il successore Moto G200. Il suo design è composto da materiali premium, con scocca in vetro e profilo in metallo. Il display è eccezionale: un OLED da un miliardo di colori con risoluzione Full HD+, refresh rate fino a 144 Hz e certificazione HDR10+.

Il pannello spicca sia per la sua eccellente fluidità visiva che per dei colori molto fedeli. Con il processore Snapdragon 870 le prestazioni sono da top di gamma, perfetto anche per il gaming, e in abbinamento troviamo anche una velocissima memoria UFS 3.1 da 128 GB.

Incredibile il comparto fotografico, se consideriamo il prezzo: questo device ha una tripla fotocamera da 108 + 8 + 16 Megapixel che include un sensore periscopico con zoom ottico 5x. Non manca un’ottima fotocamera frontale da 32 MP in grado di registrare video in 4K (quella posteriore li registra addirittura in 8K). Chiude il quadro una buona batteria da 4500 mAh con ricarica rapida a 30W.


✓ PRO

  • Ottimo display
  • Idrorepellente
  • Eccelse fotocamere
  • Buon hardware

✕ CONTRO

  • Non troppo economico

Come riconoscere facilmente gli smartphone Motorola

serie smartphone Moto
Le line-up di Motorola

Di smartphone Motorola in commercio ce ne sono tanti e con nomenclature tutte diverse. E’ possibile però accomunarli proprio in base ai loro nomi per capire bene o male di che tipo di dispositivi si tratta. Gli smartphone Motorola si dividono infatti in line-up identificate da particolari sigle e le più importanti e recenti sono le seguenti.

  • Moto E: include gli smartphone Motorola di fascia più economica. Al suo interno si trovano device di fascia bassa il cui prezzo è il principale punto di forza, ma ciò non vuol dire naturalmente che non siano validi.
  • Moto G: è la serie di fascia media, ma include talvolta anche dispositivi di fascia medio-bassa, ossia le varianti Play, ma anche modelli di fascia alta. Si tratta della line-up con cui la casa alata ha riscosso più successo negli ultimi anni.
  • Edge: nasce come serie di top di gamma, ma si estende anche nella fascia media. E’ stata anche tra le prime a portare sul mercato alcuni dei più potenti processori Qualcomm.
  • One: nasce come serie di smartphone Motorola con il sistema operativo Android One, ma successivamente si è espansa con dispositivi non facenti parte del programma Android One. Contiene smartphone Motorola di fascia media, molti dei quali con interessanti peculiarità in ambito fotografico. Adesso questa serie è stata abbandonata.
  • Razr: include gli smartphone pieghevoli.

Fino a qualche anno fa esisteva anche la serie Moto X che ha contenuto dispositivi di fascia media e alta, poi abbandonata. Ci sono inoltre smartphone slegati dalle line-up che hanno nomi unici.

Com’è il software degli smartphone Motorola?

UI Android stock

Gli smartphone Motorola non hanno mai avuto un software molto personalizzato dalla casa produttrice. Si basano su una versione stock di Android, ossia simile a quella pura rilasciata da Google stessa. Alcuni facevano parte del programma Android One, nato per assicurare aggiornamenti veloci e costanti grazie al supporto diretto di Google.

Sugli smartphone Motorola si trova poca personalizzazione da parte del produttore, ma è possibile utilizzare delle funzionalità esclusive ritenute dai più molto comode ed utili. Il supporto software in termini di aggiornamenti è buono, gli smartphone Motorola vengono supportati nel tempo abbastanza a lungo e non vengono mai abbandonati al loro destino con problemi o bug.

Motorola può competere con Samsung e Xiaomi?

Attualmente gli smartphone Motorola sono molto meno gettonati rispetto a quelli dei marchi più importanti del momento come Samsung e Xiaomi. In termini di vendite Motorola non può competere con questi giganti della tecnologia, ma i prezzi degli smartphone Motorola non sono affatto male.

Sono dispositivi che rappresentano delle valide alternative ai brand di maggior successo e che non hanno moltissimo da invidiare a questi ultimi. Merito anche di Lenovo che ha saputo mantenere una certa qualità nel corso degli anni, sviluppando un know-how sempre più valido e migliorando di volta in volta.

Che fine ha fatto Lenovo?

moto z2, Motorola Moto G5S Plus

Se escludiamo il gaming phone Legion Duel, è da tempo che in Italia non si sente parlare di smartphone Lenovo. Probabilmente a causa di scarse vendite (e a testimoniarlo c’è anche la chiusura del suo sub-brand ZUK), il colosso cinese ha deciso di continuare a commercializzare dispositivi a marchio Lenovo solamente in Asia. Qui ne troviamo ancora parecchi, inclusi dei top di gamma.

E’ probabile però che Lenovo si riaffacci presto sul mercato europeo: l’azienda ha infatti programmato il lancio di altri smartphone da gaming targati Legion (il suo marchio di PC da gaming), similmente a quanto accaduto con Asus che lancia i ROG Phone. Perciò non è da escludere che sentirete parlare di nuovi smartphone Lenovo molto presto.

Altro

Proprio come con Motorola e Lenovo, abbiamo redatto delle guide all’acquisto dedicate anche agli altri brand importanti del settore della telefonia. Le trovate nell’elenco sottostante.

Scopri le ultime offerte tecnologia odierne su Amazon.


Non vuoi più perderti le notizie hi-tech? Seguici su Google News cliccando la stellina!

Potrebbe anche interessarti